Utente 128XXX
Salve a tutti,

è dall'inizio dell'anno che la mia compagna manifesta forti bruciori dopo un rapporto completo e di questo imputa il mio sperma; onestamente anche a me dopo un recente rapporto è sucesso di sentire il glande bruciare parecchio, proprio a causa di un rimasuglio di liquido.

Ora, teniamo presente che ho una prostatite con calcificazione di circa 1 cm sulla ghiandola stando all'ultima ecografia risalente a più di un anno fa; la prostata è congestionata e da due mesi eseguo bagni serali di 10 minuti con ano immerso in acqua tiepida, come mi è stato consigliato dall'urologo.
Dopo ogni eiaculazione sopraggiungevano dolori prima all'asta del pene, poi ai testicoli fino alla prostata, quasi del tutto spariti da quando eseguo i bagni serali.
Infine, dopo ogni minzione continuano a fuoriuscire gocce di urina per parecchio tempo.

I problemi purtroppo sono tanti ed io a questo punto non so veramente più cosa fare, ma adesso vorrei capire perché il mio sperma brucia? Può essere un'infezione?

Grazie

Saluti

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

per meglio capire il suo attuale problema acuto, bisogna risentire il suo andrologo e con lui fare una completa valutazione colturale sul liquido seminale e ripetere una indagine ecografica a livello delle vie uro-seminali.

Fatto questo, ci riaggiorni.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASSINO (FR)
SAN GIUSEPPE VESUVIANO (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
CATANZARO (CZ)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
caro utente la sua sintomatologia è legata alla prostatite, pertanto per curere bene tale patologia oltre alla terapia medica può essere utile individuare la causa ed agire anche su di essa
Dott. Giuseppe Quarto. Urologo andrologo
rep urologia Ist. tumori Napoli fond Pascale
www.andrologo-urologo.com

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ora, fatta la valutazione andrologica poi ci aggironi, se lo desidera.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 128XXX

Vi ringrazio per le risposte; questa settimana prenoterò la visita.
Però che lo sperma potesse "bruciare" o essere "piccante" non me lo sarei mai aspettato; anche questo aspetto può essere legato alla prostatite?

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Faccia la valutazione colturale sul liquido seminale e poi se ne ridiscute.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2000
caro lettore,


in attesa della visita urologica si faccia nprescrivere una urinocoltura con antibiogramma ed una spermiocoltura con antibiogramma in modo guadagnare tempo ed aiutare il suo specialista nella diagnosi dei disturbi riferiti
catri saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org