Utente
Sono un soggetto maschio di 43 anni ed e' piu'di un mese che ho fatto gli esami urine e sangue, per diabete, funzione renale, funzione epatica tutto nella norma, mi trovo ad urinare ogni due ore, la notte mi alzo anche quattro volte per farla.
Durante la notte mi viene sete ed ho sempre la lingua attacata al palato, sono molto stanco, cosa devo dire al mio GP (general prescription) siccome vivo in Irlanda.

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

al suo GP deve dire esattamente quello che ha scritto a noi e lui, valutando anche la sua situazione clinica in diretta, capirà che forse è presente un problema di tipo infiammatorio a livello delle vie uro-seminali.

Nel frattempo, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/199-cistiti-ed-uretriti-quando-l-urina-brucia.html ,

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-le-malattie-della-prostata-stili-di-vita-prevenzione-e-nuove-indagini-diagnostiche.html,

https://www.medicitalia.it/salute/urologia/7-prostata.html .

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#2] dopo  
Utente
Gentile dott Beretta;

seguendo quanto sopra ho inizato a prendere da una settimana Ourudis 50mg per tre volte al giorno e Diazepam 1 mg,
Ieri notte non ho preso il Diazepam perche' l'ho finito e sono ritornato ad urinare 4/5 volte durante la notte. Puo essere che il problema derivi da stati ansiosi?
Preciso che il Diazepam, avendo problemi d'insonnia fin da ragazzo lo uso quando proprio sto parecchio senza dormire per niente, quindi c'e' l'ho ma non lo uso mai con regolarita'.
L'orudis c'e' l'avevo in casa, essendo stato un calciotore semiprof so come usare gli antinfiammatori.
Saluti.

Al

Ps non sono andato ancora dal GP speravo di risolvere il problema cosi.

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

mai pasticciarsi e autoprescriversi terapie complesse!

Quindi quello che possiamo indicarle, da questa postazione, è di risentire ora il suo GP.

Ancora cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#4]  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

la frequenza minzionale ( non riuscire a trattenere le urine per più di 3-4 ore) , la nicturia ( svegliarsi la notte per lo stimolo urinario) potrebbero far pensare ad una infezione urinaria ( valutabile con un esame delle urine associato ad urinocoltura con antibiogramma) o ai primi segni di una prostata che comincia ad aumentare di volume ( fenomeno asolutamente normale dopo i 40 anni)
Si faccia vedere da un medico, eviti farmaci magari inutili
Cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#5] dopo  
Utente
La prima volate che ebbi un problema del genere e' stato lo scorso agosto, c'era un'infezione rilevata dal GP nel suo studio ambulatorio, nello stesso tempo mi prescrisse gli esami diabetologici e quelli per rilevare un possibile tumore all'apparato sessuale penso con attenzione alla prostata che comumque era di dimensioni normali.
Comunque tutto negativo ciclo di antibiotici e problema risolto.

Ora a gennaio mi trovo a lottare con questo problema abbiamo ripetuto gli esami penso siano quelli indicati dal dott Pozza (esame delle urine associato ad urinocoltura con antibiogramma) tutto negativo.
Dico penso perche' gli esami vengono inciati al medico ed il paziente non li vede mai, questa e' l'Irlanda.
Questo pomeriggio rivado dal GP urgentemente perche' sto impazzendo a non dormire piu', mi consigliate quelche esame che posso richiedere a lui che possa chiarficare la mia situazione medica?

Essendo stato un'atleta semiprof (ho 43 anni ma ne dimostro 30) ho sempre posto molta attenzione alla mia salute tante' che non mai avuto problemi, non ho mai avuto valori ematici o delle urine fuori posto grazie a Dio. Mangio vario cucino sempre io, bevo un bicchiere di vino la sera, qualche birra il venerdi ma non sempre, cammino molto 10 km al giorno a volte, se non piove vado a lavoro a piedi 45min.



Ps se fossi stato in Italia questo problema sarebbe gia stato dimenticato, gli italiani poco inclini a viaggiare e a vivere fuori le alpi non hanno idee di cosa puo' essere la sanita negli altri paese, anche quella privata. Qui in Irlanda e' pessima e lo posso affermare con cognizione di causa.

[#6]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non drammatizzi, anche in Irlanda ci sono medici e specialisti competenti e preparati!

Ora consulti il suo GP, faccia gli esami che le indicherà e poi ci riaggiorni, se lo ritiene utile .

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#7] dopo  
Utente
Dott Beretta;

non drammatizzo e che ho toccato con mano il livello qualitativo del sistema salute qui in questo paese.
Comunque sono andato dal GP, il controllo delle urine non ha mostrato batteri, ha rilevato con ispezione rettale che la dimensione della prostata e' normale, quindi pensa che sia un infiammazione.
Mi ha prescirtto un cliclo di antibiotici per 10 giorni di Tarivid (ofloxacin) 200mg, ho richiesto un consulto medico specilistico quindi mi ha scritto la lettera di accompagnamento.

Domanda: ma se l'origine dell'infiammazione non e' batterica, non era meglio andare sugli antifiammatori?


[#8]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Generalmente la cosa più corretta da fare, in questi casi, sarebbe una preliminare valutazione colturale almeno sul liquido seminale.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#9] dopo  
Utente
Gentile Dott Beretta,
giusto due cose:

1. devo continuare con l'antibiotico?

2. Sull'esame del liquido seminale, rivado dal GP o glielo faccio presente allo specialista quando vado all'appuntamento?

Grazie per la collaborazione.

[#10]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

aspetti la visita dello specialista e l'eventuale valutazione colturale, se le sarà indicata.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#11] dopo  
Utente
Gentile Dr Beretta,

riguardo la valutazione colturale, ho avuto due figli negli ultimi 3 anni se questo puo essere utile al quadro.
Per quale motivo consiglia questo esame? Perdoni la domanda sto cercando di capire.
Cordiali saluti.

[#12]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

una valutazione colturale sul liquido seminale non serve a stabilire la sua fertilità ma a valutare se ci sono microrganismi che possano giustificare l'uso eventuale di antibiotici.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#13] dopo  
Utente
Bene molto chiaro dott Beretta.
A proposito Il GP mi sta mandando da un urologo...

[#14]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, mi sembra la scelta strategica più saggia da fare!

Ancora cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#15] dopo  
Utente
Gentile dott Beretta;

a due giorni dalla fine del ciclo di antibiotici sopra mezionato non si vedono grossi miglioramenti, il dolore pelvico persite come la minzione notturna.

Sono in attesa della chimata da parte dell'urologo, intanto una domanda:

ho avuto una mezza polmonite ad gennaio (con ciclo antibiotico di due settimane) puo essere questa la causa di questa probabile prostatite?

[#16]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Difficile fare una tale correlazione da questa postazione, comunque sempre chiedere al suo urologo di riferimento in diretta.

Ancora cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#17] dopo  
Utente
Ho spedito la lettere e' urologo (clinica privata) che mi drovebbe contattare, qui e' tutto molto diverso che da noi.

Non avendo avuto ancora grossi benefici dalla cura antibiotica, la finisco domani, ma lei pensa che si possa ancora esntendere per un altro ciclo o si puo passare a degli antifiammatori? In attesa dell'urologo vorrei chiedere questo al mio GP, e' sensato cio dico?

[#18]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ma che risultato ha avuto dalla valutazione colturale sul liquido seminale?
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#19] dopo  
Utente
Qui funziona cosi vai dal dottore (GP) che ti visita, accerta delle cause prescrive la terapia, se lo rietiene opportuno scrive una lettera allo specialista il quale ricevuta tale contatta il paziente per i dovuti contolli o esami clinici.
Per dirla in un due parole ancora non l'ho fatto (coltura spermatozoica) perche' l'urologo (clinica privata) ancora non si e' fatto sentire. Lo dicevo su nei post precedenti che qui le cose non funzionano.
Comqunque ho chiamato ora il mio GP dicendoli che la cura antobiotica ha dato solo leggieri positivi risultati e se era il caso di estenderla o cambiare terapia finche' l'urologo (clinica privata) si faccia sentire. Il Gp mi ha detto di lasciare per qualche giorno e nel caso di passare da lui.

Come ho specificato bene, lo specialista opera in privato quindi dovrebbe essere tutto piu' celere, non qui, i tempi sono lunghi anche nel privato.

Comunque ora ho anche un leggiero indolenzimento tra lo scroto e i testicoli, un fastidiso dolore alla regione pubica come se avessi la pubalgia che gia avevo patito per qualche tempo da calciatore, ed un leggiero bruciore al pene costante, nessuno fastidio quando urino.

[#20] dopo  
Utente
Come scrissi 10 giorni fa sullo scetticismo riguardo ad una terapia antibiotica in non presenza di batteri nelle urine, oggi terminata la quale non riscontro nessun miglioramento, anzi il dolore nella zona del perineo sembra piu significativo.
Nessuna risposta ancora dall'urologo. Mahh
Sto pensando di prendere un'areo per l'Italia ed atterare al piu vicino ospedale se non avro' risposte concrete entro la prox settimana.
Non ho parole.

[#21]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

è veramente una situazione strana la sua che mi è difficile commentare non conoscendo realmente le modalità di intervento delle strutture sanitarie irlandesi.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#22] dopo  
Utente
Gent.le Dott Beretta

Ieri sono tornato dal GP che mi ha esteso ancora per 12 giorni la terapia atibiocatica di Tarivid (ofloxacin) 200mg due volte al di, e per i dolori sulla area, Brufen 400mg 1 la mattina in quanto la famacista ha detto che non sono famaci molto compatibili.
La buona notizia (speriamo) sono riuscito a rintracciare via telefono la segretaria dell'urologo, finalmente hanno tra le mani la lettera del GP, ho lasciato il mio cell speriamo in una chiamata celere.
Faro presente i suoi consigli:
1. 1. Semen Analysis: The Test
2. 2. Flussimetric voiding analysis.
3. 3. Urology scan.

Sperando alla fine di avere un quadro delineato cosi da portare contro misure al problema dal punto di vista alimentare, del comportamento, terapia medica ect, cosi da poter mettere sottocontrollo questo disturbo.

Se ritiene di poter intervenire con ulteriori suggerimenti la prego non esiti.

Grazie.


[#23]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

mi sembra che le indicazioni ricevute siamo condivisibili e quelle che generalmente vengono date e quindi le segua.

Ancora cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#24] dopo  
Utente
Questo problema mi sta uccidendo, e' piu' di due mesi che non dormo perche' mi devo alzare ad urinare continuamente, e qui non succede niente, l'urologo (privato) non si fa sentire.
Che paese di m....

Ma la dovro levare questa prostata per sperare ancora di avere una vita almeno decente?

[#25] dopo  
Utente
La Barzelleta continua....

Ho chiamato il mio GP per lamentarmi del come l'urologo da lui consigliato ancora non si fosse fatto sentire, bene il mio GP e' in vacanza fino a Lunedi.
Ho provato a ricontattare l'urologo non e' in studio fino a venerdi.... una altra settimana andata.
Allora ho pensato che qualcosa dovevo fare, ho chiamato un'altra clinica privata che gia conoscevo perche' ho portato gia mia moglie a dei controlli ginecologici, ho scelto un urologo in una lista di 5, ho la sua chiamato segretaria tutte le domande del caso compreso se avessi una lettera del GP, gli ho detto che era intestata ad un altro urologo, gli ho chiesto se andasse bene, si andava bene.
Detto questo mi ha fissato un appuntamento per il 27 marzo alle ore 12, ahhh mi raccomando porti la sua assicurazione sanitaria privata protremmo averne bisogno per ulteriori controlli mi ricordo'.

to be continue

[#26]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Coraggio!

Fatta la nuova valutazione poi mi riaggiorni.

Ancora cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#27] dopo  
Utente
Grazie a volte anche una buona parola puo' aiutare quando sei frustrato e disorientato.

[#28] dopo  
Utente
Mercoledi ho visto finalmente un urologo, ha fatto un controllo ai testicoli rilevando una ciste sul testicolo sinistro, ha ispezionate poi via rettale la prostata rilevando un lieve gonfiore e quindi la possibile causa del mio stato.
Ho fatto varie domande del come avrei potuto contrarre questa postratite ma non mi ha dato ne risposte ne ipotesi, io volevo capire anche per correggere se c'e' qualche cosa che faccio di sbagliato, una cosa l'ha detta chiara sono troppo giovane per avere questo tipo di problema.
Anyway mi ha prescitto TAMSU 400mg una pasticca la sera per 30 giorni, mi ha detto che la danno alle persone anziane ed e' molto forte dovrebbe agire nel giro di due max tre settimane.
Mi ha prenotato l'esame per controllare il flusso dell'urina a fine aprile, gli ho chiesto se era anche il caso di fare un'esame di coltura del seme ma ha detto che non lo riteneva opportuno.
Mah speriamo bene visto che la clinica sembrava piu un hotel a sette stelle che un ospedale.
Dott Beretta che ne pensa?

[#29]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se ho capito bene, anche se mi sembra ci siano alcuni errori di dosaggi, l'urologo le ha dato della Tamsulosina, ma a 0,4 mg non 400mg (sarebbe troppo!).

Questo farmaco è un alfa-litico e serve a farla urinare meglio.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#30]  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore, mi sembra che l'atteggiamento terapeutico del suo urologo sia in linea con gli standards terapeutici englosassoni ( solo farmaci essenziali a differenza degli stndards italiani che prevedono, antinfiammatori, antibiotici, antidolorifici e ....)
L'urologia anglosassone è molto essenziale e basata sulla "evidenza" dei risultati. Quella italiana è più variopinta, personalizzata, in inghilterra dicono che abbiamo terapie molto "barocche"
segua le indicazioni, cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#31] dopo  
Utente
Gentile Dott Beretta le confermo come da foglietto illustrativo 0.4 mg Tamsulosin Hydrocloride, e' tre giorni che lo prendo e mi sembra di sentirmi un po' meglio ma la notte continuo ad alzarmi 4 o 5 volte lo stesso, lo specialista mi ha detto che agisce in 3 settimane speriamo bene.

Gentile Dott Pozza grazie anche a lei per il suo intervento, dice che siamo sulla strada giusta quindi, e sopratutto pensa che me lo risolvera' sto problema?

Una domanda a tutte due mettendo il carro davanti ai buoi, pensate che questa prostatite ricorrera in futuro, devo stare attento a qualcosa in particolare?

Grazie e Buona Pasqua a tutte due e rispettive famiglie.

[#32]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

mi sembra sulla strada giusta.

Sulle possibili recidive è bene sempre porre molta attenzione al futuro stile di vita (comportamenti e dieta!).

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#33] dopo  
Utente
Gentile dott Beretta;

ormai sono 3 settimane che sto prendendo il Tamsulosin 0.4 ma non noto particolari miglioramenti, la poliachia e la nicturia persistono (ho sempre molta sete specialmente la notte), il dolore persiste nella area perinale e nei testicoli va e viene. Per quanto rigurda il dolore noto esso peggiora quando ho un orgasmo, mi brucia tutto anche il pene nel canale dove passa il seme.
Lei mi consiglio' di fare l'esame del seme ( che anche a me sembra prioritario) ma l'urolo mi ha prescritto il test del flusso dell'urine (lo faro' il 24 Aprile) . Ora che cosa con questo esame si puo vedere? Bastera per risolvere il problema, sono un po' giu' e da gennaio che mi porto dietro sta roba, mi sa che avro' a questo punto qualcosa di cronico.

[#34]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se ci sono "dolore che persiste nella area perinale e nei testicoli che va e che viene e che peggiora quando ha un orgasmo, le brucia tutto anche il pene nel canale dove passa il seme.", il sospetto è che ci sia un problema infiammatorio delle vie uro-seminali e quindi bisogna fare un esame completo del liquido seminale con relativa valutazione colturale.

Risenta ora l'urologo.

Ancora cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#35] dopo  
Utente
Gentile dott Beretta;
glielo feci presente gia' al primo consulto (dietro suo suggerimento) insistero' al prossimo del 24 aprile. C'e' ne vuole di pazienza qua.
Ma col flusso cosa si accerta? Si accerta un eventuale danno oppure anche la causa del problema e del come intervenire? A me sembra secondario al test del seme.

[#36]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Infatti le ho scritto : "....bisogna fare un esame completo del liquido seminale con relativa valutazione colturale."

Risenta ora il suo urologo.

Ancora cordiali saluti.


Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#37] dopo  
Utente
Gentile dott Beretta;
questa mattina sono andato a fare il test sul flusso, ed ho consegnato il diario dei tre giorni per monitorare quanto volte urinavo, il volume ed il quantitativo dei liquidi ingeriti.

Partendo dal diario ho urinato dalle 13 alle 18 volte nei tre giorni.

Il test ha evidenaziato che di frnte ad un picco inziale del flusso poi calava drasticamente. Lo scan sullo vescita ha evidenziato un restante 90 ml su 350 ml urinati.

Sugli altri due grafici ora mi sfugge il nome in inglese ero a meno due dalla media.

Insomma l'urologo a detto che il quadro e' disatroso e che ho un blocco che va rimosso solo con operazione.

Mi ha cosingliato se volevo di fate un altro test con la sonda per confermare se c'e' il blocco a livello della prostata.

Lei che cosa mi dice dottore, ho il morale a terra.

Grazie.


Ps : ho cercato di fare delle domande per capire cosa lo avesse generato questa occlusione, ma il dottore mi ha risposto who knows.... chi lo sa. Bohh rimango basito parla poco questo dottore. Cosi se sbaglio qulacosa nello stile di vita continuero' a farlo,

[#38]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

non riesco a capire cosa significa "un altro test con la sonda": forse una ecografia transrettale, oppure una valutazione urodinamica?

Chieda ulteriori spiegazioni al l'urologo perché, da quello che ci scrive, poco si capisce se non che lei urina male e molto probabilmente c'è una ipertrofia prostatica.

Se comunque desidera avere altre notizie più dettagliate su tale problematica urologica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/383-quando-la-prostata-aumenta-di-volume-l-ipertrofia-prostatica-benigna.html,

https://www.medicitalia.it/salute/urologia/7-prostata.html.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#39] dopo  
Utente
Come me la l'ha detto l'ho scritto.
La differenza tra un medico irlandere e un italiano anche su questo fatto, il primo usa un terminologia elementare come che stesse parlando ad un bambino, l'italiano invece usa una terminologia tecnica integrata a concetti semplici cosiche' il paziente puo' capirre.
A mio modo di vedere il nostro approccio eleva la cultura medica in generale nelle persone.
Comunque ancora complimenti ancora perche' da lei forse ho capito cosa ho, penso il medico intendesse appunto un ipertrofia prostatica.
L'esame consiste nell'iserire una sonda nel pene e vedere il grado di dimensione che ha questa ipertrofia postratica. Non so come si chiami in italia, non so neanche in inglese perche' appunto non me la detto.
L'urologo ha detto che comunque quest'esame e' un qualcosa in piu' per fugare i pochi dubbi, infatti secondo lui vedendo il grafici io devo essere operato.
Un altro problema qua mica ti danno il referto, la documentazione se la mandano tra loro lo specialista ed il Gp, il paziente non li vede mai a meno che non faccia una richiesta scritta.

In italia abbiamo altre tecniche o terapie che escludono l'intervento? Io non vorrei farlo se non fosse necessario.

[#40]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

prima di pensare a tecniche o terapie, soprattutto chirurgiche, bisogna prima che lei arrivi ad avere una precisa diagnosi del suo problema clinico.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#41] dopo  
Utente
Ecco e' quello che dico io, ma le pare normale che l'urologo che ha quanto pare opera pure, possa determiare dopo un test sul flusso dell'urine che debba essere operato senza dubbio alcuno? Questa e' la mia domanda, e' possibile che questo semplice test sia cosi esaustivo per lui?

[#42]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

io personalmente preferirei avere più dati clinici diretti a disposizione, da valutare, vista anche la sua età, prima di prendere una decisione di tipo invasivo .

Ancora cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#43] dopo  
Utente
Sono d'accordo bisogna che scenda in Italia non c'e' altro da fare ho aspettato fin troppo.

Cosa mi consiglia di fare? Quali passi seguire?


Grazie dottore per i suoi preziosi consigli e per l'amichevole approccio.

[#44]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Io personalmente, come già le ho indicato, cercherei di meglio chiarire la causa o le cause dei disturbi lamentati.

Il primo passo è quindi avere un medico di fiducia e, attraverso di lui, eventualmente consultare un bravo specialista di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#45] dopo  
Utente
Gentile dott Beretta;

sono stato da un urologo italiano nella mia provincia di residenza, lo specialista prima di tutto mi ha rifatto fare l'esame del PSA il quale e' passato da 2.47 a 0.87.

Nello studio medico mi fatto urinare, ho svuotato tutta la vescita, mi ha sottoposto a tante domande, ha eseguito un ecografia a tutte le vie urinarie, reni ed anche fegato. Sucessivamente ha fatto un controllo per via rettale per constattare al tatto lo stato della prostata.

Bene a Dublino dopo un semplice esame sul flusso mi volevano operare subito, l'urologo italiano non solo a escluso l'intervento nella maniera piu' assoluta, ma a detto che la non c'e' ipertrofia prostatica, la prostata e' piccola e non ci sono calcificazioni.

Praticamente mi detto che non si puo fare niente perche' non c'e' niente di anormale, solo stare attento a quello che si mangia e si beve e fare controlli periodi just in case.

Solo una cosa l'urologo italiano mi ha chiesto se avevo male quando facevo l'amore, gli ho detto di no perche' cosi era, ma la mia attivita sessuale in questo periodo non era cosi frequente.

Ora che sto meglio ho reiniziato ad avere rapporti noto che ho dolore, bruciore anche per molte ore dopo l'orgasmo.

Ho paura che la sua intuizione di fare un'esame sulla coltura del seme diventa pressante che ne dice mi faccia sapere.

[#46]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

pure io le consiglio, a questo punto, una valutazione colturale completa sul liquido seminale.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#47] dopo  
Utente
Grazie Dott Beretta ora son tornato a Dublino spero di caverne qualcosa di buono, qui come accennavo all'inizio di questa storia, hanno un livello qualitato nella sanita' (sopratutto nelle risorse umane) da paese sottosviluppato, infatti importano personale medico da tutto il mondo, e visti i risultati non mi sembra una cosa positiva.

Puo capire lo shock e la consternazione nel sentire una cosi elevata differenza di valutazione tra i due specialisti, e lo specialista che mi ha visitato a Dublino lavora in una delle cliniche private piu esclusive del paese, si puo' immaginare il resto nel pubblico, che Dio benedica i medici italiani.

Le faro sapere.

[#48]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Grazie per la Benedizione, se ne ha, di questi tempi, un estremo bisogno!
Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org

[#49] dopo  
Utente
Grazie Dott Beretta ora son tornato a Dublino spero di caverne qualcosa di buono, qui come accennavo all'inizio di questa storia, hanno un livello qualitato nella sanita' (sopratutto nelle risorse umane) da paese sottosviluppato, infatti importano personale medico da tutto il mondo, e visti i risultati non mi sembra una cosa positiva.

Puo capire lo shock e la consternazione nel sentire una cosi elevata differenza di valutazione tra i due specialisti, e lo specialista che mi ha visitato a Dublino lavora in una delle cliniche private piu esclusive del paese, si puo' immaginare il resto nel pubblico, che Dio benedica i medici italiani.

Le faro sapere.

[#50]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Dopo otto ore dalla prima ha ripetuto la benedizione ai medici italiani e di questo noi medici italiani, in questo particolare momento storico, ne abbiamo molto bisogno e quindi continuo a ringraziarla a nome di tutti i medici che operano sul nostro territorio nazionale.

Giovanni Beretta M.D.
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/ http://www.andrologiamedica.org