Utente 292XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 27 anni, e da qualche hanno mi capita ogni tanto di avvertire un bruciore interno lungo il pene dopo l'eiaculazione. Tale bruciore avviene in momenti del tutto distinti, ovvero può capitare più volte in una settimana, per poi scomparire per settimane, come apparire una volta sola un giorno e poi basta, insomma è del tutto variabile. La sensazione di bruciore appare circa 5 minuti dopo l'eiaculazione, e successivamente avverto un lieve bisogno di urinare, (sebbene prima tale bisogno non fosse presente), e la minzione far passare tale bruciore dopo pochi minuti. Non ho fatto alcun esame a riguardo, ma un anno fa ho effettuato un esame urine con urincoltura per altri problemi, esami che non hanno rivelato alcun problema o valore fuori norma. A cosa potrebbe essere dovuto tale bruciore?
Ringrazio anticipatamente per la cortese attenzione, augurando buon lavoro.
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Patrizio Vicini

44% attività
16% attualità
16% socialità
ALBANO LAZIALE (RM)
GROTTAFERRATA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Caro lettore,
i sintomi che lei riferisce potrebbero essere legati ad un'infiammazione delle vie genitourinarie secondaria ad un'infezione, se i disturbi persistono le consiglio una visita specialistica andrologica per ulteriori approfondimenti.
Cordiali saluti.
Dott. Patrizio Vicini
www.patriziovicini.it
www.chirurgia-plasticaestetica.com
Roma

[#2] dopo  
Utente 292XXX

La ringrazio per la celere risposta. Alla fine la cosa è presente da qualche anno, ma data la lieve entità e rapidità di dissolvenza del dolore non ho mai fatto accertamenti ulteriori. Ne parlerò con il mio medico di base per effettuare ulteriori esami come da Suo consiglio.Le porgo un ulteriore domanda: c'è qualche esame in particolare del sangue o delle urine o altro che lei consiglierebbe? Potrebbe essere qualche cosa di riconducibile a Candida o altro? Le chiedo questo poichè la mia ragazza un paio d'anni fa ne è stata colpita.
Cordialmente la saluto e le auguro buon lavoro

[#3] dopo  
Dr. Patrizio Vicini

44% attività
16% attualità
16% socialità
ALBANO LAZIALE (RM)
GROTTAFERRATA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Molto probabilmente potrebbe essere legato alla Candida.
Cordiali saluti.
Dott. Patrizio Vicini
www.patriziovicini.it
www.chirurgia-plasticaestetica.com
Roma

[#4] dopo  
Utente 292XXX

La ringrazio, molto gentile. Buon lavoro
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Vicini, che mi ha preceduto, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html,

https://www.medicitalia.it/salute/prostata .

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 292XXX

Li ho appena letti e sono molto interessanti. Non ho mai fatto una visita a riguardo data la giovane età e anche perchè a parte quel piccolo fastidio sporadico non ho mai avuto problemi, ma so che nonostante l'età è importante farli. Nei prossimi messi provvederò a fare un controllo.
La ringrazio per la disponibilità e cortesia.
Buon lavoro
Cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene fatto il tutto poi, se necessario, ci riaggiorni.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#8] dopo  
Utente 292XXX

Buongiorno, appena farò gli esami vi aggiornerò certo, anche se purtroppo prevedo non potrò farli a breve per diversi impegni imminenti. Ad ogni modo, vorrei chiedere un informazione riugardo un altro sintomo che ho in questi giorni, e che ho avuto altre volte, che va e viene anche quello. A volte avverto un fastidio, definirlo dolore sarebbe esagerato, nella parte sinistra del pene dalla parte bassa interna del pene (da appena sotto e difianco al teticolo diciami) che arriva fino alla base del pene,e si irradia un po' lungo l'asta, e non so se collegato a ciò anche un lieve fastidio (come se fosse un prurito interno) nell'interno coscia che si irradia fino a metà coscia sx.
Potrebbero essere problemi legati agli altri sintomi o comunque sintomi andologici, o dolori tendinei/muscolari e simili?
Vi ringrazio per l'attenzione,
Buon lavoro
Cordiali Saluti

[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Sì, potrebbero essere sempre sintomi che ci indicano un problema infiammatorio a livello delle vie uro-seminali.

Ancora cordiali saluti
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com