Utente 157XXX
sono una donna di 31 anni e da qualche anno ho scoperto, tramite un'eco all'addome, di avere una cisti al rene che nel marzo 2011 era definita nell'ecografia come cisti corticale di 4.5 cm, in ottobre ho ripetuto l'ecografia e a cisti chiamata stavolta displasica aveva dimensioni di 5,5 cm. Ieri durante un controllo ginecologico il mio medico, ha controllato la cisti che sembra essere aumentata di volume fino a giungere a 8,3 cm. Fino ad ora mi era stato detto di non preoccuparmi, ma adesso considerato l'aumento di volume nel tempo non so cosa pensare e ovviamente penso al peggio. Vorrei pertanto avere un consulto e prenderò un appuntamento il prima possibile com un urologo, intanto è il caso di fare altre analisi? Devo veramente pensare che possa trattarsi di qualcosa di grave? Ringraziandola anticipatamente le porgo distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

se si è di fronte ad una cisti semplice renale, come sembra da quello che ci scrive, difficilmente questa presenta delle problematiche cliniche (dolore, problemi ostruttivi ed altro) tali da portare ad una indicazione chirurgica per una sua eventuale asportazione.

In questi casi generalmente si segue la situazione con ecografie ripetute, possibilmente fatte sempre con lo stesso collega perché a volte le dimensioni di tali formazioni cistiche sono apparecchiatura ecografica ed ecografista dipendenti.

Risenta ora il suo urologo di riferimento e con lui rivaluti per bene il suo problema clinico.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 157XXX

Gentile dottore, io spero di essere di fronte ad una cisti semplice, in realtà io sento dei fastidi al fianco destro che non so se imputabili alla cisti o a dei problemi che ho alle vertebre lombari. Comunque il mio medico di famiglia mi ha prescritto delle analisi per misurare la funzionalità renale, così almeno ho degli elementi in più, intanto la mia visita urologica è fissata fra tre giorni, la mia preoccupazione persiste. Grazie mille per la sua risposta.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Fatte tutte le valutazioni del caso, mi aggiorni, se lo ritiene utile.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2000
cara lettrice,

la presenza di una cisti renale richiede l'esecuzione delle analisi di base, l'effettuazione di una urografia o urotac per vedere se ci sono comunicazioni tra la cisti e le vie escretrici renali e,se la cisti ha un diametro superiore a 7-9 cm, organizzare la sua evacuazione con successiva alcolizzazione ( procedura ambulatoriale o in DH)
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

prudenza nel raccogliere indicazioni di facili procedure ambulatoriali soprattutto in presenza di cisti non particolarmente voluminose, come la sua.

Sempre sentire in primis il suo urologo di fiducia.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 157XXX

Le mie analisi: azotemia 26 mg%ml, creatininemia 0,64 mg%ml, uricemia 5,76 mg%ml, sodio e potassio nella norma, valori urine ok tranne proteine 5mg/dL e rare emazie 1-2 pc, rari leucociti 1-2 pc. Valori preoccupanti? Altra notizia che potrebbe essere utile é la presenza in famiglia di altri casi di cisti ai reni. Grazie sempre per la vostra disponibilità.

[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

valori non preoccupanti.

Senta ora comunque e sempre il suo medico di fiducia ed il suo urologo di riferimento in diretta.

Ancora cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#8] dopo  
Utente 157XXX

Gentili dottori, finalmente ho eseguito una visita urologica, il medico mi ha ripetuto l'ecografia, in particolare scrive: all'ecografia renale dx si evidenzia voluminosa cisti anecogena di quasi 9 cm di diametro massimo con le caratteristiche della cisti semplice. Mi ha consigliato inoltre di eseguire una tac con mdc addome- pelvi. Intanto per i dolori che ogni tanto sento al fianco posso assumere qualche farmaco? Grazie.

[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se sono dolori sopportabili non si pasticci altrimenti bisogna sempre risentire in diretta il suo medico di fiducia.

Segua ora le indicazioni ricevute dal suo urologo e poi ci riaggiorni.

Ancora cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#10] dopo  
Utente 157XXX

Gentili medici, stamattina ho eseguito tac con mdc addome completo e avrò il referto fra una settimana. Se come ha diagnosticato l'urologo che mi ha visitata e fatto l'eco, si tratta di una cisti semplice, come mai io continuo a sentire dolore, come una lama perennemente conficcata al fianco, può una cisti far male? Credo di essere un pò troppo ansiosa ma non so più cosa pensare. Grazie per la vostra presenza e disponibilità, rappresentate una risorsa utile un punto di riferimento indispensabile!

[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

generalmente una cisti renale semplice non dà sintomi ma anche questo non sempre è vero ed è per questo motivo che il suo urologo sta cercando di meglio capire la sua situazione clinica lei, senza furie ed ansie inutili che di solito aggravano i sintomi, cioè i dolori, segua ora le sue precise indicazioni.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#12] dopo  
Utente 157XXX

Ecco il referto della tac: L'esame spiral TC dell'addome superiore ed inferiore, eseguito di base e dopo contrasto, mette in evidenza: fegato nei limiti per dimensioni a densità nel complesso omogenea ove si eccettui la presenza in S8 e S5 di millimetriche formazioni costantemente ipodense nelle fasi pre e post-contrastografiche con aspetto cistico. Vie biliari intra ed extra-epatiche non dilatate. Vena porta ed affluenti portali pervi. Milza aumentata di dimensioni (diam. A-P 13.8 cm circa) a densità omogenea. Reni dismorfici con aspetto a ferro di cavallo con istmo parenchimale che unisce i due poli inferiori; il sinistro appare inoltre parzialmente extraruotato. Non evidenti segni di stasi urinaria. In corrispondenza del rene di destra si osserva formazione cistica con diam. max sul piano assiale di 9 cm. Non evidenti significative alterazioni densitometriche a carico di pancreas, surreni e vescica. Non evidenti con la metodica espansi patologici nello scavo pelvico. Non versamento libero in addome. Assenza di linfonodi significativamente aumentati di volume in sede addomino-pelvica.
Potreste darmi per favore un parere? Grazie per la disponibilità.

[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

è stato riscontrato, oltre alla cisti già nota, anche una malformazione dei reni che si presentano uniti e disposti come un "ferro di cavallo".

Tutte situazioni anatomiche queste particolari, non rarissime che di solito, soprattutto se non ci sono segni di una stasi urinaria, non si toccano.

Senta o risenta ora sempre comunque anche il suo urologo di riferimento.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#14] dopo  
Utente 157XXX

Per quanto riguarda, invece, le formazioni ipodense con aspetto cistico nel fegato e la milza ingrossata possono essere allarmanti?

[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Per queste specifiche e particolari situazioni anatomiche è bene chiedere al suo medico curante anche se non mi sembrano, dai pochi dati clinici che si ha, situazioni "allarmanti".

Sentito il suo medico poi mi riaggiorni.

Ancora cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#16] dopo  
Utente 157XXX

Buon giorno dott.ri, la mia storia non giunge ancora al termine. Per quanto riguarda la mia grande cisti semplice al rene, ho già programmato, su consiglio del mio urologo, l'evacuazione che avverrà suppongo dopo l'estate. Adesso però da giorni ho un fortissimo dolore al fianco destro sia sulla parte posteriore che anteriore, e una sensazione di gonfiore come se avessi qualcosa all'interno. Il mio medico che mi ha visitata mi ha detto che non c'è niente alla palpazione e mi ha detto di prendere una tachipirina al giorno. Il dolore però non cessa e mi rende la vita difficile. Mi chiedo se questo dolore può essere causato dalla cisti ,che è 9 cm, o se devo fare altre indagini. Sto per impazzire e non so cos'altro potrei prendere oltre la tachipirina che non sortisce alcun effetto. Grazie per il vostro aiuto.

[#17] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

segua l'indicazione del suo medico di fiducia e nel frattempo bisogna risentire il suo urologo di riferimento per ripetere eventualmente una ecografia delle logge renali.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#18] dopo  
Utente 157XXX

Buongiorno, la storia della mia grossa cisti continua. Due giorni fa sono stata ricoverata in day hospital programmato, su richiesta del mio urologo, per eseguire l'aspirazione della cisti con sclerotizzazione, in realtà è stata eseguita soltanto il drenaggio percutaneo della cisti perché il medico riscontrando una comunicazione fra la cisti e le vie urinarie ha ritenuto opportuno non iniettare la soluzione alcolica. La mia preoccupazione è che la suddetta cisti possa riformarsi in tempi brevissimi, in questo caso quale potrebbe essere la strada da intraprendere? Infine, può la mia cisti diventare di altra natura e compromettere i reni? Grazie anticipatamente per l'attenzione.

[#19] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

se si riforma la cisti il passo, se ritenuto opportuno, è di tipo chirurgico; sulle altre "nature" della cisti stia tranquilla e segua sempre le indicazioni del suo urologo.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#20] dopo  
Utente 157XXX

Grazie mille dott. Beretta lei è sempre molto presente e gentile, soltanto che essendo ancora un po dolorante per l'aspirazione, e delusa per non aver potuto concludere la procedura con la sclerotizzazione, ho paura di aver complicato ancora di più la mia situazione. Lei che ne pensa? Comunque fra un mese ho già un nuovo controllo con ecografia e spero che già non si sarà ripresentato il problema. Grazie ancora per la sua disponibilità!

[#21] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

senza drammi, attendiamo l'evoluzione di un problema clinico che fortunatamente non ha mai esiti infausti.

Mi aggiorni comunque, se lo desidera.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#22] dopo  
Utente 157XXX

Gent.mo dott. Beretta, ho fatto il controllo ecografico dopo appena un mese dall'aspirazione della cisti, e come pensavo il problema si è ripresentato. Questo il referto: "Paziente con esiti di recente puntura evacuativa ecoguidata di cisti renale destra. Presenza di reni con morfologia a ferro di cavallo; a destra in sede corticale si apprezza formazione anecogena con rinforzo acustico di parete posteriore a multipli tralci iperecogeni nel suo contesto, avente dimensioni massime di 8x5 cm circa. non evidenzia immagini da riferirsi a litiasi o idronefrosi. Vescica a pareti regolari, esente da immagini patologiche endolumiali." Secondo il referto il problema non solo si è ripresentato, ma forse è peggiorato. Io intanto continuo ad avere fastidio. Adesso non so proprio cosa fare... ho già preso appuntamento con il mio urologo, però intanto mi faceva piacere sentire la sua opinione. La ringrazio anticipatamente, Cordiali Saluti.

[#23] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

se il "fastidio non è tollerato, in questi casi, è bene ricorrere ad una asportazione chirurgica, se possibile laparoscopica della cisti.

Senta comunque ora in diretta il suo urologo che sicuramente le darà le ultime e precise indicazioni terapeutiche da seguire.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com