Utente 142XXX
Vado da 2 mesi in bici ho 21 anni, faccio uscite lunghe sopratutto ultimamente. Quando sono in bici nelle ultime 2 uscite mii si intoripidisce il pene e il problema persiste anche quando non sono in bici. In questo momento la parte anteriore del bene è intorpidita, completamente insensibile, mentre la parte posteriore e normale. Sono molto preoccupato cosa devo fare? Aiutatemi.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore,
quanto ci riferisce è abbastanza frequente in tutti le attività "di sella" (ippica, motociclismo, ciclismo). Il lieve ma prolungato trauma sul perineo, in soggetti particolarmente predisposti, influisce sull'innervazione locale (nervi pudendi) e la prima "sofferenza" si manifesta con la perdita di sensibilità. Si tratta certamente di un fenomeno transitorio e non in grado di evolvere in un danno significativo. D'ogni modo, se la cosa le dà particolarmente fastidio, prima di darsi ad altre attività sportive (non all'ippica ... però!) potrà facilmente consultarsi con altri appassionati (le ripetiamo che si tratta di una manifestazione piuttosto comune) i quali le possano indicare particolari tipi di sella cosiddetta "prostatica" o "con il buco" che sono ideate apposta per limitare la compressione del perineo.

Saluti

Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 142XXX

La ringrazio per il consiglio dottore, ho comprato una sella con il buco domani pomeriggio la testo e le faró sapere. Comunque il problema persiste ancora, quanto tempo ci vuole a riacquistare la sensibilità? grazie 1000

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
se la compressione non viene ripetuta, è molto probabile che la riduzione di sensibilità (parestesìa) si risolva entro un paio di settimane.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 142XXX

Con la nuova sella non mi sembra che il problema sia peggiorato. Aspetteró queste 2 settimane allora, la ringrazio dottore!!. Le faró sapere in ogni modo, grazie ancora di tutto.

[#5] dopo  
Utente 142XXX

Salve dottore, sto continuando ad allenarmi con la sella con il buco. Oggi oltre al sintomo di intorpidimento che è rimasto stabile ma leggermente migliorato rispetto a domenica si è aggiunto il problema che sento il bisogno di urinare spesso. È un episodio normale? La ringrazio nuovamente.

[#6] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
se quanto ci racconta è un sintomo apparso solo oggi, è ovviamente necessario attendere qualche giorno prima di giudicare. Ricordi che con l'arrivo del caldo, tutte le atttività fisiche medio-pesanti sono a serio rischio di indurre una disidratazione, molto nociva in assoluto per i reni e le vie urinarie. Ricordi che dopo una sudorazione profusa è indispensabile reintegrare velocemente i liquidi, in quantità generalmente molto superiore a quanto stimato (anche 2 litri e più). La prova dell'avvenuta reidratazione è la comparsa delo stimolo ad urinare non oltre le 1,5-2 ore dalla fine dell'allenamento.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#7] dopo  
Utente 142XXX

Va benissimo dottore, la ringrazio di nuovo. Le faró sapere sull'evolversi della situazione speriamo in meglio. Le auguro una buonaserata a presto!

[#8] dopo  
Utente 142XXX

Salve dottore, ad oggi non ci sono stati miglioramenti sulla sensibilità, l'unico miglioramento di cui le avevo accennato riguarda la parte sotto il glande, per il resto nessun miglioramento. Spero che nella prossima settimana migliori. Per quanto riguarda l'urina nessun problema.

[#9] dopo  
Utente 142XXX

Gentile dottore, ho notato che l'intorpidimento non migliora perchè il buco della sella non arriva fino alla punta triangolare. Il problema l'ho solo alleggerito e in bici l'intorpidimento e leggermente migliorato rispetto a prima.. Leggendo su internet ho trovato una sella che non comprime nessun nervo genitale con un buco molto piu espanso di questa che ho ora, peró per il momento non posso prenderla. Se continuo ad andare in bici con la sella attuale il problema potrebbe peggiorare? Comunque entro 2 settimane dovrei prendere quella sella.

[#10] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
forse la pagano per andare in bicicletta ... ? A parte gli scherzi, la compressione dei nervi pudendi contro il piano osseo del bacino (branca ischiatica) non crediamo proprio possa creare gravi lesioni irreversibili, d'ogni modo se la cosa le crea fastidio ed apprensione, diremmo che lasciar perdere, almeno per un po' di tempo, sarebbe la soluzione più sensata. Concorda?

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#11] dopo  
Utente 142XXX

Dottore, per me e pura passione, tra un mese ci sarà una granfondo a cui tengo molto e la stavo preparando al meglio con la mia squadra locale. Non vorrei fermarmi perchè ho un'ottima condizione fisica e fermarmi ora significherebbe perderla. Cio che mi preoccupa non è l'intorpidimento che peggiora in bici ma quello che permane sempre. Non ho problemi di erezione o quantaltro peró ovviamente faccio più fatica ad averla. Se la compressione nn crea danni io posso anche sopportare il fastidio finche non cambio sella.

[#12] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
cosa vuole che le si dica? Fatti suoi! È giusto che nella vita ognuno abbia la libertà di scegliere e seguire le proprie priorità.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#13] dopo  
Utente 142XXX

Se lei mi consiglia che fermarmi è necessario io lo faccio, non voglio compromettere assolutamente la mia salute.

[#14] dopo  
Utente 142XXX

La saluto dottore e mi perdoni se le ho fatto la testa acqua,. Cercheró di non toccare la bici per un po finche non prendo la sella apposita, per me questo sarà un grande sacrificio. La ringrazio di tutto a presto.