Sospetto varicocele

Salve,
essendo abbastanza ignorante in materia, chiedo scusa anticipatamente a tutti voi se durante questo consulto non dovessi riuscire ad esprimermi in maniera chiara e appropriata, cercherò comunque di essere il più comprensibile possibile.
Dunque:
Un bel pò di mesi fa, probabilmente anni, ho notato come una "pallina" sotto i testicoli, però non sono mai riuscito a capire con esattezza dov'è situata di preciso, probabilmente perchè si muove, solitamente la trovo sotto il testicolo sx, altre volte non la trovo; comunque inizialmente non dova alcun fastidio e quindi l'ho presa in considerazione ma potenzialmente l'ho ignorata, più che altro perchè ho una paura assurda a farmi visitare proprio in quel punto. So che è stupido, ma la mia non è vergogna, la mia è proprio paura... Paura di poter avere qualcosa da asportare chirurgicamente, paura di sentire forte dolore durante la visita, etc...
Continuo,
a distanza di tempo, ho di tanto in tanto avuto dei fastidi ai testicoli, più spesso in quello sx, quasi sempre come un dolorino sordo, spesso ma non sempre collegato indirettamente o direttamente ad fastidio inguinale.
Per specificare meglio il punto più "dolorante", mi esprimo in termini poverissimi: Il fastidio maggiore l'ho avverto nel lato sx del guscio che contiene i testicoli, praticamente attaccato all'inguine e alla base del pene, base del pene che al tatto risulta pure dolorante, per l'esattezza alla base del pene si gonfia spesso una vena durante la masturbazione e quella vena premendola fa male, anche non in erezione, quella vena al tatto fa male.
Altra cosa, in questi giorni, i testicoli li trovi più sensibili, più delicati del solito. Da seduto e on i jeans soprattutto.
Ma se ho pensato di scrivere a voi, e se sto seriamente pensando di fare una visita da un vostro collego è perchè l'altro giorno, siccome era da un pò di settimane che non avevo rapporti sessuali, ho sentito il bisogno di "svuotarmi" manualmente, ci ho trovato "gusto" e l'ho fatto più volte, ma non di seguito, durante le settimane successive, mai più di una volta al giorno, comunque durante l'ultima masturbazione ho sentito la pallina sotto il testicolo sx più grossa del solito, soprattutto a eiaculazione avvenuta, allora ho iniziato ad osservare da ogni posizione il testicolo e stringendolo alla palpazione ho toccato e visto proprio sotto, anzi praticamente attaccato al sinistro, come una bozza, o una ciste, o un non so cosa. Stretto insieme ai testicoli, faceva diventare la pelle della parte interessa di un colore diverso al rosa/rosso normale, diciamo che aveva un colore tipo ammaccatura. Inoltre ho notato, e questo è presente tutt'ora, più capillari sicuramente rotti. Dopo aver fatto la doccia, questo gonfiore non esisteva più, è scomparso gradualmente, senza causarmi dolore o fastidio alcuno. Anche se da quel giorno, quindi da tre giorni, il testicolo sx me lo sento più pesante, anche se ad occhio quello sinistro sembra come sempre più piccolo del destro.
Incuriosito e preoccupato, ieri sera ho effettuato nuovamente la masturbazione per vedere se si fossero ripresentati i problemi della volta scorsa, in realtà la pallina, che al tatto si avverte come un microchip sottocutaneo, non si è gonfiata, ne prima, ne durante, ne dopo. Però, questa mattina mi sono alzato col solito fastidio al testicolo/inguine, del tutto sopportabile ma molto meno da seduto e con i jeans, inoltre sempre oggi, ho notato che i miei testicoli, all'interno del "guscio" si muovono secondo me in maniera anomala, cioè riesco entrambi a metterli in posizione QUASI orizzontale, a dire il vero l'ho notato anche prima di oggi, ma non avendo fastidi particolari prima, non ci ho fatto caso più di tanto; questo non lo so sinceramente se e' un anomalia o se è qualcosa del tutto normale. Completo dicendo che ultimamente, di tanto in tanto accuso un pò di bruciore alla vescica, anche in questo caso, del tutto sopportabile. La sera, fumo di più, di conseguenza bevo tantissimo e mi alzo più volte per andare in bagno a fare pipì.
So che dovrò trovare il "coraggio" da uomo vero per affrontare la situazione tramite visite ed esami del caso con un vostro collega, e lo farò, questione di giorni, almeno spero, intanto qualcuno di voi, si è fatto un idea? So che è necessaria la visita e che così non vi potete esprimere più di tanto, so pure che devo prendere con le "pinze" tutto ciò che riguarda un consulto online, ma leggendo ciò che vi ho scritto, che idea vi site fatti, magari elencando i sintomi che vi ho raccontato? Potrebbe essere varicocele? Cisti? Grasso?
Spero di ricevere più risposte.
Vi ringrazio anticipatamente, a tutti.
Distinti saluti e SEMPRE GRAZIE PER IL SERVIZIO CHE OFFRITE!
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 27,3k 1,3k 15
Gentile Giovanotto,
come le stesso pare rendersi conto, nonostante la sua più che meticolosa descrizione, non è per noi possibile giudicare alcunché. Vi sono comunque molti fattori che propendono per una condizione assolutamente benigna e non preoccupante. Ciò non toglie che una visita diretta sia doverosa e necessaria a smuoverla da questa situazione di dubbio perenne ed improduttivo.

Saluti

Dr. Paolo Piana
Responsabile Trattamento Calcolosi Urinaria A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.paolopianaurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
altre risposte purtroppo non ne sono arrivate, comunque volevo aggiungere qualche altra cosa, che magari può servire a rendere più chiara la diagnosi virtuale:
da qualche giorno, successivamente ad una masturbazione effettuata dalla "compagna" non ho riscontrato il gonfiore della "pallina" sotto i testicoli, però... ho, subito dopo aver eiaculato, riscontrato un bruciore fastidioso al pene, in un primo momento anche durante la minzione.
con il passare delle ore/giorni... il bruciore si presenta FORTUNATAMENTE a momenti, non è continuo... ogni tanto si associa ad un bruciore che va da sotto il testicolo all'ano.
mi hanno prescritto 2 bustine di monuril

domani andrò dal medico di famiglia, poi vedremo il da farsi

voi potete dirmi qualcos'altro in merito? ho letto che potrebbe essere prostatite
[#3]
Dr. Paolo Piana Urologo 27,3k 1,3k 15
Gentile Giovanotto,
la prescrizione empirica di antibiotici non è per nulla nelle nostre "corde", ma ora ovviamente prima prendere qualsiasi iniziativa, bisognerà attendere qualche effetto, positivo o negativo che sia. Le ripetiamo che in una situazione di interpretazione non immediata, l'appoggio che si può dare a distanza è asoslutamente limitato.

Saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
carissimo Dr. Piana, intanto la ringrazio tanto di vero cuore perchè è l'unico che si è preoccupato di darmi una risposta
la voglio aggiornare approfittando della sua competenza e gentilezza:
ho chiamato il mio medico (di famiglia) e siccome è in ferie gli ho spiegato tramite cellulare i problemi e mi ha dato appuntamento a domani, quindi domani con lui dovremmo decidere il da farsi
allora, io ci tengo a precisare che non ho ne febbre, ne perdite di sangue, ne bruciore durante la minzione
il tutto è iniziato con un fastidio, tipo pesantezza al testicolo, ogni tanto passa ma poi ritorna con facilità, questo fastidio sembra essere collegato con l'inguine, tanto è vero che un paio di volte mi ha procurato fastidio pure stare in piedi col peso del corpo su quel lato, mi faceva male la gamba, anzi mi correggo, non era dolore ma senso di pesantezza anche in questo caso, il tutto sicuramente fastidioso ma sopportabilissimo
poi, dopo aver effettuato una masturbazione con la "compagna" ho subito avvertito un senso di bruciore lungo all'interno del pene, e quella notte l'ho passata praticamente in bagno, avevo urgente e ripetuto bisogno di urinare. L'indomani è rimasto solo il bruciore, lieve e a momenti, sopportabile ma quando si presenta seppur per pochi secondi è fastidioso.
ieri ho preso la prima bustina di monuril, fra poco prenderò la seconda.
oggi è andata un pò meglio, ho avuto un solo episodio di bruciore, però ho di nuovo quel senso di pesantezza al testicolo, in mutande mi trovo decisamente meglio, mi da fastidio il jeans. in poche parole ho il testicolo sx piuttosto delicato in questi giorni.
ecco, io non chiedo la diagnosi perche' non sono così ignorante da pensare che una diagnosi online vale quanto una dal vivo, però data la vostra esperienza avrete sicuramente un idea, io quello vi chiedo... cosa secondo voi/lei potrebbe essere leggendo quello che vi ho scritto. tutto qui...

un ultima cosa, più che altro una curiosità... siccome io negli ultimi mesi, da solo e in compagnia ho praticato sesso "manuale", potrebbe aver inciso tutto questo col bruciore? anche perchè io adesso ho il terrore e sono riluttante all'idea di praticare un'altra masturbazione anche in compagnia della "compagna".???
[#5]
Dr. Paolo Piana Urologo 27,3k 1,3k 15
L'ipotesi più verosimile è certamente quella di una modesta infiammazione genitale interna, localizzata principalmente alla prostata, dovuta a cause non precisabili. tenga conto che queste situazioni risentono moltissimo delle abitudini di vita e quindi, più che ai farmaci, rispondono a particolari attenzioni sui classici 5 punti: alimentazione, idratazione, funzione intestinale, attività fisica e sessuale. In merito a quest'ultima, considerato che non è un obbligo ma dev'essere qualcosa di piacevole ed appagante, se invece è in grado di scatenare disturbi e situazioni sgradevoli, concordiamo con lei sul fatto che sia inutile insistere, ma rimandare il tutto a tempi migliori. Ovviamente queste sono solo ipotesi, cui solo una visita diretta può dare la necessaria consistenza. Con questo, il presente consulto è da considerarsi chiuso.

Saluti
[#6]
dopo
Utente
Utente
si certo, domani vado dal medico e se per lui sarà il caso di approfondire il tutto mi prenoterò una visita da un urologo e fare analisi e quant'altro...
in realtà io , non pensando che potesse mai centrare con questo discorso , ho evitato di dirvi che soffro di colon irritabile , che non ho uno stile di vita salutare al massimo , non svolgo attività fisica e credo di essere un pò sovrappeso e soffro un pò d'ansia...oltre ad aver maturo di recente un ipocondria non da poco
[#7]
Dr. Paolo Piana Urologo 27,3k 1,3k 15
Avevamo in effetti la vaga impressione di cogliere nel segno ... Lo stile di vita incide in modo sostanziale nella maggioranza di questi casi ed in modo comunque significativo nella rimanenza.
[#8]
dopo
Utente
Utente
però i sintomi che gli ho elencato sono reali, non sono frutto della mia immaginazione.
la ringrazio tanto e se vuole la terrò aggiornata

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test