Utente 119XXX

Buonasera, ho 36 anni e circa 2 settimane fa, al mattino, ho avuto un episodio che adesso vi spiego. Mi accingo per urinare quando nello spostare la pelle sento un forte bruciore, inizio ad urinare e sento ancora un forte bruciore e mi accorgo che mentre urino esce anche del sangue rosso vivo. Dopo essermi pulito, verifico cosa possa essere e aprendo un poco il glande mi accorgo che appena internamente, ai lati come un graffio e penso che il sangue si uscito da li. Probabilmente,mi sono graffiato con la carta nel pulirmi dopo urinato ( è un abitudine). Dopo questo episodio non si ripete più e dopo 1 giorno di fastidio alla punta, passa tutto. Domenica mattina al risveglio avverto qualche fastidio sempre in punta mi controllo e vedo sempre questo graffio ma onestamente non sò se è la normale anatomia. Decido, su consiglio del medico, di eseguire analisi urine con antibiogramma e tampone uretrale. Oggi ho avuto i risultati e sono stati tutti negativima 2 valori alterati: Emoglobina 0.06 ( riferimento <0.03) Emazie 56 (riferimento <15) Unica cosa che posso dire e che la raccolta delle urine l'ho fatta subito dopo che mi è stato fatto il tampone uretrale (abbastanza doloroso) e potrebbe essere che ciò abbia causato un pò di globuli rossi nel sangue anche se non ho notato nessuna traccia di sangue nell'urinare ma solo urine un poco più scure. Eseguirò degli esami ecografici a rene vescica e prostata, ma nel frattempo chiedo a voi, cosa potrebbe essere? A parte un pò di bruciore in punta non ho altri fastidi. Grazie

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

da quello che ci scrive, si potrebbe pensare ad una infiammazione delle sue vie urinarie, vescica ed uretra compresa.

Detto questo, se comunque desidera avere altre notizie più dettagliate su tale problematica urologica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/199-cistiti-ed-uretriti-quando-l-urina-brucia.html .

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 119XXX

La ringrazio, ho letto l'articolo. Quindi secondo lei è possibile avere un tampone uretrale ed una coltura negativa ma comunque avere un'infiammazione? Che esami diagnostici mi consiglia?

[#3]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Esegua le valutazioni ecografie, già indicatele e poi senta in diretta un bravo ed esperto urologo.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 119XXX

la ringrazio. Lunedì ho l'ecografia reni, vescica e prostata.
Stamattina ho ripetuto analisi delle urine ed ho avuto i risultati nel pomeriggio.
L'emazie risultano assenti questa volta, ma l'emoglobina presente.
Lei come interpreta questi dati secondo quanto da me descritto?
Le dico che ho un bruciore alla punta del pene da 2 giorni che noto aumentare dopo la minzione.

[#5]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Difficile darle una precisa e corretta interpretazione di sintomi così complessi, si può pensare forse ad una infiammazione dell'uretra distale a livello del meato, ma ora risenta in diretta sempre il suo urologo di riferimento.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 119XXX

Si lunedì inizierò a fare l'ecografia e poi andrò dall'urologo. Ma un'infiammazione uretrale può portare anche fastidi alla vescica come bruciore?

[#7]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
[#8] dopo  
Utente 119XXX

salve le scrivo a distanza di qualche tempo per comunicarle che ho eseguito circa 1 mese fa ecografica reni, vescica e prostata ed è tutto negativo. Il fastidio in punta al pene si è placato ma da qualche giorno si è ripresentato una sorta di bruciore.
Stamattina ho eseguito delle analisi delle urine per controllo e questi i risultati:
ASPETTO: LIEVEMENTE TORBIDO
COLORE: II VOGEL
REAZIONE PH: ACIDA
PESO SPECIFICO: 1030 (1015-1025 RIFERIMENTO)
ALBUMINA: ASSENTE
EMOGLOBINA: PRESENTE
GLUCOSIO: ASSENTE
MUCOPUS: ASSENTE
UROBILINA: NORMALE
PIGMENTI BILIARI: ASSENTI
ACETONE: ASSENTE
NITRITI: ASSENTI
CELLULE: RARE
LEUCOCITI: RARI
CRISTALLI: ALCUNI URATI
EMAZIE: RARE
GRANULI: ASSENTI
CILINDRI: ASSENTI

ho riscontrato ancora la presenza di emoglobina nelle urine.
Da cosa può dipendere? Cosa mi consiglia di fare?
Grazie

[#9]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Le consiglio ora di riconsultare di nuovo il suo urologo di fiducia; nel frattempo, visto il peso specifico delle sue urine, se non ha problemi di ordine generale che impediscono l'assunzione di acqua, incominci a bere.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#10] dopo  
Utente 119XXX

No purtroppo bevo poco ma sto cercando di aumentare la quantità di acqua giornaliera.
Domani ricontatto l urologo, ma a suo parere di cosa potrebbe trattarsi?

[#11]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Apparentemente, dagli esami inviati, poco, anzi nulla, le si può dire di preciso.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#12] dopo  
Utente 119XXX

Salve. Oggi sono stato dall urologo per un controllo in ospedale. Ha visto l'ecografia eseguita un paio di mesi fa, le analisi delle urine ed ha ascoltato i miei sintomi. Dopo mi ha visitato il pene e anche la prostata per via rettale. Mi ha detto che ho una leggera infiammazione della prostata e mi ha dato una cura per 2 mesi con deprox 500 e poi tra 3/4 mesi un controllo portando analisi delle urine.
Per il discorso della microematuria mi ha detto che è una cosa minima e non mi ha saputo dare una risposta precisa in merito, accennando solo al fatto che bevendo poco, può capitare che qualche cellula ematica si accumuli nelle urine, ma non ha trovato altre cause in merito.
Lei cosa ne pensa?

[#13]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Segua ora le indicazioni ricevute partono comunque da un medico che ha potuto visitarla.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#14] dopo  
Utente 119XXX

Si certo domani inizio la cura come prescritto. Volevo solo capire l'origine di questa microemeturia e soprattutto capire anche questo bruciore che mi prende a volte (come adesso) nella zona della vescica ed alla punta del pene.

[#15] dopo  
Utente 119XXX

dottore mi perdoni ma questo bruciore vescicale e in punta al pene può derivare sempre da questa leggere prostatite?
Oggi ho accompagnato mia moglie dal ginecologo ed ho avuto modo di spiegare anche a lui la situazione e mi ha consigliato di fare una cistoscopia, mi diceva potrebbe essere qualche papilloma virus vescicale. Secondo lei è il caso di eseguire questo esame?

[#16]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Senza il benestare preciso ed informato del suo urologo non faccia indagini invasive che potrebbero, tra l'altro, essere inutili.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#17] dopo  
Utente 119XXX

Si in effetti non voglio fare esami inutili e senza consenso dell'urologo.
Stanotte praticamente ho avuto forti bruciori tra vescica e pene fino alla punta. Stamattina ho richiamato l'urologo che mi ha detto di prendere del ciproxin 500 per 7gg 2 volte al giorno. Oggi ho ancora fastidi che si alternano tra bruciori sempre vescica e pene e dolori basso addome.
Vorrei solo capire se questi sintomi derivano da questa leggera infiammazione alla prostata o è subentrato altro tipo cistite. Non vorrei prendere farmaci a vuoto e soprattutto un antibiotico. Non era il caso di eseguire un urinocultura prima? Potrebbe darmi qualche chiarimento se questi sintomi ed una sua opinione ?

[#18]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Utile per capire se è presente anche una cistite fare una valutazione colturale completa anche sulle urine.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#19] dopo  
Utente 119XXX

Quello che pensavo anche io, ma se adesso inizio col ciproxin, martedì non posso eseguire l'esame. Stanotte non ho avuto fastidi, pensavo di attendere di fare l esame urine e poi iniziare l antibiotico. Cosa mi consiglia?

[#20]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, segua i suoi sintomi, se si aggravano segua comunque le indicazioni già ricevute.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#21] dopo  
Utente 119XXX

grazie, farò in questo modo.
Per adesso sto comunque continuando a prendere il deprox500 e se nel frattempo i sintomi peggiorano, inzio col ciproxin.
grazie e buona Pasqua

[#22]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Anche a lei un augurio di buona Pasqua.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#23] dopo  
Utente 119XXX

Salve dottore. Stamattina ho consegnato le urine al laboratorio per le analisi e adesso sono in attesa delle risposte. In questi 2-3 giorni non ho avuto fastidi, solo un pochino ieri alla base del pene. L'altro ieri controllando il pene ho notato che la pelle esterna era arrossata con un striscia di sangue e scappellando ho visto che nella parte bassa del glande come una screpolatura, rossa che oggi ho notato che si sta chiudendo. Ho associato il bruciore post-minzione proprio al fatto che qualche gocciolina di urina possa finire in quelle zone creando bruciore.
Oggi invece poco prima di pranzo ho avuto un fortissimo bruciore sempre in punta al pene con fastidio anche zona vescicale e basso addome (all'addome era come se dovessi evacuare o fare dell'aria). Un oretta prima ho avuto un eiaculazione ma non so se questo possa esserne stata la causa anche perché sabato ho avuto un rapporto ma dopo non ho avuto sintomi particolari se non dolore/bruciore al glande (non intenso come adesso) passato dopo un paio di ore.
Attendo i risultati delle analisi, vorrei capire se questi sintomi sono da attribuire ad un'infezione o a cosa. Lei si è fatto un'idea su cosa potrebe essere?

[#24] dopo  
Utente 119XXX

buongiorno. Ieri mi sono arrivate le risposte delle analisi delle urine. ecco di seguito:
COLORE Paglierino (Paglierino(
ASPETTO Limpido (Limpido)
PESO SPECIFICO 1,020 (1.005 - 1.030)
pH 6,0 (5,5 - 6,5)
ALBUMINA 0 (< 15 mg/dL)
GLUCOSIO 0 (< 10 mg/dL)
CORPI CHETONICI 0 (< 2 mg/dL)
BILIRUBINA 0,0 (< 0,2 mg/dL)
EMOGLOBINA 0,00 (< 0,03 mg/dL)
UROBILINOGENO 0,20 (< 1 mg/dL)
NITRITI Assenti (ASSENTI)
ESTERASI LEUCOCITARIA Assente (ASSENTE)
ANALISI DEL SEDIMENTO URINARIO
Metodo: Citofluorimetria
SEDIMENTO URINARIO Nulla di Patologico
URINOCOLTURA
COLTURALE
ESAME COLTURALE Negativo(##) (Negativo)

da quello che leggo emoglobina ed emazie che nelle precedenti erano risultate presenti adesso sono assenti, così come peso specifico leggermente migliorato ed anche ph e questo credo grazie anche all'incremento netto di acqua assunta durante il giorno.
La coltura è negativa e ciò significa assenza di infezioni almeno a livello vescicale suppongo. (a meno che non ci sia a livello prostatico).
Attualmente sintomo principale è questo bruciore a livello del pene, soprattutto in punta che si verifica maggiormente dopo un pò che urino ma non è presente ne prima e ne durante.
Non sò se questo possa dipendere dalla leggere infiammazione prostatica diagnostica dall'urologo qualche giorno fa (sto assumendo deprox 500 al momento) oppure da qualche irritazione a livello di pelle e quindi quando qualche goccia di urina ci finisce su, inizia a bruciare ma dall'esame visivo non noto niente attualmente. Qualche giorno fa, come le scrissi, avevo la pelle esterna leggermente arrossata ed una piccola traccia si sangue e nella parte inferiore del glande come sfregato.
Inoltre come le ho scritto precedentemente, 2 giorni fa, ho avuto un bruciore molto forte che mi prese anche basso addome circa 1 ora dopo l'eiaculazione ma non sò se le cose possano essere collegate.
In base a quanto scritto, si è fatto un'idea del mio possibile disturbo?

[#25]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se ancora dubbi sulla eventuale presenza di batteri od altro a livello dell'uretra peniena, bene risentire in diretta il suo urologo di fiducia e con lui fare eventualmente un tampone uretrale.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#26] dopo  
Utente 119XXX

Il tampone uretrale l'ho eseguito a fine gennaio ed era risultato negativo. Secondo lei potrebbe essere il caso di ripeterlo?

[#27]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se indicato dal suo urologo... sì!
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com