Utente 384XXX
Buona sera, sono un ragazzo di 28 anni, da qualche tempo sto soffrendo disturbi all'area genitale, i sintomi si manifestano con periodi di alti e bassi, lasciandomi credere a volte di star bene, altre di star male.
Principalmente ho una sensazione di fastidio a volte bruciore, spesso accompagnato da arrossamento del glande.
Ultimamente, ho avuto per alcuni giorni, difficoltà nel raggiungere un'erezione, che non sento più forte come prima.
Ho anche dolori alle articolazioni abbastanza intensi, non saprei indicare da quanto è presente questo sintomo, poiché facendo arti marziali credevo fosse una conseguenza degli sforzi e dei traumi subiti.
Ora ho interrotto tutte le attività fisiche e preso un periodo di riposo da lavoro, ma i dolori continuano a persistere e peggiorare.

In passato ho già eseguito una visita urologica, il medico richiese analisi del sangue e dell urine, urinocoltura, spermiogramma e tampone uretrale per la ricerca di Chlamydia, mycoplasma e candida, che però sono risultate tutte negative

Le analisi del sangue effettuate hanno dato qualche valore lievemente anomalo:
- HGB (Emoglobina): 16,6
- HCT (Ematocrito): 48,7
- colesterolo: 127
- trigliceridi: 44
- Bilirubina Totale: 1,2
- Bilirubina Diretta: 0,3
- Albumina: 66,1
- Alfa 1: 3,3
- Alfa 2: 5,2*

L'urologo trovò inoltre la prostata lievemente ingrossata e mi diede una cura con Levoxacin, ma essendo i sintomi abbastanza incostanti non saprei dire se la cura abbia avuto effetto o meno

Vorrei sapere come posso accertarmi se sia in atto qualche tipo di infezione eventualmente valutando anche la possibilità di infezioni del tratto intestinale

Ringrazio anticipatamente per le risposte e il tempo che vorrete dedicarmi

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
E' molto difficile, ancor di più a distanza, giudicare situazioni in cui le manifestazioni sono vaghe, gli accertamenti di primo livello negativi ed inoltre una prima valutazione specialsitica non ha rilevato nulla di così significativo. La sovrapposizione con un disturbo della sfera sessuale denota inoltre una probabile componente emotiva non indifferente. Vi sono delle manifestazioni dermatologiche che sono collegate alla presenza di dolore articolare, ad esempio la psoriasi nelle sue forme avanzate. Nel suo caso non è un sospetto, però probabilmente un dermatologo potrebbe saper dire qualcosa in più.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 384XXX

Buongiorno dottor Piana,
innanzitutto la ringrazio per la celere risposta e il tempo dedicatomi.

Aggiungo alcune informazioni che ho tralasciato nel precedente messaggio:
a volte sia durante che dopo l'erezione avverto una sensazione di fastidio e bruciore, a cui spesso fa seguito un arrossamento della zona del glande (cercando riscontro su internet, ho trovato somiglianza con le immagini riferite a balanite/balanopostite, anche se in maniera più lieve e non sempre presente)
Credo di poter escludere la componente emotiva, la principale limitazione, al momento, mi è data dai dolori alle articolazioni (anche sterno e collo)
Da un'ecografia addominale fatta di recente per altri motivi (addensamento biliare, risolto con deursil e alimentazione corretta) mi era stato detto di avere un'irritazione del colon, per questo mi chiedevo se la causa del problema potesse essere di natura gastrointestinale
Tramite le analisi effettuate fin'ora sarebbe possibile escludere un'infezione del tratto intestinale?

La ringrazio ancora per l'attenzione

Nel frattempo, se ritiene che possa aiutare, cercherò di prenotare anche una visita dermatologica

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
È difficile che una irritazione del colon possa essere limitata ad un riscontro ecografico, essa dovrebbe essere accompagnata almeno da qualche disturbo. È ovvio che l'erezione, con il cospicuo aumento dell'apporto di sangue e la relativa congestione possa accentuare la percezione di irritazioni di origine superficiale.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 384XXX

Dolori all'addome non ne ho (a parte quello al fianco dovuto all'addensamento biliare, ma dopo la cura con deursil capita molto raramente, e solo dopo pasti abbondanti se faccio pressione alla zona) a volte, la sera, quando mi metto steso a pancia all'aria, provo una sensazione di gonfiore al fianco destro, all'altezza dell'ombelico circa.
Ho avuto qualche episodio di diarrea, ma non saprei se possa essere dovuto a ciò che ho mangiato o meno

Vorrei cominciare col fare tutte le analisi necessarie per escludere un'infezione, anche perché ho in programma un viaggio per il sud est asiatico, in zone dove il rischio di infezioni alimentari è alto.

Altra cosa che vorrei chiedere è se l'aver fatto vaccini per epatite A+B e tetano possa aver peggiorato la situazione (i sintomi descritti finora erano precedenti ai vaccini) dovrei fare ancora il vaccino per tifo e colera, ma per ora ho rimandato

Grazie

[#5]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Le coliti infettive hanno perlopiù sintomi clamorosi, diremmo non vi sia il agionevole sostetto. Nulla da dire sulle vaccinazioni, faccia ciò che deve.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 384XXX

Stamattina ho fatto una visita dal mio medico, mi ha anche fatto un'ecografia addominale per monitorare la situazione (adenomiomi di 6, 4, 3 e 3mm alla colecisti che controllo ogni anno circa).
Da quanto ha potuto constatare, è tutto nella norma, unica eccezione è "notevole meteorismo con vivace peristalsi intestinale".
Mi ha detto di rifare le analisi del sangue (le precedenti risalgono a qualche mese fa) e analisi ormonali, visto che non le ho mai fatte prima.
Inoltre mi ha prescritto Debridat da prendere per rinforzare l'intestino ed Efferalgan per i dolori alle articolazioni.
Quanto prima cercherò di prenotare anche una visita dermatologica come suggeritomi

Non riesco a farmi capace di questa situazione.. dai responsi medici e dalle analisi sembrerebbe tutto (o quasi) in regola, eppure sono ormai diversi anni che ho questi fastidi da cui non riesco a liberarmi

La ringrazio ancora per il tempo e l'attenzione che mi sta dedicando