Utente 461XXX
Buongiorno Dottori,
mi sono iscritto al forum appositamente per esporvi la mia situazione. Da 5 giorni avverto un fastidio alla punta del glande. Ribadisco, è semplicemente un fastidio, non dolore. È come se avessi perennemente una goccia di urina da espellere anche se in realtà non c'è, quindi ciò mi porta ad andare frequentemente a mingere nonostante a livello vescicale non abbia stimoli. Sottolineo però che questo fastidio non mi ha portato nicturia, anzi al mattino appena sveglio non sento quasi nulla. Esternamente il glande è del tutto normale, lo sbocco uretrale non è arrossato né gonfio ed in più non avverto alcun fastidio durante la minzione/eiaculazione. Inoltre NON ho dolori/fastidi in altre parti (asta, pube, perineo, ano).

Proprio per la "leggerezza" del problema, non mi sono rivolto ancora al medico di base, cosa che mi ero proposto di fare nel caso in cui il fastidio perdurasse. Nel frattempo, volevo chiedervi, a cosa può essere dovuto? Possibile si tratti di uretrite o addirittura prostatite? (Info lette da altri consulti sul sito)
Ps. ci tengo a precisare che sono un ragazzo molto ansioso, infatti per pomeriggi interi (se sono distratto da altre cose) non percepisco quasi nulla, altre volte invece mi sembra di impazzire.
Vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità!

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Questi vaghi disturbi "alla punta", in assenza di altre alterazioni sono spesso la spia di irritazioni della prostata, il cui disturbo si irradia lungo l'uretra verso l'esterno. Nel punto preciso in cui si percepisce il fastidio praticamente non si riscontra mai nulla. Le condizioni emotive possono amplificare a dismisura la percezione di questo fastidio. Se si tratta di qualcosa di saltuario, le diremmo senz'altro di sdrammatizzare, altrimenti è necessario iniziare un percorso di diagnosi, a partire dalla visita di diretta di un nostro Collega specialista in urologia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 461XXX

G.le dr. Piana, la ringrazio per la risposta.
Come accennato, data la persistenza del disturbo, sebbene saltuaria come ha sottolineato anche Lei, mi sono fatto visitare dal medico di famiglia il quale mi ha detto di trattarsi di uretrite. Mi ha prescritto l'applicazione di Travocort crema per sei gg e, nell'eventuale persistenza, farò un tampone uretrale.
Per il resto concordo pienamente con Lei, per farle un esempio mi basta una passeggiata con amici e il fastidio quasi non lo sento. Cercherò dunque di prenderla "alla leggera" continuando a seguire le indicazioni fornitemi dal mio medico in cui ho piena fiducia.
La ringrazio ancora!