Utente 380XXX
Preg.mi dottori, nel mese di aprile mi è stata diagnosticata una prostatite cronica e l'ecografia transrettale aveva individuato numerosi edemi.
a distanza di qualche mese la situazione sembrava migliorata ma da 2 settimane a questa parte, successivamente all'assunzione di un bicchiere di vino rosso (mia colpa, mia grandissima colpa) ho di nuovo, seppur in attenuazione, lo stimolo della minzione frequente e il solito "odore da infezione della prostata".

La mia domanda è la seguente: dovrò affrontare un esame molto difficile che mi richiederà molta concentrazione e abnegazione allo studio.

Il caffè, come già letto anche nei vari articoli postati qui nelle risposte, è sconsigliatissimo in caso di prostatite.

Più discussa, a quanto vedo, è la questione ginseng. Posso assumere il ginseng (una volta la mattina) senza che ciò possa avere ripercussioni sulla mia prostatite?

nel caso non possa assumerlo in versione "caffè", posso assumere integratori di ginseng?

Oppure è meglio il the verde?

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
A parte ìl caffè, pensiamo che l'efficacia reale degli altri integratori la possa giudicare solo lei direttamente. Non pensiao proprio che quetsi posano influie negativamente sulla sua prostatite.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing