Utente 388XXX
Salve,
sono un ragazzo di 28 anni e scrivo riguardo un problema che, nonostante numerose visite e controlli, continua a essere presente e fastidioso.
E' importante premettere che almeno 5 anni fa mi sono sottoposto ad un intervento per varicocele sinistro, con legatura della vena spermatica e che l'anno scorso, per il problema a seguito descritto, ho eseguito un'ecografia addominale che ha rivelato una punta d'ernia inguinale a sinistra.
La sensazione principale che avverto dal giorno dell'intervento è un fastidio al lato sinistro dell'inguine, come fosse infiammato e leggermente gonfio che spesso mi porta ad avvertire anche delle "puncicate" e che mi da la sensazione (ma forse è solo suggestione) di far fatica a eiaculare.
Fatta questa premessa, il motivo per cui sto scrivendo riguarda un episodio accaduto ieri sera durante la masturbazione: precisamente al raggiungimento dell'orgasmo, molto intenso che mi ha portato ad avere una forte contrazione dei muscoli addominali con notevole getto di sperma, ho avvertito un dolore lancinante all'addome simile a un crampo o strappo muscolare (precisamente nei pressi della cicatrice dell'operazione) che si è ripercosso fino al testicolo sinistro, ma non so definire bene se lungo questo tratto abbia avuto una sensazione di bruciore, ho comunque avvertito come se si stesse tirando qualcosa fra la cicatrice e il testicolo. Oggi la parte è solo leggermente indolensita ma durante l'episodio ha cominciato a girarmi la testa, sudore freddo e sensazione di svenimento per il dolore che poi mi ha portato ad avere dei forti tremori dopo essermi immediatamente sdraiato con le gambe sollevate.
Ho fatto più controlli da diversi urologi, oltre l'ecografia addominale di cui parlavo, uno di questi ha anche eseguito in studio un'ecografia scrotale, ma a parte un leggero idrocele non è stato riscontrato altro.
Spero di ricevere un vostro parere oggettivo ed eventuali consigli, non avendo fin'ora risolto con alcun medico incontrato.
Ah dimenticavo: avevo eseguito anche un esame chiamato urinocoltura, risultato negativo.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

da quello che ci scrive: "ho fatto controlli da diversi urologi, oltre l'ecografia addominale... ho anche eseguito in studio un'ecografia scrotale, ma a parte un leggero idrocele non è stato riscontrato altro... avevo eseguito anche un esame chiamato urinocoltura, risultato negativo.", difficile comprendere esattamente cosa sia successo, senza poter fare una valutazione clinica in diretta.

Bene ora sentire o risentire, sempre in diretta, il suo urologo od andrologo di fiducia.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 388XXX

Gent.le Dr. Giovanni Beretta,
la ringrazio per la risposta. Indubbiamente farò dei controlli a breve ma vorrei intanto un parere se possibile.
A oggi sto notanto che se premo con la mano sulla cicatrice dove fui operato, sento indolenzito all'interno (direi dolore muscolare). Potrebbe essersi trattato di un crampo o uno strappo dovuto alla forte contrazione? Oppure l'ernia inguinale potrebbe aver provocato questo forte dolore con la contrazione muscolare?
Come accennavo, questo tipo di sintomi li ho sempre avuti ma i vari controlli non hanno evidenziato nulla a livello urologico, oltre al piccolo idrocele.
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Già visto o rivisto dal suo chirurgo di fiducia?

Forse "questo forte dolore potrebbe essere scatenato dalla sua ernia inguinale".

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com