Utente 479XXX
Buongiorno, scrivo ad ormai due mesi e mezzo dall'operazione di circoncisione totale. Nonostante il decorso operatorio sia andato bene, ho un problema non indifferente. Infatti, nonostante sia passato un bel po' di tempo dall'intervento, la sensibilità del glande non è calata come mi sarei aspettato. Riesco tranquillamente a tenere il pene nelle mutande, ma andando a sfregarlo con un asciugamani o anche con i polpastrelli delle dita avverto un fastidio intenso, quasi doloroso. Ho letto su internet che potrebbe trattarsi di un problema alla prostata (a soli 19 anni, cominceremmo bene), tesi che potrebbe essere avvolarata da un altro problema ossia quello di una poca durata a letto (pochi minuti) e dal fatto che lo sperma non fuoriesca "a schizzo" ma in modo molto lieve.
Non avendo gli strumenti, e le conoscenze, per un auto-diagnosi vorrei chiedervi se effettivamente questa sintomatologia potrebbe essere riconducibile ad un problema alla prostata e quindi se sarebbe opportuno consultare di persona uno specialista per fare tutti gli esami del caso.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

visti i suoi "complessi ed articolati" problemi uro-andrologici, come spesso ripeto da questo sito e vista anche la sua "giovane" età, approfitti di questi "disturbi-malesseri" e non sicurezze , per conoscere finalmente, se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia.

Impari dalle sue compagne e dalle donne che la circondano che sicuramente, alla sua età, già conoscono il loro o la loro ginecologa.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com