Utente 504XXX
buongiorno gentili dottori, vi scrivo perchè da due mesi a questa parte ho avuto delle problematiche alle vie urinarie.faciio un passo indietro.
nel mese di settembre 2017 ho subito un intervento di ernia ombelicale per la seconda volta a distanza di 10 anni . il primo intervento senza rete contenitiva mentre il secondo Si. decorso post operatorio quasi normale visto che ho sviluppato il siero (siringato per una ventina di giorni con forte dolore)da corpo estraneo con qualche giorno di febbriciattola curata con Tavanic Antibiotico per 5 giorni. poi dopo qualche mese ho avuto disturbi alle vie urinarie sono andato dal medico che mi ha fatto eseguire ul'esame della spermiocoltura dove è emerso che avevo serratia e klebsella.(contratta in sala operatoria? procedo con terapia antibiotica CIPROXIN (come da antibiogramma)500 MG 2 volte al dì per 15 giorni.Dopo tale periodo ho rifatto spermiocoltura ed è emerso enterococco faecalis .. aspetto con terapia antibiotica perchè senza disturbi. dopo qualche giorno i disturbi si sono presentati puntualmente .. mal di pancia alternanza stipsi diarrea urine torbide con tracce di sangue mal di stomaco capogiri pressione bassa e disturbi nelle zone diverse dell'addome. eseguo visita urologica che mi da una terapia con normix 6 giorni al mese per tre mesi intervallato da 15 giorni di fermenti lattici. i disturbi continuano .ritorno dall'urologo eseguo eco addome completo e si vede un ispessimento della vescica 5mm e 1cm di estensione. procedo con esame citologico delle urine e tac addome e torace con e senza Mdc.referto.FEGATO DI NORMALI DIMENSIONI, CON PROFILI REGOLARI. NEL CONTESTO DEL PARENCHIMA SONO RICONOSCIBILI ALCUNE CISTI DI CUI LA MAGGIORE AL II SEGMENTO DI 16 MM. NON LESIONI FOCALI SOSPETTE IN SENSO SECONDARIO. MILZA MODERATAMENTE INGRANDITA, OMOGENEA. NEI LIMITI DELLA NORMA SURRENI E PANCREAS. RENI IN SEDE DI NORMALI DIMENSIONI CON PARENCHIMA CONSERVATO. CISTI CORTICALE DI 5.6 CM A SINISTRA. SI SEGNALA PRESENZA DI ARTERIA POLARE SUPERIORE DEL RENE SINISTRO. VESCICA DISCRETAMENTE DISTESA, CARATTERIZZATA DA ALCUNI DIVERTICOLI SUBCENTIMETRICI A STRETTO COLLETTO IN SEDE PARATRIGONALE POSTERIORE, BILATERALMENTE. NON MACROADENOPATIE RETROPERITONEALI. NON RACCOLTE Nè VERSAMENTI. A LIVELLO SCHELETRICO SI SEGNALANO ALCUNE AREOLE DI OSTEORAREFAZIONE DELLE OSSA ILIACHE, DI DIMENSIONI SUBCWNTIMETRICHE, SENZA SICURO SIGNIFICATO PATOLOGICO. IN PRESENZA DI CONFERMA CITO-ISTOLOGIA VESCICALE SI CONSIGLIA INTEGRAIONE CON STUDIO SCINTIGRAFICO. AL TORACE NON FOCALITà SOSPETTE IN SENSO SECONDARIO. MEDIASTINO E PICCOLO CIRCOLO NEI LIIMITI. prosegue ancora oggi la frequente minzione (bruciore)10 volte al giorno con colore giallo chiaro perchè bevo acqua. al mattino urine torbide e senso sempe di svenimento con pressione bassa 100 max 60 mini 70 pulsazioni. grazie per la risposta .. ho 46 anni e niente ereditarietà.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il fatto di lamentare disturbi da pressione bassa del sangue ci fa sospettare che lei non ci abbia riferito di assumere anche un farmaco alfa-litico (tamsulosina o simili) che molto spesso viene genericamente prescritto per i disturbi urinari. Questo poiché l'ipotensione è un effetto collaterale tipico di questi farmaci e viene percepita ancor di più con il clima caldo. A parte questo, i rilievi della TAC (vescica ispessita, diverticoli) portano a sospettare una ostruzione di vecchia data delle basse vie urinarie. Essendo lei relativamente giovane, possiamo sospettare un problema del collo vescicale, piuttosto che ua causa relativa alla prostata, molto comune in soggetti più anziani. Ovviamente la sua situazione merita la valutazione diretta di un nostro Collega specialista in urologia. Immaginiamo che il prossimo passo sia la valutazione endoscopica (uretro-cistoscopia).
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing