Utente 471XXX
Buonasera sono un uomo di 41 e vi scrivo da Roma ..sono tre giorni che faccio avanti d indietro dal ps per una colica renale ..mai avuti con dolori fortissimi fianco destro ..urina color sangue ..e difficoltà ad urinare ..arrivato al ps soccorso subito punture di toradol e il dolore e un Po sparito ma non del tutto sfortunatamente..analisi del sangue tutto ok e adesso vi leggo il referto dell ecografia fatta al 3 giorno mentre al primo risultava solo renella .. : reni in sede dimensione nei limiti .spessore corticale bilaterale conservato .alcuni isolati spot iperocogeni compatibili con una condizione di sedimento/microlitasi bilateralmente.modica ecstasia del bacinetto renale a destra (circa mm 26x15). Non dilatate le cavità cavico -pieliche a sinistra .vescica modicamente repleta.. non versamento libero endoaddominale.. adesso vi chiedo non si vedono questo Benedetti calcoli ma quella ecstasia del bacinetto sta a significare che sono nascosti da qualche parte ? Seconda domanda è possibile che o continui dolori al fianco destro anche dopo l’episodio di domenica ..? sto curando tutto con. Antibiotici e con punture di toradol ..ma nonostante tutto mi sento sempre un dolore al fianco destro ..fra 3 gg avrò appuntamento con l urologo ..vediamo intanto chiedo a voi ? Distinti saluti e scusate se mi sono dilungato troppo

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La persistenza di disturbi tipici a fronte di una ecografia negativa impone l'approfondimento delle indagini con l'esecuzione di una TAc dell'addome senza mezzo di contrasto.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 471XXX

Buonasera dottore e grazie per la risposta ..quindi potrebbe essere anche una cosa diversa ad una colica renale quindi alla presenza di calcoli ..al ps soccorso mi anno dato per certo presenza di calcoli dovuti a questo dilatazione del bacinetto renale?

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Certo, la presenza di un calcolo è l'ipotesi più probabile, ma solo la TAC può accertarlo, definendone inoltre le dimensioni e la posizione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 471XXX

Grazie ancora dottore ..mentre le scrivo i dolori ci sono sempre ..la mia domanda è posso usare toradol per altri giorni visto che lo uso già da 4 gg per alleviare i dolori ?

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non può fare altrimenti ora, ma l’importante è giungere al più presto ad una diagnosi definitiva.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 471XXX

Dottore buongiorno nelle mie analisi del sangue risultano sballati i linfociti più bassi del range 13’80 a dispetto di un limite minimo di 19,0 —e poi i neutrofili leggermente più alti 8’65 rispetto ad un limite massimo di 8’00–più globuli bianchi leggermente più alti 11.44 rispetto a 10,00 limite massimo — tutto
Questo che sta a significare che c’è in infezione in corso ?? Grazie ancora dottore per le sue risposte

[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Un infezione diremmo di no, però certamente un modesto stato infiammatorio è giustificato dalle coliche ripetute.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 471XXX

Dottore ancora una cosa prima andando al bagno ho notato ancora come la mia prima volta che ho avuto la mia prima colica un urina color scuro color coca cola per farla intendere ..associato ad oggi a dei dolori vicino ai testicoli è segno che il calcolo si sta muovendo e sta tendando di uscire ??

[#9] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Il fatto che l'urina sia scura, vuol dire che il sanguinamento è ancora abbastanza "alto" (ovvero più vicino al rene che alla vescica). Quindi si può ipotizare - sebbene in modo molto vago - che anche il calcolo possa essere ancora da quelle parti. Comunque, fino a quando non si farà la TAC, non si potrà affermare nulla di certo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#10] dopo  
Utente 471XXX

Ok dottore ultima domanda è non la disturbo più le farò sapere poi come è andata giovedì app con l urologo e il responso della tac ..vorrei sapere se il toradol provoca stanchezza e debolezza dopo 5 gg che lo prendo oggi sono veramente debole e molto spossato è naturale credo no ? Grazie ancora e scusi per il disturbo ..buona serata dottore

[#11] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Il caldo certamente non aiuta, lo stato emotivo può fare il resto. Il Toradol non è una caramella, ma non dovrebbe dare di questi effetti collaterali.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#12] dopo  
Utente 471XXX

Dottore sera aspettando questa famosa visita giovedì dall urologo le dico i che oggi va un po’ meglio ..le faccio una domanda se posso ancora abusare della sua gentilezza ma è da due giorni che o un po’ di prurito un po’ di tutto il corpo con qualche piccola bolla E sudorazione eccessiva soprattutto ai piedi ..tutto questo può dipendere dallo stress che sto acusando dovuto a questo mio stato di malessere dovuto a queste cavole di coliche ? Oppure ad altro ? Grazie ancora e buona serata

[#13] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Molto difficile giudicare, impossibile a distanza.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#14] dopo  
Utente 471XXX

Grazie dottore sarò un po’ stressato e nervoso da tutta questa situazione

[#15] dopo  
Utente 471XXX

Dottore buonasera ..prima della visita da un suo collega fissata per domani ..oggi ho ripetuto di nuovo ecografia renale ..a dispetto della terza volta e ultima dove mi era stata trovata Modica ecstasia del bacinetto renale a destra ( circa mm 26 x 15 ) quello dolente e casa delle coliche ..oggi si evidenzia sempre a destra lieve distensione del giunto Pielo - uretrale fino a 10 mm per un percorso longitudinale di 2 -3 cm ..per il resto reni in sede volume regolare e profili lisci ....la mia domanda è se a dispetto della prima volta c’è stato un piccolo miglioramento o no ? Grazie ancora dottore e scusi per il disturbo

[#16] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
E' proprio a valle di questa dilatazione del'uretere (ovvero qualche cm sotto il rene) che è più verosimile si trovi il calcolo, comunque l'ecografia in quel tratto non può vederlo e solo la TAC può chiarire, cosa che le abbiamo ripetuto già un certo numero di volte ...
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#17] dopo  
Utente 471XXX

Si dottore lo so ..la mia era solo una pura curiosità riguarda le dimensioni di questa ecstasia Del bacinetto che rispetto alla prima ecografia sempre diminuita tutto qui ..scusi ancora e grazie

[#18] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
L'ecografia è un esame semplice, economico e per nulla invasivo, ma può essere valutato solo dall'operatore che la esegue in tempo reale, le immagini vengono allegate solo per documentazione, ma è raro che ci si possa ragionare sopra a posteriori (come invece accade per le altre inagini radiologiche). Pertanto, le valutazioni dell'ecografista sono sempre molto soggettive, specie in assenza di alterazioni grossolanamente evidenti. Qesto è tanto più vero nelle alte vie urinarie.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#19] dopo  
Utente 471XXX

Dottore sera ..eccomi qui di nuovo ..come detto in precedenza l urologo mi ha dato una cura di cortisone per una sett. più mi a consigliato di rifare di nuovo ecografia renale e poi uro tac come previsto da lei ..l ecografia fatta oggi a stabilito che questa dilatazione non c’è più ..il referto dice reni in sede ,con volume e morfologia nella norma ..non si evidenziano lesioni focali e cistiche e solide . Vie escretrici con calibro nei limiti senza evidenza ecografica di stasi urinaria ..alcuni bilaterali spots iperecogeni millimetrici come microlitasi di 2-3 mm con formazione maggiore a destra .a questo punto chiedo la terapia sta facendo effetto ? E come mai questa dilazione è sparita ? Mercoledì o nuovo app con urologo dove porterò questo referto . Grazie dottore e scusi ancora per tutto il disturbo

[#20] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Il desiderio di approfondire gli accertamenti è comunque proporzionale alla frequenza ed alla intensità dei disturbi.Se all'ecografia di controllo (seppure con i limiti di cui le abbiamo giàà detto) la situazione parrebbe volgere al miglioramento e lei non ha più accusato importanti disturbi, diremmo che non vi sia affanno ad andare oltre e si possa valutare l'ulteriore decorso durante le prossime settimane/mesi.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing