Utente 506XXX
Buonasera, vi espongo il mio problema..
In due anni per ben 4 volte (l’ultima è iniziata domenica) ho forti dolori e gonfiore al testicolo sinistro. L’urologo mi ha prescritto la solita cura con ciproxin 500 per 7 giorni , bentelan 2 compresse ogni 12 ore per 4 giorni poi 1 compressa ogni 12 ore per altri quattro giorni e si finisce con una compressa ogni 24 ore per altri 4 giorni. In più antinfiammatori all’occorrenza. L’ecodoppler scrotale ha dato questi risultati:
Testicoli bilateralmente in sede, a destra (24x12 mm) a sx (20x11). A sx presenza di area disomogenea della coda dell’epidimo sx di 1,5 cm ad ecostruttra mista ipo-isoecogena.
Nella norma il flusso arterioso .
Presenza di reflusso renospermatico
Assenza di reflusso cavo spermatico
Conclusione epididimite sx, ipotrofia testicolare bilaterale, sospetto varicocele sx. Testicolo destro atrofizzato.
Già dal primo caso mi ha consigliato uno soermiogramma per valutare la situazione fertilità e non l’ho mai fatta (per paura dei risultati) ho poco liquido seminale ad ogni eiaculazione.
Da stamattina ho un forte dolore alla coscia che si estende fino al piede (come se fosse intorpidito)
È normale o è una conseguenza? Negli altri tre casi non si è mai presentato questo dolore

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

situazione clinica la sua particolare e, in qualche modo, da considerare "complessa"; in questi casi, senza una valutazione clinica diretta, è purtroppo impossibile formulare da questa postazione una risposta corretta, cioè capire la causa o le cause dei suoi problemi e dare quindi una indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Bisogna, a questo punto, consultare in diretta un esperto andrologo.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 506XXX

Dotore grazie mille per la celere risposta. in effetti una visita da un andrologo, già era nei miei programmi.
comunque l'intorpedimento è quasi passato (ho preso un oki ieri sera prima di dormire)

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene; ma non perda questa occasione per conoscere finalmente il suo andrologo di fiducia.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com