Utente 333XXX
Buongiorno, 7 giorni fa ho avuto un rapporto con forzata interruzione e non rilascio eiaculatorio (cause di forza maggiore) avvenuto dopo 40 minuti con dolore. la cosa mi era gia successa diverse volte in passato sopratutto da ragazzo (ho 31 anni adesso).
in genere si risolveva dopo l'eiaculazione.
questa volta il dolore ha persistito per 3 o 4 giorni (sentivo le vene nelle scroto molto gonfie). sono stato in PS ed hanno fatto ECO rilevando solo un leggero varicocele (al testicolo SINISTRO che è quello che mi duole).
negli ultimi giorni ho avuto 2 rapporti ed in entrambi casi ho ritrovato delle parti di sperma di colore tendente al marrone. (piu scure del normale)
puo essere sangue nello sperma? è preoccupante la cosa? puo essere correlata al caso di ipertensione dell'epididimo? conviene aspettare qualche giorno? o fare subito una visita urologica?
Non ho dolore all'eiaculazione, quotidianamente sento solo un fastidio generalizzato in zona genitale. una sorta di pesantezza/bruciore, molto leggero.

mille grazie per i suggerimenti.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Trattenere volontariamente l'eiaculazione non fa mai molto bene all'apparato genitale e 40 minuti ci paiono davvero una percolosa esagerazione. Che si possa manifestare un po' di emospermia in questo momento è sicuramente giustificabile e non preoccupante. Se lei non avverte ulteriori particolari disturbi e la situazione tende comunque a normalizzarsi, non vi sono indicazioni particolari. E' comunque opportuno che ogni maschio adulto si sottoponga ad un controllo urologico almeno una volta ogni 10 anni, pertanto, anche senza ungenza, sarebbe il caso di provvedere.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing