Utente 248XXX
Salve, sono un ragazzo di 34 anni, da 3 settimane sotto il glande accanto al frenulo (non nella pelle che ricopre) mi è spuntato come una cistetta piccola dura che mi provoca dolore al glande quando provo a masturbarmi ma anche al tatto. Negli ultimo giorni ho avuto bruciore alla punta del glande e anche all'ano, ho inoltre dolonzia al basso ventre lato sx e al testicolo sx per varicocele (operato tanti anni fa col metodo col sondino ma è tornato il varicocele) molto costante. Ho fatto l'esame delle urine stamane e ora ho ritirato gli esiti. È tutto ok tranne il ph a 8 (valore di riferimento 5,50 - 7,50) e alla fine trovo scritto.. Sedimento numerosi fosfati amorfi. Che significa? Sono stato visitato settimana scorsa da un andrologo e da un chirurgo, il primo ha guardato con la luce su questa piccola cistetta ma nn ha capito cosa potesse essere e di farmi vedere da un suo collega urologo magari facendo un ecografia.. Però non mi è parso affidabile, il chirurgo invece mi ha detto sembra infiammazione e mi ha prescritto travocort. L'andriologo però mi aveva detto di non mettere cortisone sul glande, il chirurgo mi ha detto prova x 5 giorni travocort e nel caso facciamo vedere al mio collega dermatologo. In più aggiungi che 2 settimane fa il curante mi disse di provare con menaderm.. Che era cortisone.. Ma non ho avuto benefici. Sono un po' confuso sul come procedere. Potere gentilmente rispondere a tutte le mie domande poste e poi magari indirizzarmi verso la strada più giusta? Adesso ho dolonzia forte e costante al testicolo sx rene sx e basso ventre sx lato colon. Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Senz'altro le manifestazioni non sono collegate. La lesione al glande può essere giudicata solo con la valutazione diretta, diremmo ch un nostro Collega specialsita sia il medico più competente. Sarà poi egli a decidere se sia da sentire il parere del dermatologo. La presenza di fosfati amorfi dipende sostanzialmente dalla scarsa acidità delle urine e dal tipo di alimentazione dei giorni precedenti (es. prevalentemente vegetariana). Per quant riguarda i fastidi al testicolo sarà sempre il nostro Collega a valutare, eventualmente consigliandole un doppler venoso del funcolo spermatico ed un doppler venoso del funicolo spermatico ed una ecografia scrotale..
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing