Utente 167XXX
Gent. Dott.
A ottobre ho subito l'intervento di resezione vescicale TUR e a dicembre ho iniziato il ciclo di instillazioni vescicali con Mitomicina C.
E' capitato spesso dopo ogni instillazione di avere eccessiva incontinenza tale da non fare in tempo ad andare in bagno. Al bruciore nella minzione si bloccava automaticamente la fuoriuscita di urina.
Il problema più grave che l'ultima instillazione fatta a febbraio ha comportato la notte stessa di essere costretto a stare seduto in prossimità del bagno in quanto lo stimolo aveva.cadenza tra 8 e 13 minuti e la quantità di urina espulsa ogni volta era di.circa 2 ml.
Ora questo mese devo fare altra instillazione e poiché la situazione è molto invalidante Le chiedo quale medicinale posso prendere per risolvere il problema. Avevo preso sia il Paracetamolo che antibiotico cefixima ma senza risultati positivi.
Sono anche in terapia con metaprololo,cardioaspirina,fenobarbital.
La ringrazio per una sua gradita risposta

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se le instillazioni di mitomicina C le danno tanto disturbo. è opportuno che segnali la cosa al nostro Collega che gliele ha consigliate, poiché questa intolleranza potrebbe anche essere controproducente. Pertanto, sarebbe il caso di valutare se valga davvero la pena completare il ciclo, costringendola a sopportare pene non indifferenti.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 167XXX

Gent. dott.
3 giorni fa ho eseguito la cistoscopia dalla quale è risultato" pareti vescicali caratterizzate da diffuse aree iperemiche-sfrangiate in esiti dii instillazioni con MMC ma senza aree sospette per recidiva di malattia su tutto l'ambito esplorato ".
Oggi prima di fare l'installazione ho parlato col medico esponendo la frequente minzione che mi perseguita giorno e notte e mi ha detto che si tratta di cistite farmacologica. Con stupore ha fatto scegliere a me se interrompere le instillazioni che ho accettato
Ho chiesto quale terapia potrei assumere per velocizzare la disinfiammazione e mi ha suggerito di prendere antinfiammatorio(senza dirmi il nome). Attualmente per problemi lombosacrali sto facendo iniezioni di cortisone ma noto che non influisce sulla vescica.
La ringrazio se può indicarmi in linea di massima almeno i principi attivi di farmaco idoneo al mio caso e in quanto tempo posso ritornare alla normalità

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non è proprio corretto che si sia noi a prescrivere una terapia, qualsiasi essa sia. E' fuor di dubbio che lei abbia necessità di un anti-infiammatorio, a scelta del suo medico curante.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing