Utente 503XXX
Salve è sono donna 46 anni,dal mese di ottobre ho pressione basso ventre e vescica ed urino tanto,la notte anche, e a volte dopo sento ancora stimolo. Ho fatto 4 analisi urina tra cui ultima a febbraio con rare leucociti, 4 urinocoltura negativi,esame citologico urinario solo flogosi, ecografia addome completo OK,r.m addome inferiore e scavo pelvico OK,r.m.addome superiore OK.urologo mi ha fatto eco vescica con residuo post minzionale minimo( ad ottobre la prima volta che sono andata in visita era discreto residuo). Tampone uretrale: escherichia coli e micoplasma hominis, se poi ho colon gonfio la situazione peggiora. Un altro urologo mi ha detto di fare citoscopia, mentre il primo di non fare nulla solo controlli annuali. Cosa devo fare sono confusa, la situazione ora va meglio però a volte torna. Ho anche calore e bruciore genitali, fatto tampone vaginale: escherichia coli, cervicale negativo. Pap test da ripete fra 6 mesi,colposcopia negativa trovati SOKO papillomatosi vestibolare da controllare ogni anno nella visite ginecologiche. È capitato che se il calore genitale è forte ho stimolo ad urinare.
Non so che fare attendo

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Dal nostro punto di vista vi sono quattrro cose essenziali da fare, quantomeno in un primo tempo:
- la cistoscopia;
- una visita gastroenterologica e tanta buona volontà per cercare di migliorare il più possibile la funzione intestinale;
- bere almeno un litro e mezzo d'acqua tutti i giorni;
- limitare quanto possibile l'assunzione di antibiotici, quantomeno in assenza di febbre o disturbi insopportabili.
Ciò fatto, bisognerà trarre le debite conseguenze con la valutazione di un nostro Collega specialista in urologia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 503XXX

Salve per colon sto cercando di mantenerlo di sin fiammato. Ma vorrei evitare la citoscopia è un po invasiva, urologo mi ha detto di farla, ma io vorrei evitarla se possibile, almeno fino a quando è possibile, e curare colon. Antibiotici non ne sto prendendo. Grazie

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Secondo il nostro parere, la cistoscopia è indispensabile per un corretto giudizio della situazione entro tempi accettabili. Poi ovviamente, come si sul dire, sono cose sue ...
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing