Utente 539XXX
Stimati professionisti,

il mio problema è che mi devo svegliare ogni notte tra le 4 e le 6 del mattino per andare al bagno. Avverto come una sensazione di pressione alla prostata, la quale disturba la mia qualità del sonno nei minuti/ore precedenti alla sveglia. Vado in bagno e urino poco. Spesso, tornato a letto continuo ad avvertire la sensazione di "vescica non svuotata" e devo andare una seconda volta. Visto l'orario di sveglia, solo raramente riesco ad addormentarmi e sono stanco tutto il giorno.

Risiedo in Germania e sono in cura da un urologo, ma non si riesce a risalire alla causa del problema - il quale è presente da alcuni anni. Il passato mi ha insegnato che la classe medica italiana è la migliore al mondo (ho vissuto in diversi paesi), per questo mi rivolgo a voi per un consulto generale, almeno per comprendere in che direzione andare.

Specifico che:

- Il problema si presenta anche al momento di coricarmi. Vado a letto, leggo un libro, e devo andare in bagno poco prima di addormentarmi per la sensazione di "vescica non svuotata". Possiamo dire quindi che il problema esiste solo quando sono in posizione orizzontale.
- Anche se faccio una "siesta" nel pomeriggio (ovviamente solo al fine settimana) la procedura è la stessa: mi devo coricare, per poi andare al bagno e svuotare poca urina.
- Il problema NON si presenta durante il giorno.
- Abbiamo completato il diario minzionale e la mia media è di 350-400mm
- Due anni fa sono stato operato per un'ostruzione all'uretra (dovuta probabilmente a una cistite contratta una quindicina di anni prima) e il mio flusso è passato da 10 a 30
- Tutti gli esami sono negativi: la prostata ha dimensioni normali per la mia età e non sono presenti sintomi di infezione (sangue, urine, spermato)
- Non avverto dolore nel corso di minzione o eiaculazione. Non ho disfunzioni erettili di alcun tipo (fingers crossed!)
- Pratico sport quasi tutti i giorni (yoga e tennis), bevo con moderazione, fumo con moderazione. Tra il 2016 e il 2018 non fumavo e il problema si presentava ugualmente.
- Il mio MBI è prossimo al 19 (proprio per lo sport) e non soffro di apnee notturne (anche questo è stato testato)
- Seguo una dieta molto salutare con frutta, verdura bollita, cereali integrali (pasta, avena, pane); non mangio dolci (non mi piacciono) e bevo al massimo due tazzine di caffé al mattino.

Qualche anno fa un vostro collega aveva segnalato l'eventualità di ritenzione dell'urina nel tratto prostatico (perdonate se la mia descrizione non è tecnica), ma l'ecografia ha escluso l'evenienza.

Grazie per la cortese attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Ci stupisce che nonostante il dettaglio con cui è stato affrontato il problema, non sia ancora stata eseguita una indagine urodinamica, elemento di giudizio principale per giudicare la funzionalità vescicale, oggettivandone i parametri al di là delle sue percezioni soggettive.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing