Utente 529XXX
Gentili dottori Salve.
Avrei delle domande sull’intervento di Varicocele.
Sono stato sottoposto a settembre ad un intervento di legatura che a detta del chirurgo ha lavorato più in basso della tecnica di palomo, per evitare recidive. Non so come si chiami questa tecnica

Da pochi giorni subito dopo l’intervento ad oggi, quindi 6 mesi,ho il testicolo sinistro dolente, un dolore al tatto, dolori durante rapporti sessuali, durante la doccia o quando mi tocco, cosa che Prima dell’intervento non c’era.
Inoltre ho anche notato oltre a questo dolore al testicolo sinistro un calo della libido, che mi chiedo se possa essere dovuto all’intervento di Varicocelectomia, considerando che pre intervento avevo in media 3 rapporti al giorno con la mia partner adesso a malapena 1 o nessuno.

L’urologo che Mi ha operato mi ha fatto l’eco dicendo che è tutto regolare.

Allora a cosa potrebbe essere dovuto questo dolore?

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La legatura delle vene spermatiche comporta la scomparsa del reflusso, che causa lo sviluppo del varicocele. Allo stessso tempo crea una temporanea congestione del testicolo, per difetto di scarico,venoso ed in parte linfatico. Questo in genere si risolve spontaneamnte entro qualche settimana. È abbastanza raro che il distubo duri più di 2-3 mesi, poi la congestione in qualche modo si risolve. A distanza. ovviqmente non possiamo valutare i suoi testicolli, mentre invece un attento esame obiettivo potrebbe già indiriizzare un giudizio. Non vi sono ragionevoli collegamenti tra gli esiti delll’intervento e la sfera sessuale.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 529XXX

Allora mi sa che dovró richiedere una visita presso un altro specialista visto che il dolore dura da più di 6 mesi.
Avrei un altra domanda da fare:
L'intervento ha comportato una cicatrice verticale che quasi dalla base del pene sale per almeno 4 dita, ho ancora la foto, che non credo si possa pubblicare.
Ho ricevuto circa 8 punti di sutura, diciamo un po' di più di quello che sapevo informandomi con altra gente operata dello stesso intervento.
A distanza di quasi 6 mesi ormai posso fare sport "violenti" come pesistica senza problemi? O ci sarebbe il rischio di ernia, laparocele?

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Il numero di punti di sutura superficilali ovviamente non ha alcun significato. Con la pesistica ci andremmo comunque cauti, non è certo l'attività fisica più salutare.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 529XXX

E dopo quanto tempo potró riprendere a fare pesistica a livelli "medio alti"?
Mi allenavo da circa 6 anni prima di quest'intervento

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
E' verosimilmente la pratica di questa attività fisica anaerobica che può aver indotto o peggiorato il il varicocele, a causa dei bruschi aumenti della pressone addominale. Ad esempio, praticamente tutti i sollevatori di pesi professionisti sono affetti da problemi alle emorroidi. Lei è evidentemente predisposto, l'atletica pesante potrebbe non farle un gran bene.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing