Utente 489XXX
Salve, volevo un parere medico su una strana coincidenza.
In breve, la mia storia clinica è: ho 28 anni e due anni fa ho scoperto, a causa di un'ematuria, di avere una neoplasia vescicale. Ho subito una TURB, fatto le regolari biopsie, l'ultima delle quali il 19/3 di quest'anno e, fin'ora, non ho avuto alcuna recidiva.
La coincidenza è la seguente:la prima volta che avevo avuto un'ematuria, ricordo benissimo che avevo pranzato con un piatto contenente curcuma, tant'è che avevo pensato ci fosse una connessione.
Ieri sera ho bevuto una tisana a base di curcuma e zenzero e ho riavuto una leggera ematuria, con caduta di escara. Poco fa ho avuto una nuova ematuria, più corposa, con una nuova caduta di escara.
Mentre ricordo ematurie post-Turb, sinceramente non ricordo se nelle altre biopsie le ho avute a distanza di 20 giorni, e se sia da considerarsi normale, visto che la porzione di tessuto prelevata è ridotta.
So che la curcuma è un anticoagulante ma può avere effetti così forti da provocare sanguinamenti?
Dovrei vedermi con l'urologo a maggio per la consegna dell'esame istologico, però vorrei sapere un vostro parere e se sia il caso di anticipare la visita. Inoltre vorrei sapere se è meglio evitare di assumere curcuma.

In attesa di un vostro responso, Distinti Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

sempre bene in questi casi comunque anticipare la visita; detto questo nelle fitoterapie la supplementazione orale con la curcuma sembrerebbe invece diminuire la proteinuria ma anche un'eventuale ematuria.

Chieda ora ulteriori informazioni al suo urologo e si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione clinica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com