Utente 541XXX
Buongiorno, a seguito di rimozione di angiomiolipoma sx risulta dilatazione di 3 grado nel rene stesso, causato da un restringimento del calibro uretale in assenza di calcoli o insoessimenti della parete stessa. Ciò nonostante il rene seppur in ritardo rispetto all altro, riesce a mandare urina in vescica. Si evidenzia inoltre alcuni elementi linfonodali sub centimetrici periaortici. Potreste soprattutto chiarirmi quest ultima parte? Sono tumori? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Le notizie che ci riporta sono ovviamente troppo scarse per poter esprimere un giudizio, tantopiù a distanza. In genere questi piccoli linfonodi hanno un significato reattivo non specifico e negli esiti di rimozione di una formazione benigna, non si dovrebbe temere nulla di più. In ogni caso, la situazione resta da chiarire e questo lo può fare solo il suo urologo di riferimento.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 541XXX

Ovviamente ho provveduto a prenotare una visita specialistica. Nell attesa, vi chiedo, reattivo significa a seguito di un processo infiammatorio? Per quanto riguarda la stenosi, esistono possibilità che si possa lasciare così o va operata? Grazie

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
"Reattivo" è un termine molto generico, comunque viene utilizzato come sinonimo di "infiammatorio" quindi non tumorale. Per quanto riguarda la senosi, è necessaria la valutazione diretta della documentazione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing