Utente 232XXX
Vorrei cortesemente disturbarla per sapere possibilmente di più riguarda ai miei disturbi.

Sono albanese di 44 anni. Durante l’inizio dell’anno 2006 ho avuto dolore tra lo scroto e anus, come un bastone e non riuscivo a essere seduto, un dolore dietro al livello coccige e ritenzione urinaria. Dopo alcuni esami, mi hanno detto di aver un prostatite. Ho fatto per 4 mesi in seguito ciproxin (10 giorni al mese) ed usato omnic durante lo stesso periodo. I dolori sono sparsi. Però dall’inizio del luglio sento un dolore al livello ilio cecale (scusami per il linguaggio non addato) soprattutto quanto sono seduto. Ho fato quando sono venuto in Italia una colonoscopia e l’esame istologico. Il referto era oltre degli emorroidi, iperplasia folici linfatici e un colite lieve aspecifico. Dopo una eco doppler e TAC hanno constato una tumefazione testicolo destro (4,5-5, invece quello sinistro 4-2,5), presenza del liquido e dei cisti allo scrotum. Hanno dubitato per una orchite. Mi hanno detto di tenere sospensori e prendere cistalgan (sino oggi ho preso 30 compresse) però senza risultati, perchè il dolore continua non solo nel livello ilio cecale ma anche al testicolo. Vado due volte alla notte di urinare. Sono in una situazione senza saper che fare. Potrei chiederla cortesemente darmi qualche consiglio? La sarei molto gratto.

Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,
ha già fatto una ecografia completa delle vie uro-genitali ed un uroflussogramma registrato? Potrebbero essere indagini utili per capire il suo problema. Comunque per avere più informazioni può anche consultare il sito: www.andrologiamedica.org.
Un cordiale saluto e auguri di buone feste.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2]  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore 23247,

la sua descrizione può far pensare alla esistenza di una Prostatite acuta.
tali patologie possono persistere per molti mesi, come forme croniche, arrecando molti e variabili disturbi.
Si faccia vedere presso un centro urologico, magari al Policlinico o a Tor Vergata o al Sant'Andrea
Cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#3]  
Prof. Giovanni Martino

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
a parte i possibili equivoci legati alla lingua, direi che al momento il problema più importante su cui porre l'attenzione non sia di certo la prostatite, vera o presunta.
Il problema più importante è cercare di capire l'origine della "tumefazione" testicolare di cui Lei parla. Potrebbe trattarsi di una infiammazione acuta, cronica o altro. In questo senso occorre innanzi tutto muoversi.
Ovviamente un controllo specilaistico andrologico è tassativo. Potrebbe effettuarlo presso una Struttura Pubblica Universistaria od Ospedaliera della Sua città.
Auguri affettuosi sia per la pronta risoluzione del problema e sia per un felicissimo, sereno e prosperoso Nuovo Anno.
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
Prof. Giovanni MARTINO
giovanni.martino@uniroma1.it

[#4]  
Dr. Giuseppe Benedetto

28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
GIOIA DEL COLLE (BA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
non sottovaluterei la tumefazione scrotale a meno di escludere un idrocele; per i sintomi che lei riferisce sarebbe utile rivolgersi in primaistanza ad un urologo di fiducia
dr Giuseppe Benedetto
www.giuseppebenedetto.netfirms.com