Dolore post sclerotizzazione varicocele. Comparsa di bolla su asta del pene

Buongiorno,
Il 28/06/23, 6 giorni fa, sono stato sottoposto all’operazione di sclerotizzazione anterograda sec.
Tauber per un varicocele al testicolo sx di III classe.
L’operazione sembra essere andata bene anche se da subito il testicolo sx ha iniziato a gonfiarsi molto e la pelle dello scroto si è indurita.
Purtroppo non sono riuscito a trattenermi e ho eiaculato senza stimolazione manuale già il secondo giorno, stando attento a non tendere i punti di sutura.
Mi sono masturbato in maniera leggera anche i giorni successivi, stavolta con minima stimolazione manuale.
Oggi, 04/07/23, più degli altri giorni, avverto un senso di pesantezza sul testicolo sinistro e una sensazione di dolore come se fosse stato colpito e come se si stesse tirando un cordoncino al suo interno, e volevo chiedere se ciò sia considerato normale o tuttalpiù dovuto alla masturbazione. Palpando leggermente il testicolo sx poi sento che le vene sono ancora molto ingrandite rispetto al testicolo destro, volevo chiedere se fosse normale.
Inoltre ieri, cinque gg dopo l’operazione, ho avvertito una leggera irritazione sull’asta del pene ma non ci ho fatto troppo caso.
Oggi medicando la ferita ho notato che si è creata una sorta di bolla, una raccolta di liquido, proprio dove avvertivo l’irritazione, ancora più visibile quando retraggo la pelle del prepuzio, e questo mi ha fatto non poco preoccupare.

Attendo rassicurazioni in merito alla mia situazione e ringrazio in anticipo per la disponibilità.
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 38.3k 1.7k 17
I disturbi che accusa sono assolutamente normali a distanza di pochi giorni dall'intervento. Le vene dilatate che costituiscono il varicocele non sono state ovviamente asportate, tenderanno a ridursi molto graduialmente, ma se il varicocele era cospicuo è probabile che qualcosa continuerà a palparsi a tempo indefinito. Il senso di tensione nel testicolo è dovuto perlopiù alla linfa che deve trovare vie di scarico alternative a quella venosa, cosa che necessita in media di qualche settimana. Non insista troppo nelle sollecitazioni manuali e indossi anche durante il sonno mutande elastiche aderenti, per tenere sempre lo scroto ben fermo e sollevato.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta. Mi può dire di più invece sulla bolla comparsa sul pene?
[#3]
Dr. Paolo Piana Urologo 38.3k 1.7k 17
Lei pensa forse che noi si possa vedere attraverso lo schermo del computer? Magari ...
Ovviamente non potendo valutare direttamente, possiamo solo pensare che sia qualcosa che non ha nulla a che vedere con il varicocele e l'intervento.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Non penso assolutamente che possiate vedere attraverso lo schermo, ma con questa premessa tutti i consulti posti in questo sito sarebbero irrilevanti a questo punto.
Ripeto, si tratta di un rigonfiamento, come una bolla, sull’asta del pene, a sinistra, lo descriverei come una vescica ma localizzata sul pene, il colore è quello della pelle, ed è leggermente dolente. Non vorrei fosse dovuta allo sfregamento il cerotto per la medicazione.
[#5]
Dr. Paolo Piana Urologo 38.3k 1.7k 17
Quella che ci riferisce è probabilmente l’ipotesi più verosimile.
A parte questo, è evidente che lo scopo del nostro servizio gratuito qui sia quello di informare e spiegare partendo da elementi di giudizio già definiti (es. esiti di esami, pareri espressi da Colleghi, eccetera). Non è possibile e neanche opportuno formulare pareri riguardo ad alterazioni che per quanto dettagliatamente vengano descritte, mai potrebbero essere giudicate se non con una indispensabile valutazione diretta.

Paolo Piana
Medico Chirurgo - Specialista in Urologia
Trattamento integrato della Calcolosi Urinaria
www.paolopianaurologo.it