L'uso terapeutico della Marijuana è stato promosso come trattamento per molte malattie, tra cui il GLAUCOMA.

E ora che la vendita e il possesso di marijuana è stata legalizzata in molti stati della Comunità Europea.

Il glaucoma è una patologia oculare in cui il nervo ottico viene progressivamente danneggiato, riducendo la visione periferica. 

E' una malattia che se non affrontata adeguatamente porta alla cecità. 

La causa più importante di danno del nervo ottico nel glaucoma è una pressione intraoculare superiore alla norma "IOP".

L'unico modo per controllare il glaucoma e prevenire la perdita della vista è quello di abbassare i livelli della IOP. 

L'idea che la marijuana possa essere utile nel trattamento del glaucoma è iniziata negli anni 1968-70. 

Gli studi internazionali e multicentrici hanno sempre dimostrato che fumare marijuana abbassa la IOP delle persone con glaucoma. 

Sono stati condotti ulteriori studi più recenti che hanno valutato se la marijuana o il suo principio attivo: THC, potrebbe essere utilizzato per mantenere la IOP bassa. Questa lunga ricerca è stata sostenuta dal National Eye Institute (Federal National Institutes of Health).

Quando la marijuana viene fumata o quando il THC viene assunto in una pillola o per iniezione, la IOP pressione intraoculare si abbassa, ma per un breve periodo di tempo, diciamo "circa tre o quattro ore".

Il fatto che la pressione intraoculare si abbassi solo per un breve periodo di tempo è il vero inconveniente per l'uso terapeutico della marijuana nel glaucoma.

 Il glaucoma deve essere trattato 24 ore su 24, dovremmo fumare marijuana otto volte al giorno, tutti i giorni, per avere una IOP sempre "sotto controllo". 

A causa degli effetti della marijuana sul nostro umore, fumando tutti i giorni non ci permetterebbe di guidare, lavorare, utilizzare apparecchiature o sfruttare al massimo le nostre capacità mentali.

Le sigarette di marijuana contengono poi centinaia di composti che danneggiano i polmoni. 

Inoltre ricerche recenti hanno dimostrato che l'uso regolare di marijuana, a dosi elevate, causa problemi di memoria a breve termine e concentrazione.

La pressione intraoculare alta non è l'unico fattore che danneggia il nervo ottico. Studi molto recenti identificano il glaucoma come una malattia neurologica : molto simile al Parkinson o l'Alzheimer. 

 Purtroppo, la marijuana non solo abbassa l'IOP, ma abbassa la pressione sanguigna in tutto il corpo. Come risultato, ha anche il potere di ridurre il flusso di sangue al nervo ottico, annullando il vantaggio di un IOP abbassata.

In realtà stiamo ancora studiando se i principi attivi della marijuana possano ancora offrire un reale trattamento terapeutico del glaucoma. 

MEDICITALIA.it

I contenuti scientifici sono forniti GRATUITAMENTE dai medici specialisti oculisti.

È vietata la riproduzione e la divulgazione anche parziale senza autorizzazione. 

Logo medicitalia.it