Login | Registrati | Recupera password
0/0

Amenorrea e perdite dopo rapporto

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2011

    Amenorrea e perdite dopo rapporto

    Sono una ragazza di 19 anni e mezzo. Nella mia vita ho avuto un unico ciclo spontaneo, per la precisione il 1 Settembre 2007, avevo quasi 16 anni. Dopo il menarca più nulla.
    Sono andata da alcuni dottori, mi hanno sottoposta a diversi esami, concludendo che il problema era nell'asse ipotalamo-ipofisi (i valori ormonali erano piuttosto bassi), probabilmente legati ad una perdita di peso e ad abitudini alientari errate (anche se non sono mai stata sottopeso). Due anni fa mi sono ammalata di bulimia nervosa, ho cominciato la cura l'anno scorso e, nel giro di pochi mesi,la remissione. Oggi sono completamente guarita.
    In tutto questo tempo, comunque, non vi è stato il minimo accenno di mestruazioni (nemmeno in risposta ad un ciclo di Dufaston).

    Ora veniamo al motivo della mia domanda: Venerdì scorso ho avuto un rapporto per la prima volta col ragazzo con cui esco e Domenica sera ho notato una piccolissima perdita, che però è continuata ad aumentare. Oggi ho avuto perdite tutto il giorno (mi sembra che il flusso sia aumentato rispetto a ieri).

    Quello che mi impensierisce però è la strana coincidenza: è possibile che il rapporto c'entri qualcosa? Onestamente, io non penso sia così: mi sembra che il flusso stia aumentando, durante la penetrazione non ho sentito dolore, negli ultimi due anni ho avuto rapporti regolari e non mi è mai capitato niente di simile.
    Però non posso fare a meno di notare la tempistica un po' particolare e mi piacerebbe sentire un parere esterno.
    Grazie



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 952 Medico specialista in: Ginecologia e ostetricia

    Perfezionato in:
    Medicine non convenzionali

    Risponde dal
    2007
    Gentile Signorina,

    è possibile che l'amore, e la situazione personale più stabile, abbia sbloccato il famoso asse ipotalamo ipofisi ovaio, rimasto silente a lungo come conseguenza del disturbo del comportamento alimentare.

    Segni sul calendario le perdite ematiche, in modo da capire meglio, per il futuro, come vanno le mestruazioni.

    Una possibile alternativa, è che ci siano state delle lesioni legate al rapporto ("lacerazioni da coito") in questo caso di solito le perdite possono essere molto abbondanti.

    Mi raccomando si protegga per i rapporti, altrimenti si passa ad un altro tipo di amenorrea! :)



    Dr.ssa Valentina Pontello
    www.medicinamaternofetale.it
    Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2011
    La ringrazio per la veloce risposta.
    Esiste però un modo per capire quale sia, tra le due, la causa? E' possibile che sia una lacerazione da coito anche se non ho sentito dolore durante il rapporto e se la perdita è cominciata due giorni dopo?



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 952 Medico specialista in: Ginecologia e ostetricia

    Perfezionato in:
    Medicine non convenzionali

    Risponde dal
    2007
    No, allora non è possibile.
    la lacerazione da coito dà una perdita immediata.


    Dr.ssa Valentina Pontello
    www.medicinamaternofetale.it
    Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi


Discussioni Simili

  1. Amenorrea e prontogest
    in Ginecologia e ostetricia
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 12/07/2011, 22:11
  2. Coito interrotto durante il ciclo
    in Ginecologia e ostetricia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 11/07/2011, 11:18
  3. Liquido preeiaculazione
    in Ginecologia e ostetricia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 03/07/2011, 11:51
  4. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 30/06/2011, 09:35
  5. Nuvaring e dolori basso ventre
    in Ginecologia e ostetricia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 21/08/2011, 21:51
ultima modifica:  14/04/2014 - 0,06        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896