Utente 406XXX
Buongiorno,
ho 40 anni , faccio controlli ginecologici regolari ogni 6 mesi (dallo spavento che mi sono presa per una CIN2 10 anni fa) con pap-test ed ecografia TV. Dall'ultima ecografia mi è stato riscontrato un sospetto polipo endometriale di 10 x 5 mm. 6 mesi fa non vi era traccia di questo polipo. I cicli sono sempre tra i 23-27 gg. (da sempre) con un'ovulazione che - negli ultimi anni- è diventata dolorosa e con, talvolta (ma non sempre), delle piccole perdite marroncine filamentose proprio a metà del ciclo. Pensavo ad un po' di spotting ovulatorio. Non prendo la pillola, non ho avuto figli e ho avuto problemi di ipertirodismo 8 anni fa (ora risolti). E' possibile che questo polipo si sia formato in 6 mesi? Se ne può andare da solo magari con il prossimo ciclo (improbabile temo)? E' necessaria l'isteroscopia diagnostica come mi ha prospettato il medico? Nel caso, puoò essere risolutiva vista la dimensione del polipo? C'è pericolo di malignità? Lui si è sentito di rassicurarmi, ma ovviaente avrei preferito non ci fossero problemi. Infine, posso prendere qualche precauzione per limitarne la crescita? Grazie per l'aiuto.

[#1] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Cara signora,

prima di tutto bisogna accertare la presenza del polipo tramite l'isteroscopia.
Il polipo non regredisce spontaneamente, e va comunque tolto tramite resezione per via isteroscopica.

Un cordiale saluto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 406XXX

Buongiorno,
dopo la prima diagnosi di sospetto polipo endometriale (confermato con una visita successiva a fine ciclo, in cui il volume si era dimezzato...e credo che questo sia esito del ciclo), il mio ginecologo ha optato per una cura di progesterone con ovuli per via vaginale (dose di 100) per 10 gg - dal 14° del ciclo - per tre mesi per poi rivalutare la situazione. E' un approccio condivisibile?
Fatto il primo "ciclo di progesterone", ho avuto il ciclo quasi normale (molto abbondante un giorno, ma piuttosto scarso gli altri giorni - è normale?) e ora sono in fase quasi ovulatoria (11° giorno) e ho delle leggerissime perdite rosa (visibili solo quando mi reco in bagno) con i tipici dolori ovulatori. Sono normali queste lievi perdite (di cui non ho memoria in altre occasioni)? possono essere conseguenza del progesterone? Il pap-test era ok a luglio.
Grazie

[#3] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Cara signora,

come le ho già detto, per la diagnosi e la valutazione corretta riguardo anche le dimensioni di un polipo endometriale, quindi localizzato all'interno dell'utero e non valutabile tramite la visita in quanto non visibile, l'esame più indicato rimane l'isteroscopia.

Una volta accertata la presenza del polipo la terapia è chirurgica: asportazione del polipo per via isteroscopica.


Un cordiale saluto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.altervista.org

[#4] dopo  
Utente 406XXX

Buonasera,
dopo una sonoiseroscopia mancata perchè ero già in fase quasi ovulatoria, il ginecologo mi ha rifatto in quell'occasione un eco transvaginale evidenziando in modo ancora più palese la presenza di questo sospetto polipo (0,9 x 0,4) sul fondo dell'utero a cui, forse, se ne associa un altro piccolo vicino.
A questo punto inutile fare isteroscopia diagnostica e si è parlato direttamente di isteroscopia operativa in narcosi. In attesa dell'intervento mi ha dato, da inizio ciclo (4 giorni fa) Danatrol 200 (1 pastiglia al giorno). L'intervento non è stato ancora fissato - mi ha parlato di un mese.
Ho alcune domande:
1) l'iter che sto seguendo è quello convenzionale? l'uso del Danatrol è corretto anche preso per un mese?
2) la narcosi è necessaria per poter "lavorare" meglio? non si può evitare?
3) son ancora molto spaventata dalla CIN2 per la quale sono stat operata 10 anni fa. Il pap-test eseguito un anno fa era negativo, ma ci fosse un'infezione da HPV, un'operazione del genere è pericolosa? Devo eseguire il pap-test prima (anche se sto facendo cura con il Danatrol)?
Grazie per l'aiuto

[#5] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
1) si, anche se esistono scuole di pensiero diverso che non usano il danatrol prima dell'intervento.Comunque stia tranquilla l'iter è corretto.
2) sì , è meglio, ma provi a parlarne anche con il chirurgo e con l'anestesista
3) no, non è pericolosa, il pap test non è un esame obbligatorio da fare prima dell'isteroscopia,ma le consiglio di parlarne anche con il suo ginecologo vista la sua storia precedente

Un cordiale saluto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.altervista.org

[#6] dopo  
Utente 406XXX

Grazie per le risposte (chiare) che mi ha fornito.
Ho un ulteriore quesito. Oggi sono al 14giorno (e quindi alla 14esima capsula di Danatrol) e ho avuto alcune piccole perdite rosacee - sembrerebbero avvisaglie di ciclo (con gonfiore addominale, tensione del seno, altri classici sintomi) più che di fase ovulatoria.
Prima di cercare il mio ginecologo, volevo chiedere se è frequente ci siano perdite durante l'ovulazione per effetto del Danatrol (mai avute precedentemente), se può sballarsi il ciclo di 14 giorni (ma non dovrebbe bloccare l'ovulazione?!) o se possa essere il polipo (anche se in realtà mi sento "gonfia" da imminente ciclo). Grazie per l'aiuto!

[#7] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Cara signora, il Danatrol non blocca l'ovulazione, e per questo motivo durante l'assunzione di questo farmaco è necessario adottare misure contraccettive cioè il profilattico, inoltre può provocare alterazioni del ciclo mestruale.

Buona serata.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.altervista.org

[#8] dopo  
Utente 406XXX

Buonasera,
il 17 dicembre sono stata sottoposta a isteroscopia operativa con resezione dei due polipi (oltre a quello identificato, se n'era formato un altro vicino al precedente) e raschiamento. Aspetto l'esito dell'esame istologico per i polipi e per la biopsia fatta al tessuto endometriale. E' l'iter comune?
Dopo la cura col Danatrol (per 35 giorni), l'operazione e il raschiamento, il ciclo dovrebbe riprendere normalmente? Oggi, dopo 20 giorni dall'operazione, ho la classica tensione al seno e alcune perdite che sembrano l'inizio del ciclo - è verosimile che lo sia? (premetto che dopo l'operazione ho avuto alcune perdite poco consistenti per 4-5 giorni e poi più niente).
Grazie ancora per il supporto.

[#9] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Buongiorno signora, e buon anno.

Si è l'iter previsto.

Tenga presente che dopo l'intervento e la sospensione della terapia, possono esserci delle irregolarità nel ciclo, che comunque non è detto che si verifichino sempre e in genere si risolvono spontaneamente nel giro di uno-due mesi al massimo.

Un cordiale saluto.

Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.altervista.org

[#10] dopo  
Utente 406XXX

Buongiorno,
l'esame istologico ha comprovato (per fortuna) si trattasse di un polipo (anzi due - uno di dimensioni maggiori e un altro vicino molto piccolo).
Ho fatto la visita di controllo dopo 40 giorni dall'operazione - tutto a posto. Il ciclo mi è tornato proprio dopo la visita - ciclo normale.
Il mio ginecologo mi ha prescritto (per inibire la nuova formazione di polipi) il dufaston da assumere (1 pastiglia al giorno dal14° al 24° giorno) per 6 mesi per poi fare una nuova visita di controllo.
Nell'ultimo anno il mio seno è diventato più sensibile al ciclo (tanto da sentirmi meglio con il reggiseno piuttosto che senza, pur avendo io poco seno). Questo non solo (come mi era sempre successo) nella seconda parte del ciclo, ma da quasi subito dopo il ciclo.
Ho fatto ecografia al seno e mammografia 10 mesi fa ed era tutto a posto, ma questo indolenzimento non passa, anzi aumenta (si è notevolmente ridotto, nonostante un seno molto gonfio, quando assumevo danatrol). 8 anni fa ho avuto problemi di ipertiroidismo, con livelli alterati di prolattina, poi curato con Propycil e rientrato(faccio esami ogni 8 mesi per misurare TSH, FT3 e FT4 - tutto a posto -, ma non ho più misurato altri ormoni.
Cosa mi consiglia di fare? Continuare con il Dufaston e vedere se cambia qualcosa? Verificare nuovamente la tiroide? Ci può essere qualche tipo di connessione?
Grazie per l'aiuto.

[#11] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Cara signora,

visto che i controlli al seno e alla tiroide non sono recentissimi, eventualmente li rifarei.
Riguardo i dolori al seno, possono essere correlati alla situazione ormonale.
In attesa della visita senologica di controllo, legga questo articolo che potrà esserle utile:

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/72-dolori-seno-mastalgia-mastodinia.html

Buona domenica.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.altervista.org

[#12] dopo  
Utente 406XXX

Buongiorno,
ho sentito il mio ginecologo e mi ha detto di dimezzare la dose del dufaston (mezza pastiglia al dì) perchè il dolore al seno non dovrebbe essere così pronunciato.
Nel frattempo è arrivato l'esito del pap-test che riporta preparato leggibile, ma non sufficientemente adeguato per eccessiva citolisi lattica.
Ho fatto il pap-test proprio il giorno prima che mi ritornasse il ciclo dopo i tre mesi di sospensione (tra Danatrol e raschiamneto), quindi, forse, pur non avendo io perdite, il clima batterico era piuttosto alterato. Il ginecologo mi ha detto di rifarlo e di far 6 giorni di Deltovagin per "disinfettare". Ho iniziato i primi tre ovuli e oggi mi è arrivato il ciclo con 3 giorni di anticipo. Speravo di riuscire a completare la cura prima del ciclo, ma così non è stato. Ormai il trattamento si è interrotto. Mi consiglia di riprendere e terminare gli ultimi 3 ovuli appena finito il ciclo? il pap-test lo rifarò dopo 10 giorni dalla fine del ciclo (e quindi dopo una settimana dagli eventuali 3 ovuli) o meglio non fare nulla? o meglio rifare un ciclo intero?

Grazie nuovamente.
Buon lavoro

[#13] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Può terminare gli ultimi tre ovuli dopo la fine del ciclo, ma chieda comunque sempre conferma al suo ginecologo, visto che è Lui che le ha prescritto la cura.

Un cordiale saluto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.altervista.org

[#14] dopo  
Utente 406XXX

Buongiorno,
sintetizzo il progresso degli ultimi mesi.
Ho fatto la cura di ovuli e il pap-test è risultato nella norma.
Non prendo più alcuna pastiglia di Dufaston (ho fatto anche un controllo al seno che è risultato nella norma).
Il ciclo è tornato normale (ogni 25 giorni con una durata di 6 giorni). Da due cicli però proprio in concomitanza dell'ovulaizone (che riconosco dal filamento) in una o due occasioni insieme al muco compaiono dei filamenti colorati/marroni. Sembrerebbe quasi residuo del ciclo precedente. Non so se possa avere qualche rilevanza, ma non ho avuto rapporti negli ultimi mesi.
Nel tempo mi è successo qualche altra volta, ma raramente. E' normale? Potrebbe essere un nuovo prooblema? Questioni ormonali? Un ulteriore polipo (ma dalla visita di 3 mesi fa non c'erano evidenze in tal senso).
Prima di richiamare il ginecologo (da cui andrò per un controllo a giugno), volevo chiedere se ci son elementi di cui preoccuparsi o son episodi che si possono verificare dopo operazione, raschimaneto, ecc?
Grazie!

[#15] dopo  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
A volte durante l'ovulazione può verificarsi uno spotting.
Nel frattempo continuerei ad osservare come vanno le cose, senza preoccuparsi, in attesa del prossimo controllo con il suo ginecologo,non manca molto....

Un caro saluto :-)
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.altervista.org

[#16] dopo  
Utente 406XXX

Buongiorno,
ho fatto la visita di controllo e, inaspettatamente, a distanza di 7 mesi dalla polipectomia sembra ci sia un nuovo ispessimento compatibile con un polipo endometriale.
Il ginecologo si è mostrato piuttosto tranquillo (vista la natura benigna dei precedenti) e mi ha prescritto la pillola Klaira per cercare di ridurre l'attività dell'endometrio.

Possibile che a distanza di 7 mesi si sia riformato il polipo? L'ultima mestruazione è stata piuttosto scarsa, potrebbe essere un ispessimento dell'endometrio legato a questa causa? Ho grand efiducia nel medico che mi ha operata, ma è possibile non abbia "pulito" a fondo nonostante abbia fatto anche un raschiamento?

Oltre alla pillola, cosa si può fare (terapie/trattamenti/alimentazione?!?) per minimizzare la probabilità che si riformino questi polipi?

Ho 41 anni, ciclo ogni 26 giorni circa e non ho avuto figli.

Grazie :)