Login | Registrati | Recupera password
0/0

Grasso localizzato che non diminuisce in zona seno

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012

    Grasso localizzato che non diminuisce in zona seno

    Salve.
    Prima di tutto mi scuso se non è la sezione adatta ma non sono capace di capire certe differenze. Credo che quello che sto per descrivermi è un problema di metabolismo.
    Da ormai più di due settimane sono a dieta perchè ero sovrappeso (magari secondo alcuni canoni lo sono ancora), troppo grasso in gambe, pancia e seno... Con la dieta ho avuto qualche risultato, ho perso 4 kg e si vedono.. la pancia è leggermente meno gonfia (soprattutto in alcune parti più al di sopra..), le gambe hanno un po' più di forma rispetto a prima (anche se comunque grasse) ma l'unica cosa che non si è smossa per niente è quella che più mi interessava (e che mi ha spinto ad iniziare la dieta perchè l'unica cosa visibile anche con i vestiti) è il seno (se così lo si può chiamare). Ho delle "tettine" troppo grandi e sporgenti, quasi a punta.. anche i capezzoli mi sembrano un po' troppo grossi. Con la dieta non solo le tette non hanno iniziato a scomparire ma sono ancora più evidenti in quando altre parti del corpo hanno perso del grasso. L'unica cosa che è cambiata con la dieta è stata la consistenza: come ogni altra parte grassa, anche il seno è diventato molto più morbido. Possibile che non voglia però scomparire? Prima arrivavo a pesare anche 87 kg (una volta 89), ora sono tra il 79 e l'80.. mica è normale che il corpo abbia preso più forma "normale" e le tettine no?
    Faccio anche un minimo di attività fisica, maggiormente sollevamento pesi.
    Come posso, senza ricorrere ad interventi (non ho ne soldi ne voglia), risolvere questo problema che mi tormenta ormai da una vita?
    Ho letto in giro che può capitare ma che a 20 anni il seno dell'uomo torna piatto, normale.. io ne ho 20 da qualche mese ma il seno farebbe invidia ad una ragazzina in prime fasi di sviluppo o.o
    Esiste una dieta "localizzata" che posso fare per farle scomparire? Che io sappia non esistono diete localizzate, ma sarà vero? e cosa posso fare in alternativa?
    Esiste anche qualche tipo di attività fisica che velocizzi il consumo dei grassi di quelle parti?



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 15 Medico specialista in: Diabetologia e malattie del metabolismo
    Geriatria

    Risponde dal
    2006
    Gentile Sig,ra
    Il dimagramento da lei ottenuto le consentito di perdere un certo numero di chili (verosimilmente massa grassa).
    In linea di massima, escludendo le forme di adiposità localizzata,(che in genere interessa glutei ed interno cosce) la riduzione del grasso è abbastanza uniforme in tutto il corpo in corso di dimagramento.
    Ritengo che il suo seno con la riduzione dell'adipe,che circonda la ghiandola mammaria si sia leggermente " afflosciato".
    Le consiglierei,pertanto di continuare con la sua dieta e consultare un esperto di fitness per tonificare i muscoli pettorali.
    Cordiali saluti


    dr.Dionisio Pascucci
    Specialista in Diabetologia e Malattie del Ricambio

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Gentile Dottor Dionisio Pascucci,
    la ringrazio per la risposta e la aggiorno:
    Mi sono accorto che, seppur non potendo seguire il suo consiglio di consultare un esperto di fitness, mi sono informato su banali esercizi che posso fare in casa (innocui, niente di nocivo...). Avrei una domanda, forse parecchio stupida, da farle:
    facendo aumentare la massa magra al di sotto delle "tettine", questa non spingerà ulteriormente la "massa grassa" e le farà risultare ancora più sporgenti?

    Purtroppo devo contraddirla (per così dire) per la definizione di "afflosciato"... il seno più che afflosciato è sporgente.. tende ad andare in avanti e leggermente a sinistra quello sinistro e a destra quello destro.

    Ho notato, tuttavia, che il sinistro è più grosso del destro.. e non capisco come ma a volte si restringono, sembrano QUASI normali.. mentre per la maggior parte del tempo sono così grassi....

    Informandomi su internet credo di essere affetto da ginecomastia falsa... ma come faccio a capire se è falsa o vera? Forse dovrei chiedere in un'altra sezione per questo, senza niente togliere alla sua professionalità ovviamente.
    E' vero che la ginecomastia falsa non può essere risolta se non con interventi chirurgici?



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 15 Medico specialista in: Diabetologia e malattie del metabolismo
    Geriatria

    Risponde dal
    2006
    Gentile Sig.re
    allo scopo di definire meglio la sua condizione di ginecomastia sarebbe utile sottoporsi ad un ecografia,che potrà chiarire se l'aumento di volume e dovuto alla ghiandola in sè o al tessuto adiposo.
    In caso di eccesso di adipe il problema va risolto mediante liposuzione;in caso di ipetrofia ghiandolare bisogna necessariamente consultare il chirurgo estetico.
    Naturalmente esistono delle forme di ginecomastia secondarie all'uso di farmaci e a squilibri ormonali.
    Pertanto escludendo l'uso di farmaci,droghe e alcool andrebbe valutata la sua condizione ormonale,in particolare gli ormoni sessuali maschili e femminili, la funzionalità tirodea ed ipofisaria.
    Cordiali saluti


    dr.Dionisio Pascucci
    Specialista in Diabetologia e Malattie del Ricambio

Discussioni Simili

  1. La mia ghiandola lavorava troppo, poi
    in Diabetologia e malattie del metabolismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 02/01/2008, 22:08
ultima modifica:  17/11/2014 - 0,09        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896