Utente 386XXX
Buongiorno Dottori.

(Scrivo per conto di mia zia)

"Provo a parlare a voi del mio caso, visto che ormai da diversi mesi nessuno riesce a capire cosa ho. Vi ringrazio in anticipo del tempo che dedicherete a leggere la mia storia e mi scuso se questa sarà un po' lunga.

Il 18 ottobre 2017 mi sono sottoposta ad un intervento di artrodesi di L3-L5.
La notte dell'intervento mi si è scatenato un forte prurito in tutto il corpo che ho subito fatto presente ai dottori che hanno diminuito la dose di morfina. La notte successiva sempre prurito ma meno intenso. Dimessa dall'ospedale il 25/10 (prurito apparentemente passato).

Mi inizia un forte bruciore alla gamba sinistra che mi ha costretta a prendere 4 antidolorifici/antinfiammatori al giorno (tra Brufen, Tachipirina 1000, Tachifene. Poi anche Medrol per 7 giorni, Palexia per 7 giorni) per 40 giorni, senza né miglioramenti successivi all'assunzione del farmaco, né apparentemente nel lungo periodo. Smetto tutto non appena la situazione sembra migliorare diventando sopportabile.
Dopo 2-3 giorni, siamo circa al 5 Dicembre, si scatena un insopportabile pizzicore e prurito su viso, testa, collo, petto e schiena (occhi e interno orecchie, addirittura). Gli antistaminici non facevano effetto; il cortisone lo attenuava ma, una volta diminuita la dose (e poi smesso dopo 15 giorni) tornava.
Il problema si scatena sempre di notte (ogni tanto in mattinata, durante il giorno, o la sera), tra l'1 e le 2, impedendomi ormai da mesi di dormire oltre quell'orario, e si attenua verso le 6 del mattino. Trovo sollievo (se così si può dire) solo appoggiando sulle zone colpite un panno umido e camminando per casa (mi distrae? È un problema che deriva dalla cicircolazione?).

Dietro il collo (la zona dove ho maggiormente il prurito) ho come dei foruncoli sotto pelle (che il dermatologo ha chiamato eritema maculo papuloso)

Pensando che fosse uno sfogo di natura allergica mi sto facendo seguire da un dermatologo. Di seguito i test fatti:
• Prick test
• Allergia ai farmaci presi. Si era pensato ad un'intossicazione da farmaci ma ormai non ne prendo da due mesi e i sintomi non sono cambiati.
• Allergia ai materiali.
Positiva solo a: nichel solfato 1+, cipresso 2+, istamina 3+.

L'allergologo (che ammette di non sapere cosa sia) per ora parla solo di una reazione del mio corpo all'intervento.

Avete qualche consiglio?

Grazia ancora."
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Se di allergia si è trattato, questa deve scomparire nel giro di breve tempo senza esiti.

Gli esami che ha effettuato sono piuttosto completi e tutti negativi.

Se il sintomo persiste in qualche modo è necessario capire di cosa si tratti ma con probabilità non si riferisce all'episodio chirurgico.

Saluti
Dr Laino
[#2] dopo  
Utente 386XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno dottore.
Anzitutto grazie tante per la risposta.

Nel frattempo mi sono documentata: sulla pagina web di un dermatologo (non sapendo se posso fare nomi dico solo che è un dottore molto attivo anche su questo portale) ho letto a riguardo di "prurito brachioradiale". È vero che le zone dove il prurito mi colpisce non sono esattamente le stesse, ma i sintomi coincidono perfettamente (la cute non presenta alterazioni, peggiora di notte impedendo il sonno, l'applicazione di impacchi freddi dà sollievo, antistaminici e antinfiammatori inefficaci...). Mi è quindi sorto il dubbio "non è che questi problemi derivano dalla schiena, esseno stata questa oggetto di una importante operazione?"

Nel caso, mi saprebbe suggerire qualcosa, tra cui a che tipo di dottore rivolgermi (e/o che esami fare) per accertare questo?

Credo che i ringraziamenti per quello che fate non siano mai troppi o superflui.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Continuo a sostenere ciò che le ho comunicato e le raccomando il dermatologo di sua fiducia per approfondire la questione a mio avviso svincolata dall'intervento effettuato.
Non faccia autodiagnosi, non servono.

Saluti
Dr Laino
[#4] dopo  
Utente 386XXX

Iscritto dal 2015
Grazie di nuovo dottore