Utente 119XXX
Buongiorno, ho 30 anni e sono mamma di un bimbo di 31 mesi che frequenta il nido. Vi scrivo per chiedervi un parere. Da circa 1 anno ho episodi di febbre improvvisa, che farebbero pensare a forme virali: ad esempio picchi improvvisi di 38° che si smaltiscono spontaneamnete in 48 ore o addirittura dalla sera alla mattina. A volte, questi capitanto anche a distanza di pochi giorni. Successivamente a questi picchi febbrili, la temperatura si abbassa moltissimo (35,5-36 gradi), senza l'assunzione di alcun farmaco, lasciandomi una sensazione di spossatezza, nausea sudorazione e debolezza, importanti. Questo avviene soprattutto se la febbre sale la sera e la mattina dopo scende completamente. Inizialmente ho pensato a forme virali ereditate da mio figlio (che si ammala abbastanza frequentemente), ma in realta' quest'anno mi sono ammalata piu' spesso di lui e sempre con queste modalità descritte. Dalla analisi effettuate emergono valori nella norma, leggermenti alti i globuli bianchi (11 milioni). In questo anno, abbastanza difficle per la mia salute, ho subito un raschiamento, un'infezione da Clamidia (curata e risolta)ed ho iniziato un anticoncezionale estroprogestinico. Inoltre, mi hanno riscontrato un aumento vertiginoso delle mie (gia' presenti) allergie ai pollini, per le quali sono quasi perennemente sotto terapia, e che mi sono costate anche una bronchite asmatica trascinata per quasi 2 mesi. Risolta, come RX torace appena effettuati. Insomma... un anno MOLTO molto difficile e faticoso, in cui il mio corpo sembra essere andato in tilt!. Cosa suggerite?
Vi ringrazio in anticipo,
saluti cordiali
m
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
4% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

avrà voluto dire 11 mila globuli bianchi, non 11 milioni.

Le informazioni da lei date sono insufficienti e non consentono una risposta esaustiva.
Ha linfonodi e/o milza ingrossati? il peso corporeo è stabile? quali sono i valori della VES?

Si tratta, comunque, di una sintomatologia assai aspecifica, e le suggerisco di tenersi in contatto col suo medico curante.
Se dovesse perdurare, le consiglio di recarsi a visita da uno specialista in Medicina Interna.

Cordiali saluti.