Possibile relazione tra vasculite e deficit dell'erezione

Buongiorno,sono un ragazzo di 28 anni (tra meno di un mese),affetto da granulomatosi eosinofila con poliangioite (sindrome di Churg-Strauss),la malattia mi è stata diagnostica ad aprile 2014,dopo un ricovero per miocardite ed ipereosinofilia (67%).ho iniziato una terapia cortisonica con 60mg al giorno e,dopo circa 4 mesi,terapia con immunosoppressori (inizialmente endoxan baxter 100 mg al giorno,successivamente azatioprina 100 mg al giorno).Con il tempo,ho gradualmente scalato il cortisone,arrivando a 5 mg al giorno,nonostante un'eosinofilia stabile intorno al 20%.Diciamo che,al momento,non ho particolare disturbi,ma dal momento del ricovero ho notato un deficit dell'erezione,in particolare dopo aver messo il preservativo.Non mi sono ancora sottoposto a visita specialistica,quindi immagino non sia così facile per Voii darmi un parere,ma volevo chiederVi:essendo la malattia,una vasculite necrotizzante dei piccoli vasi,potrebbe sserci una relazione tra di essa e il mio deficit di erezione?ho inoltre notato un forte calo del desiderio,potrebbe essere correlato all'uso abbastanza importante di cortisone?Vi ringrazio in anticipo per la disponibilità e,provvederò a prenotare una visita,che dovrebbe essere meglio di un consulto basato sulla sola "teoria" e su possibili ipotesi.
Cordiali Saluti.
[#1]
Dr. Pierluigi Izzo Andrologo, Sessuologo 28,8k 637 1
Caro Utente,la sua malattia richiede un inquadramento diagnostico/terapeutico da parte di un esperto andrologo che nella sua zona non manca.La funzione erettile é neuro-vasculo-ormonale e la terapia cortisonica può agire sull'equilibrio ormonale, analogamente a quello glicidico.Cordialità.

Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test