Utente 466XXX
Buongiorno,ho quasi 30 anni e mi vergogno nel dire che non ho mai avuto rapporti sessuali completi. Ho deciso di umiliarmi e sono andato da un andrologo di fiducia,dato che non mi era possibile praticamente scoprire il glande se non con fatica e le tentate penetrazioni non erano soddisfacenti,anzi esattamente l'opposto! L'andrologo ha notato che avevo il frenulo un pò corto e ha deciso sarebbe stato meglio effettuare una frenulotomia! (si scrive cosi?)
Ho fatto l'intervento ed ho notato per le prime volte in vita mia,che il prepuzio scorreva nel glande in erezione! Non scorreva bene,una parte restava nella corona ma tutto il resto scorreva. Qui già sorge il primo problema,il dottore mi disse di passare una crema (di cui adesso mi sfugge il nome) ,ma dimenticai se mi disse per 3 giorni o per 30 giorni,io lo feci solo per 3 giorni ma avevo dubbi! Il secondo problema da elencare e che nuovamente adesso,mi è nuovamente impossibile scoprire il glande in erezione,posso farlo di nuovo con difficoltà solo se ben lubrificato! Ho parlato nuovamente con l'andrologo del problema e mi ha detto di non preoccuparmi e di riprendere una normale vita sessuale che il problema si sarebbe risolto da solo,ha passato pure uno strumento nel glande e ha confermato il fatto di star tranquillo!
Rassicurato di cio,dopo quasi un anno ho provato a penetrare una partner ma nuovamente fastidi alla punta del glande (forse perchè lei non era molto lubrificata e nemmeno io non so) , in questi periodi che non ho una partner mi sono costruito una vagina artificiale con una spugna "Lubrificata" e ho messo il sapone pure nel pene per una massima lubrificazione ma nulla,sempre fastidio alla punta del glande ed in tutto il glande ma con sorpresa,ho notato nella spugna una piccola goccia di sangue! In quel momento ho interrotto mi sono lavato ed ho rinunciato a godere per la milionesima volta ed io non so più che fare. Mi stò rendendo conto che probabilmente la natura stessa mi ha creato per "non accoppiarmi" e per non "procreare",oramai ne sono certo.. non so che fare!

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non drammatizzi, non si pasticci " con vagine artificiali, spugne "Lubrificate" e saponi messi pure nel pene" e risenta ora in diretta il suo andrologo di fiducia; solo così sarà possibile rivalutare per bene e sempre in diretta la sua reale situazione clinica ed impostare poi le strategie diagnostiche e poi terapeutiche mirate del caso.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 466XXX

grazie tante dottore,stà di fatto che l'andrologmi ha detto di non preoccuparmi,e mi ha fato un controllo,tipo scansione con un macchinario! però il problema sembra persistere,adesso che è uscito un pò di sangue nella spugnetta sono nuovamente preoccupato. Mi scusi se le posso sembrare stupido ma io sono molto timido nonostante l'età

[#3] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Buongiorno,
Aggiungo qualche riflessione a quella del dr. Beretta.

“Buongiorno,ho quasi 30 anni e mi vergogno nel dire che non ho mai avuto rapporti sessuali completi.”
È certo che questo evitamento sia correlato soltanto alle problematiche organiche.

Un ritardo così importante, la costruzione di una vagina artificiale, la sua timidezza, e la deflessione dell’umore successivo, fanno pensare ad altri fattori concomitanti.

“Mi stò rendendo conto che probabilmente la natura stessa mi ha creato per "non accoppiarmi" e per non "procreare”

L’intimità inoltre, è molto più di un accoppiamento....
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#4] dopo  
Utente 466XXX

Dottoressa il ritardo credo sia dovuto anche perché sono stato innamorato di una sola donna da quando avevo 15 anni e la amo tutto'ora quelle poche altre che sono venute dopo non sono mai riuscite a farmela dimenticare,sennò per poco tempo e in momenti in cui cercavo la penetrazione. Mi scuso per il termine "accoppiamento" ma capisca la mia rabbia e sofferenza di un intera vita! Quindi lei nel mio caso riconosce "un problema" , ma come lo risolvo? ho già fatto la frenuloctomia,ma non riesco a penetrare perché mi fa troppo male e la punta "tira" tantissimo e il prepuzio è ritornato nuovamente difficile da scorrere.Quella della vagina artificiale è un'idea recente,io sono anche un po' balbuziente quindi per me avere un altra partner sessuale è più complicato rispetto ad altri,immagini le mie infinite sofferenze,i miei infiniti pianti,sono davvero sfortunato

[#5] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2010
Diagnosi andrò-sessuologica.

Stabilito cosa ha ancora, si procederà con la cura.
Ma non escludo il lavoro di un mio collega

Se non ha dimenticato il suo passato, tra l’altro aveva soltanto 15 anni, c’e Un problema con il presente.
Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it