Utente 220XXX
Buongiorno, ho posto una nuova domanda piuttosto che sfruttare le conversazioni precedenti perché la mia è una situazione particolare e non ho trovato situazioni assimilabili nei quesiti precedenti. Ho 26 anni e non ho mai avuto problemi per quanto concerne l'erezione. Esattamente 2 settimane fa ho sbattuto con forza su un'attrezzo che aveva una punta molto dura. La zona colpita è stata la regione anatomica compresa tra lo sfintere anale e l'inizio della sacca scrotale, a livello dei muscoli del pavimento pelvico. Preciso che l'impatto è stato forte e puntiforme, non ha quindi interessato una vasta zona del corpo. In quel momento il dolore è stato molto forte e due o tre giorni dopo ho notato che la sacca scrotale, per di più a livello inferiore, era di colore nero a causa di un versamento, così come la base inferiore del pene. Tuttavia l'erezione non sembrava minimamente compromessa, nonostante un comprensibile dolore nella regione dell'ipatto durante la stessa. Ora che il versamento è praticamente scomparso quasi del tutto ho però dei problemi con l'erezione. Ovvero quest'ultima c'è ma il pene risulta evidentemente meno turgido e molto più corto.
A vostro parere è normale questo quadro clinico in ottica di una imminente restitutio ad integrum?
Specifico che io sono in lista operatoria per un varicocele sx 3^grado e 2^grado a dx, per cui dovrebbero chiamarmi entro massimo quattro mesi per l'operazione con liquido sclerotizzante. Faccio questa operazione per via di una qualità border line del liquido seminale, riscontrata in molteplici spermioculture consecutive, le quali mostravano un trend in peggioramento dello stesso.

Grazie per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
A mio parere deve essere visto e subito che un trauma perineale del genere, se trattato a tempo e modi debiti la rende un invalido perenne. Non aggiunga altro e fili come un razzo da esperto collega incrociando tutte le dita che ha
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 220XXX

Salve dottore, ho fatto con estrema celerità quanto dettomi. Mi sono recato ieri stesso da uno specialista il quale oltre alla palpazione ha eseguito un'accurata ecografia a livello del pene, del perineo e dello scroto. Mi ha detto che è tutto assolutamente normale (a parte un piccolo scrotolita che mi ha detto non avere niente di preoccupante).Detto questo, crede che debba fare qualche altra cosa? O se a livello ecografico si evince questo posso essere assolutamente tranquillo? Quello che però mi fa strano è che l'erezione, nonostante riesca ad arrivate all'eiaculazione, non è per nulla la stessa, e questo a così poco tempo dalla contusione (prima non si era mai verificato).
ps Il dottore mi ha dato un antinfiammatorio per 20 gg, il Siben 60.