Utente 471XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 21 anni che si é sottoposto ad un'operazione di circoncisione esattamente 6 mesi fa. Dopo una piccola infezione quando ancora dovevano cadermi gli ultimi punti, é andato tutto bene ed ora presento solo un po' di sensibilità (e quindi di fastidio) sul glande, ma solo a contatto con alcuni tessuti particolarmente fastidiosi (asciugamani e accappatoi per intenderci).
Io e la mia ragazza abbiamo una relazione a distanza e abbiamo rapporti sessuali da più di un anno e ci vediamo ogni due settimane per 3 giorni. Prima di lei non ho avuto altre esperienze e con lei non ha mai avuto problemi sino a dopo l'operazione. Premetto di non avere alcun "problema di durata" con masturbazione e rapporti orali, ma dopo la penetrazione bastano poche spinte (un minuto credo) perché io eiaculi. Aggiungo che non utilizziamo profilattici (la mia ragazza usa l'anello vaginale che spesso toglie prima dei rapporti) ma utilizziamo il lubrificante, che mi permette di non avere dolore nelle prime "spinte" della penetrazione. Il problema é ovviamente imbarazzante ma spero di aver dato abbastanza informazioni per avere un consulto

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

la premessa, che lei fa, "di non avere alcun "problema di durata" con masturbazione e rapporti orali, ma solo dopo la penetrazione e bastano poche spinte (un minuto credo) perché lei eiaculi" farebbe pensare ad un problema con forte componente psicologica insorto dopo il trattamento chirurgico subito.

Senta o risenta ora in diretta sempre il suo andrologo di fiducia e nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa frequente disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/194-rapporto-finisce-eiaculazione-precoce.html

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1253-news-pianeta-eiaculazione-precoce.html

ed ancora mi ascolti a questo link:

https://www.medicitalia.it/public/video/pillole-salute/37-eiaculazione-precoce-beretta-27-02-14.mp3

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 471XXX

Per avere una più completa risposta vorrei specificare che non ho problemi di durata nella pratica orale e nella masturbazione come "coppia" mentre da solo mi ritrovo spesso (e questo dopo l'operazione) a durare di meno, soprattutto rispetto a quanod sono insieme alla mia ragazza. Il problema quindi si riduce alla masturbazione da solo e alla penetrazione vaginale.

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

la sua frase: "nella pratica orale e nella masturbazione come "coppia" mentre da solo mi ritrovo spesso (e questo dopo l'operazione) a durare di meno..." vuol dire quando si masturba da solo?

Se così è la componente psicologica è quasi sicuramente quella dominante.

Senta ora in diretta anche il suo andrologo di fiducia.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com