Utente 311XXX
buongiorno , ormai da una settima ho problemi nell'area testicolare ; è iniziato tutto con una minzione molto frequente ed abbondante senza bere poi sono inziati dei fastidi nell'area inguinale , tra scroto ed ano e in tutto l'addome che ora si sono evoluti fino a diventare veri e propri dolori.
nei primi giorni , dopo un bagno caldo ho eseguito una autopalapazione testicolare notando qualcosa di ruvido nella parte bassa, quasi sul retro del testicolo sinistro. Recatomi dal medico e spiegatogli il tutto mi ha esaminato i testicoli riferendomi di aver trovato i testicoli lisci ma quando premeva sotto/dietro il testicolo sinistro , sentivo dolore .
mi ha detto che '' non pensa sia cancro '' di provare un antibiotico ciprofloxacin 500 per dieci giorni , 2 pastiglie al giorno , ma se non migliora entro due giorni tornare subito da lui , quindi dopodomani.
io vivo allestero ormai da quasi 2 anni , non voglio mettere in discussione le capacità del mio dottore ma vorrei solo sentire altre opinioni, pensate che siano sintomi compatibili con un tumore ai testicoli ? Ho chiesto anche se dovessi fare un controllo alla prostata ma mi ha detto che secondo lui non è necessario.
pvi , ho 30 anni , sfortunatamente dopo il traferimento ho smesso di fare sport causa il alvoro ed ho lo stesso partner da quasi 3 anni.
sto cominciando a sentire dolori anche sotto le ascelle e sotto i glutei , è riconducibile a questa ipotetica infezione o ad un tumore? inoltre i fastidi aumentano quando sono seduto o sdraiato
grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

i sintomi, da lei riferiti, non farebbero pensare ad un problema oncologico; in questi casi generalmente il dolore purtroppo non è presente comunque, se il problema dovesse continuare consulti un bravo andrologo od urologo e con lui valuti l'opportunità eventuale di una ecografia delle vie uro-seminali, testicoli compresi.

Nel frattempo, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su eventuali problemi di natura andrologica che interessano i giovani uomini le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html

Qui potrà trovare tutte le raccomandazioni, date dal National Cancer Institute statunitense, su come fare correttamente l'autopalpazione del testicolo.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com