Utente 468XXX
Buongiorno Dottore
Vado al dunque.

Ho 32 anni (i dati inseriti sono sbagliati, ho inserito quelli di mio marito!) e da 9 mesi stiamo cercando di avere un figlio con mio marito.
Lui, all'età di 22, ha avuto un orchite post parotite ad un solo testicolo; ricoverato subito, gli hanno detto che era stato tutto preso in tempo (era stato 7 giorni in una camera da solo, l'avevano bombardato di punture, povero!) e gli avevano detto di stare tranquillo che uno dei due era sano e non c'era alcun pericolo.

Vive questa cosa malissimo, si addossa tutte le colpe e settimana prossima ha deciso di fare uno spermiogramma.-
Io sono più tranquilla (mia mamma è medico generico ed ha sempre tranquillizzato tutti) però vedendo lui che si angoscia mi fa male.

E' possibile che lui sia sterile? Pensa che ci possa essere un problema di infertilità?

Mi dica sinceramente cosa ne pensa.
La ringrazio

Linda

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

se parotite da adulto, con un solo testicolo interessato dal processo infiammatorio, generalmente non si ha un quadro di sterilità.

Bene comunque fare un esame del liquido seminale, come già programmato.

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 468XXX

Gentile Dottore,

la ringrazio per la pronta risposta.
Sono assolutamente d'accordo con lei anche perchè, sinceramente, dopo aver letto diversi forum mi sono preoccupato anche io di quanto riportato relativamente all'orchite.

L'unica domanda, se posso disturbarla ancora, è questa; quando mio marito fu ricoverato (è stato 7 giorni in camera sterile -si ricorda-, con una "cinturina" di stoffa per sostenere i testicoli e, come già detto, "bombardato" da antibiotici) lui fu tranquillizzato sul fatto della sterilità;nel senso, mio marito ha sempre voluto diventar padre e -anche se era in età giovane- aveva fatto mille domande e la riposta (forse per sdrammatizzare) è stata quella inerente al fatto che uno dei due testicoli era sano (non ti preoccupare tanto hai l'altro -per capirci-). Come mai non gli hanno mai fatto fare uno spermiogramma? e sopratutto, nel corso di questi 17 anni, la situazione non è peggiorata?

Dottore mi scusi ancora e La ringrazio per la Sua professionalità.

Linda

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

le sue domande sono da un milione di dollari.

Chi era il pediatra, l'andrologo o l'urologo che ha seguito e monitorato la situazione post-parotitica di suo marito?

A loro forse è bene porre almeno la prima domanda.

Detto questo ora non ci rimane che aspettare l'esito dello spermiogramma.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 468XXX

Già, ha perfettamente ragione.
Grazie mille, veramente.

Linda R