Utente 505XXX
Buongiorno dottori...vi disturbo per descrivermi il mio problema: ho 30 anni e ormai da qualche anno,con l'inizio del caldo (Maggio,Giugno..) avverto un gonfiore tra testicoli e ano,come una pallina tra le gambe che mi dà fastidio stando seduto e soprattutto camminando.Il fastidio non è fisso tutto il giorno,ma aumenta a fine giornata,premetto che per lavoro sto molto tempo seduto e viaggio molto in auto.
Mi sono recato dall'urologo-andrologo come avevo già fatto in passato,che mi ha diagnosticato una prostatite e mi ha prescritto una cura con Chinoplus 600,Topster e una serie di integratori. I primi giorni la situazione è migliorata,poi è ricominciata da capo. Mi sono recato dal mio medico (l'urologo era in ferie)e mi ha prescritto prima un ciclo di Bassado di 10 giorni e poi Ciproxin,prima 500 e poi 1000,per venti giorni,ma i sintomi non sono migliorati,ed anzi mi sono apparsi dei ponfi pruriginosi con una piccola crosta sul pene (mentre ero al mare),pare che sia un effetto collaterale dell'antibiotico,detto dall'andrologo.
Parlando con un amico che aveva avuto questo tipo di problema,il suo medico gli aveva prescritto un'urinocoltura e una spermiocoltura per la ricerca di batteri,così mi sono recato dal mio medico e me li sono fatti prescrivere anche io.Il risultato è che l'urinocoltura tutto negativo e la spermiocoltura invece Positivo a batterio STREPTOCOCCUS AGALACTIAE,anche se non c'e scritto altro (quantità ecc..). Parlando con l'andrologo,che nel frattempo è rientrato,mi ha detto che se io sto meglio non è necessario trattare il batterio,e che i precedenti antibiotici non trattano questo batterio.

Le domande che rivolgo a voi sono:è vero questa cosa?se ho questo batterio addosso non è necessario trattarlo? Non è pericoloso per la mia ragazza?Ho letto che questo batterio potrebbe portare danni al feto in caso di un eventuale gravidanza. I ponfi possono essere provocati dall'antibiotico?

Volevo qualche informazione in più

Grazie mille,scusate il disturbo

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore

la diagnosi , terapia e gestione di una prostatite batterica può essere molto complessa e richiedere vari accertamenti
Se nelle urine o nello sperma (che è prodotto prevalentemente dalla prostata) vengono evidenziati dei germi è doveroso trattarli sulla scorta dell'antibiogramma.
Senta il suo specialista o valuti una "seconda opinione" che potrebbe essere utile.
cordiali saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2] dopo  
Utente 505XXX

Gentile dottore,innanzitutto volevo ringraziarla per la risposta.
Vedrò di farmi prescrivere un antibiogramma e di sentire anche un'altra opinione,perchè per adesso non sono molto convinto,purtroppo. Anche di questo antibiogramma non me ne è mai stato parlato.
Questo tipo di batterio può portare qualche conseguenza e non trattato tempestivamente?

La ringrazio infinitamente.

Saluti

[#3] dopo  
Utente 505XXX

Gentili dottori,vengo a disturbarvi ulteriormente ma non so più che pesci prendere.
Dopo altri 10 giorni di antibiotico Cefixoral 400 (mi è stato prescritto questo perchè i precedenti presi per più di un mese e mezza non coprivano questo batterio) la situazione non è cambiata molto,ed anzi: oltre ad un irregolarità intestinale accentuata (problema che soffro da molti anni) ho iniziato a espellere grosse scariche di muco misto a sangue vivo,e a sentire un dolore e bruciore interno all'ano molto fastidioso.
Adesso non so se recarmi dal mio medico,dallo specialista o da un dottore esperto in disturbi anali o altro.Francamente fisicamente non mi sento molto bene,ma non so se è per colpa dei due mesi di antibiotici o per il batterio.

Chiedo consiglio a voi perchè non so a chi mi devo rivolgere e come affrontare la situazione

Cordiali Saluti,e grazie anticipatamente

[#4] dopo  
Utente 505XXX

Gentili dottori...la situazione non migliora..la prostatite non passa..sento sempre gonfio a livello dello scroto..e piu che altro ho una forte debolezza e sonno che mi impedisce il mio lavoro..ho effettuato una nuova spermiocoltura a distanza di 15 giorni dalla fine dell'assunzione dell antibiotico...tutto negativo...il.mio dottore dice che la mia debolezza è un sintomo degli antibiotici presi in questi mesi, ma ho anche una forte sinusite con tosse e catarro da più di un mese che non passa (il dott. ha detto lieve bronchite),associata a irregolarità intestinale,fiato corto,sudorazione eccessiva e qualche doloretto...mi sento uno straccio...ho solo voglia di dormire...confido in una vostra risposta perché ho il morale a terra..
Grazie mille..saluti