Utente 333XXX
Buongiorno dottori, stiamo cercando un bambino, ho endometriosi è quindi abbiamo richiesto degli esami per mio marito.
Io 36 anni lui 38, normopeso e in salute.
Tuttavia non ci sono chiari i referti e vorremo un'interpretazione più accurata in attesa dei tempi ospedalieri.
Alla spermiocultura risulta positivo al batterio enterococcus feacalis
DOBBIAMO ASTENERCI DAI RAPPORTI NON PROTETTI?
Starei per ovulare....
Di seguito invece i valori dello spermiogramma:
Volume 2,2
Ph 7,8
Agglutinazioni presenti
Aggregazioni presenti
Cellule epiteliali presenti
Altre osservazioni :corpuscoli prostatici
Concentrazione spermatozoi 18 milioni
Numero spermatozoi nell riuscito 45 milioni
Cellule rotonde 0,1
Cellule spermiogenesi 100%
MOTILITA SPERMATICA
Motilità progressiva 28%
Motilità Non progressiva 4%
Motilita Totale 32%
Immobili 68%
VITALITA
Vitali 63%
MORFOLOGIA SPERMATOZOI
Forme tipiche 3%
Anomalia testa 97%
Anomalie collo 35%
Anomalie coda 10%
Goccia citoplasmatica 6%
Indice Teratoospermia 1,5%
MAR TEST DIRETTO IgG
Spermatozoi mobili con beads adese 98%
Pre trattamento
Volume utilizzato 1,0 mi
Concentrazione spermatozoi 18 milioni
Post trattamento
Volume 0,5 mi
Concentrazione 1,5
Motilità progressiva 30%
SONO GIUSTI? Perché non mi sembrano positivi, ma sono ignorante in materia.
SE NON POSITIVI PUO DIPENDERE DALL ENTEROCOCCO?
IN RIFERIMENTO AD UN EVENTUALE PERCORSO MEDICO DA QUALE SPECIALISTA PARTIRE?

Grazie in anticipo a chi vorrà risponderci ed aiutarci.

[#1]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,immagino che lei sia seguita da un ginecologo e,quindi,considerando che i figli si cercano e si fanno in due,é paradossale che suo marito non sia seguito da un esperto andrologo,anche per l'età matura di entrambi ed i valori non certo brillanti espressi dallo spermiogramma.A tal proposito,va sottolineato come l'esame esprima unicamente una valutazione statistica del potenziale di fertilità,non biologica.Quanto alla positività dell'esame colturale,senza la specifica del numero di colonie,va considerato poco attendibile e,certamente,non richiede la copertura dei rapporti.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#2] dopo  
Utente 333XXX

Lasciamo perdere la mia storia clinica sulla quale avrei molto da esprimere in negativo.
Per avere questo semplice esame ho dovuto pregare in ginocchio, che invece mi pare il minimo da fare, come lei evidenzia in una coppia della nostra età e con problemi di endometriosi.
Detto ciò, per fertilità biologica sottintende casualità e natura?
Da quel poco che posso capire mi pare di leggere che ci sono pochi spermatozoi sani e comunque poco attivi.
CONFERMA? EVIDENZIA ALTRO?
Ho notato anche io che non c è una carica batterica del feacalis... dice si farr un trattamento antibiotico e ripetere l esame in un altro centro?
Nel mentre,in attesa di approfondimenti, la ringrazio dell gentile risposta

[#3]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...consiglio una visita presso un esperto andrologo con certificata esperienza nel campo della biologia della riproduzione,che,quindi,potrà valutare i numeri e le percentuali espresse dall'esame,in base ai dati clinici della visita diretta.
Tutto il resto...è fantasia.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#4] dopo  
Utente 333XXX

Ok! Grazie mille del tempo che ci ha dedicato!

[#5] dopo  
Utente 333XXX

Buongiorno caro dottore! Siamo stati da un gine specialista in fertilità e infezioni.notando falda liquida nel douglas ha prescritto ad entrambi una cura.bassado e ciproxin.
In seguito dopo 20 gg ha richiesto anche lo spermiogramma.
Io privatamente ho fatto fare anche mar test e spermiocultura.
Lo spermiogramma ha differenziato la quantità di forme normali, passate da 3%a 7% ma con motilità rettilinea pari a zero.
Mar test positivo
Spermiocultura positiva ancora a feacalis.
Siamo in attesa di nuova visita dal gine e dall andrologo ma ho alcuni dubbi.
1PERCHE I DOTT NON HANNO RICHIESTO LA SPERMIOCULTURA?
C è qualche motivo a me ignoto x il quale non si rende necessaria oppure era una scelta dettata da troppa sicurezza nella cura?
2È POSSIBILE CHE IL FEACALIS SIA L'UNICA CAUSA DI QUESTO SPERMIOGRAMMA? o è meglio indagare ulteriormente x escludere altro?
3IN CASO DI ULTERIORE INDAGINE QUALI SONO GLI ESAMI DA RICHIEDERE ASSOLUTAMENTE?
senza voler gettare legna sul fuoco ho recentemente scoperto che da adolescente mio marito ha preso un pugno sui genitali, e che ha causa di ciò è stato male, con brividi continuati x più di 2 h. Non ha mai fatto controlli...................incredibile!
Grazie

[#6]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...é altrettanto paradossale che suo marito non sia stato visitato da un andrologo con competenze specifiche in fisiopatologia della riproduzione.Va da se che non possa essere uno stato infiammatorio (quante colonie si s. faecalis?) a determinare l'acinesia.Una volta posta una diagnosi andrologica rigorosa,sarà possibile rispondere ai suoi quesiti.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#7] dopo  
Utente 333XXX

Ha ragione! Ma le garantisco che per un paziente non è sempre facile farsi ascoltare. Abbiamo disdetto la visita dall andrologo perché il gine(esperto in riproduzione e infezioni) voleva prima facessimo la cura sopraindicata.
Torno a ripetere che la successiva spermiocultura l abbiamo eseguita privatamente senza richieste da parte dei medici.
In entrambi i centri in cui abbiamo fatto la spermioc non hanno indicato la carica batterica.
Ora siamo in stallo in quanto il gine insiste per farci andare da un andrologo di sua conoscenza perché facente parte dell equipe medica, il quale però è in ferie.
Per tale motivo chiedevo quali esami sarebbero rigorosamente da effettuare è da richiedere all andrologo,per evitare proprio di allungare un percorso inutilmente è già psicologicamente stressante.
Io ho avuto dei problemi di salute avulsi da tutto ciò e nonostante sapienti medici etc ho fatto dentro e fuori dagli ospedali x 2 anni, so bene cosa vuol dire. Almeno questa cosa vorrei non venisse sottovalutata o allungata.
Grazie ancora delle sue cortesi risposte, resto in attesa di un suo importante consiglio

[#8]  
Dr. Pierluigi Izzo

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
SALERNO (SA)
NAPOLI (NA)
BENEVENTO (BN)
CASERTA (CE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...conviene far riferimento ad uno specialista reale,per non rischiare di perdere ulteriore tempo.Cordialità.
Dr. Pierluigi Izzo
www.studiomedicoizzo.it
info@studiomedicoizzo.it

[#9] dopo  
Utente 333XXX

Ok la tengo aggiornata.grazie