Utente 390XXX
Buonasera,

da un po' di tempo mi sono accorto di avere il pene che nella parte finale (distale?) si piega verso l'interno in erezione, cio' non mi causa ne' dolore ne fastidio, ne' problemi nei rapporti sessuali;ora in occasione di una prostatite ne ho parlato con il mio medico di base che mi ha fatto eseguire una ecografia e visita urologica.
L'ecografia dice: non riconoscibili calcificazioni a livello dei corpi cavernosi del pene, non lesioni focali.Reperto collaterale ghiandola prostatica disomogenea al limiti superiori con volume di 30 cc.Non lesioni vescicali.Non riconoscibili lesioni scrotali.
Visita urologica :
obiettivita':area fibrosa dorsale distale - prostata residua morbida (turp nel 2015)
conclusioni:ipp - adenomite in esiti turp
terapia:ciclo onde d'urto - topster x 12 gg
Chiedo se le onde d'urto sono necessarie e se possono dare buoni risultati e inoltre se invece non facessi nulla cosa puo' succedere.
Ho letto d un integratore (peironimev) che puo' essere utile.

Cosa ne pensate ??

grazie

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
FERRARA (FE)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Ho seri dubbi sulla efficacia di entrambe le cose. Personalmente farei un ecodoppler basale e dinamico del pene e sentirei altra campana.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org