Utente 488XXX
Salve, vi riporto un problema che si è manifestato in seguito ad interventi per un'altra patologia, descritta qui (https://tinyurl.com/y983z5wg), e che per comodità riporto molto brevemente al fine di descrivere meglio le circostanze:

ad aprile ho manifestato una fortissima ematuria durata diversi giorni in cui ho avuto enormi perdite di sangue. Una urotac ha evidenziato una formazione sospetta per cui si pensava di eseguire una nefroctomia ma attraverso un'ureterorenoscopia si è visto che in realtà era un solo ammmasso di coaguli e ad oggi non è ancora stata stabilita la causa effettiva di questo evento.

Altri inteventi, cistoscopie, citologie delle urine ed Epicheck, sono tutti risultati negativi.

A distanza di 5 mesi da tutto ciò, ma senza essere in grado di stabilire un'effettiva correlazione, sto manifestando un problema di natura sessuale (e una intestinale).

Verso fine agosto/inizi settembre ho notato con maggiore frequenza una scarsa spinta eiaculatoria, lo sperma esce a gocce in ridotta quantità, che permane tutt'ora. In qualche occasione le eiaculazioni hanno una quantità corretta di sperma ma la maggior parte delle volte è molto scarsa (e meno che non rientri in vescica) e sopratutto con poca o nessuna pressione.

Questo problema è evidnte perchè non manifesto problemi di libido o di erezione e a fronte di un orgasmo inteso vedo uscire e con difficoltà solo poche gocce di sperma.

Andando da un andrologo e non ha potuto identificare una causa sopratutto per l'incostanza con cui si manifesta questa patologia.
Mi ha accenato ad un eventuale problema un'incorretta contrazione di alcune ghiandole ma in questo caso non ci sarebbbero cure mediche.
E' stato effettuato uno speriogramma con 3 giorni di astinenza e il volume in quel caso è stato di 5ml, nella norma gli altri valori.

Oltre a questo la mia preoccupzione è che le caterizzazioni e gli intervnti di cui ho accennato all'inizio, possano aver causato qualche danno all'uretra o a qualche altro elemento, non conosco lo stato della prostata.

Inoltre durante la masturbzione puo capitare che il glande non sia solo umido ma esce sperma e a volte in discrete quantità, sempre senza pressione.

Preciso che non ho dolori, nè fastidi durante l'eiaculazione, nè durante la minzione.

Recenti analisi del sangue hanno riportato sballati i seguenti parametri:

- vitamina D: 5.7 rispetto ad un minimo di 30
- paratormone (PHT): 187 su 72

Dopo una settimana i valori (a cui ho voluto aggiungere i trigliceridi e il colesterolo) sono cambiati:

- vitamina D: 10.7
- PHT: 253
- trigliceridi: 304
- colesterolo nella norma (208 su 200)

Qual'è il vostro parere su tutto questo?

I problemi (intestinali, renali e di eiaculazione) potrebbero essere legati da qualche forma di infezione batterica? In questo caso quali esami per valutare la presenza di germi e quali (non invasivi) per valutare lo stato della prostata?

[#1] dopo  
Dr. Pierfrancesco Palego

24% attività
16% attualità
16% socialità
MESTRE (VE)
PADOVA (PD)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
Buongiorno, suggerirei visita specialistica urologica o andrologica con esplorazione rettale per valutare palpatoriamente la prostata e le vescicole seminali. Inoltre un'analisi ecografica delle vescicole seminali è probabile che ci mostri un quadro patologico delle stesse, quindi la suggerirei. Anche un esame batteriologico del liquido seminale è importante, si poteva fare ad esempio in concomitanza dello spermiogramma. E' stato fatto? Eseguiti questi esami tornerei dallo specialista per valutare il tutto. Saluti.
Dr. Pierfrancesco  Palego

[#2] dopo  
Utente 488XXX

L'esame batteriologico non è stato fatto, credo dovrò fare l'esame delle feci perchè sono disfatte e presentano frammenti gialli e ho fastidi intestinali.

Secondo lei sono da escludere danni fisici dovuti agli interventi di caterizzazione ed endoscopia renale?

Il chirurgo, primario di Urologia del Gemelli, che ha eseguito questo intervento mi aveva prescritto oltre all'epicheck, di ripetere l'urotac ma siccome nella precedente urotac ho assorbito 20MsV di radiazioni ho molto scrupolo a ripeterlo.

Quali possono essere le possibili diagnosi legate a questa patologia e sono curabili?