Utente
Buongiorno vorrei chiedere un parere sul farmaco catapresan tts1.
Mio padre affetto da insufficienza renale cronica per rene grinzo e' in terapia con enalapril 20 e lercanidipina 20 e cardura 2mg per l'ipertensione.Purtroppo in inverno la pressione tende a salire molto nonostante la terapia .Tempo fa avevo già chiesto un vostro consulto perché era stata cambiata la terapia dal nefrologo ma purtroppo anche la terapia nuova data non funzionava .Oggi al nuovo controllo nefrologico in ospedale la nefrologa ci ha consigliato di provare ad associare catapresan tts1 a enalapril 20 cardura 2 e lercanidipina 20 nei periodi in cui ha i rialzi pressori...mio padre però ha una frequenza cardiaca di 60.Mi domandavo se questa associazione può creare problemi.
Grazie

[#1]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Le ho gia' risposto in passato che l'enalapril e' controindicato nella insufficienza renale.
Il CAtapresan transdermico va benissimo nel controllo dell'ipertensione.
Mancano pero' alcuni dati importanti:
- qual e' il valore di creatinina, azotemia , potassemia e calcemia di suo padre?
- che valori riscontra con l'attuale terapia^?
- quanta acqua beve suo padre al giorno?

Grazie
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2] dopo  
Utente
Buonasera dottore la creatinina risulta 2,2mg/dl,potassiemia 4,3mE/l,proteine siero 7,2 g/dl,calcio 8,6mg/dl.
Con l'attuale terapia al momento non ha la pressione alta ...ha mediamente 140/70 ma il problema è' che quando comincia l'inverno con questa terapia si arriva a livelli anche di 190 di massima e minima 80-90. Mio padre purtroppo non beve molta acqua .L'enalapril almeno i nefrologi che lo hanno in terapia non glielo hanno mai tolto .Purtroppo mio padre non tollera molto i cambiamenti radicali di terapia perché escono fuori molti effetti collaterali che invece con questa terapia non mostra .

[#3]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
quindi suo padre NON ha una insufficienza renale ma solo una riduzione della funzione emuntoria del rene, che e' cosa ben diversa, altrimenti avrebbe iperpotassemia ed ipocalcemia.
Quel valore elevato di creatinina e' verosimilmente legato non solo all'eta' ma alla disidratazione (l'indice che glielo confermerebbe sarebbe l'azotemia/urea...l'ha mai eseguito?) e la somministrazione di ACE inibitori (enalapril) che sono sconsigliati, come le ho gia' piu' volòte scritto.Probabilmente bevendo almeno 1,5 litri di acqua ed eliminando l'enalapril sup adre potrebbe avere valori di funzionalita' vicini alla norma.
L' ipertensione in questi pazienti puoì' essere perfettamente trattata con calcio antagonisti (ed anche la clonidina Catapresan).
Ovviamente all'inizio un po' di edemi declivi saranno presenti ma e' solo un problema estetico e non da scompenso.


Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#4] dopo  
Utente
Buonasera mio padre ha una diagnosi di insufficienza renale cronica stabilizzata (stadio3 DOQI) moderata in monorene funzionale(rene sinistro grinzo) e' affetto da ipertensione,arteriopatia periferica ,iperuricemia trattata con adenuric,ipercolesterolemia trattata con statine ed e' portatore di by pass aorto femorale dal 1988 anno in cui fu diagnosticata casualmente l'insufficienza renale che quindi non è' legata all'età visto che i valori della Creatinina da allora si mantengono più meno sempre entro i soliti valori.Sicuramente il monorene compensa bene le funzioni di quello grinzo e con alimentazione aproteica e terapia si cerca di preservarlo per quanto possibile ..nel 2013 ha effettuato TEA cc e ci destra. L'esame dell'urea e' 35.

[#5]  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Suo padre non ha insufficienza renale, e lo dimostra l'assenza di acidosi (ha eseguito una emogasanilisi? con che risutati?) non ha iperpotassemia e non ha ipocalcemia e la azotemia e' Normale.
LA cosa dovrebbe renderla contenta...no?

Quindi togliendo enalapril e facendelo bere abbondantemente e' probabile che la creatinina scenda. Per controllo pressorio calcio antagonisti e non aCE inibitori che sono cotroindicati

Ovviamente faccia cosa vuole, il padre e' suo.

Arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#6] dopo  
Utente
Grazie per il consulto e buona serata