Utente 474XXX
Salve, dopo un elettrocardiogramma, un ecocardio e soprattutto un holter mi sono state riscontrate numerosissime extrasistole. La cardiologa a cui ho fatto vedere il tutto, fatto in un centro privato, mi ha detto che non siamo in presenza di cardiopatie e mi ha prescritto inderal 40 mg da prendere per un mese mezza pasticca la mattina e mezza la sera. Ho nel frattempo fatto le analisi del sangue e della tiroide. Tiroide ok, analisi del sangue qualche valore sballato ed in particolare la fosfatasi alcalina, il potassio ( con un massimo di 5,1 io ho 5,2) e la velocità di filtrazione glomerulare a 78 ( lievemente ridotta). Per questi valori la mia dottoressa di base mi ha detto di prendere il lasix 25 mg mezza pasticca la sera per un mese. Con inderal, anche se al solo quarto giorno di assunzione mi sembra di avere qualche buon esito. Ho paura invece a prendere il lasix per un tempo così prolungato. E soprattutto ho parecchia preoccupazione per questi valori sballati. Il resto è assolutamente nella norma. Sono a rischio per i reni? O per il fegato ed il cuore? I farmaci tra loro interagiscono in negativo? Sono una persona ansiosa e questa situazione ovviamente aumenta la mia ansia. Ho preso anche una minima dose di xanax in questo periodo ma sto scalando per eliminarlo.
Grazie per l’attenzione e buon lavoro.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Il lasix non ha alcun senso nel suo caso
che valori ha di azitemia e creatininemia?
quamt acqua beve al giorno?
assume altri farmaci oltre quelli,elencati?

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 474XXX

Cerco di bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. Assumo ogni tanto il daflon e per una settimana al mese per tre mesi consecutivi l’ambramicina. Faccio uso anche di integratori erboristici per i capelli e le unghie, valeriana e fino a poco fa anche per la regolarità intestinale.
Per quel che riguarda i valori, azotemia 23 e creatinina 0,8.
Grazie infinite per L’immediatezza!
Ho molti dubbi sul lasix in effetti ma sono preoccupata di avere qualcosa ai reni o al fegato e che possa dipendere da questo è dal potassio in eccesso anche l’extrasistolia.

[#3] dopo  
Utente 474XXX

Anche le transaminasi sono nella norma, got 23 e gpt 24.

[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
il modico rialzo della potassemia , avendo lei una funzione renale normale, è legata sicuramente ad una delle,erbe che sta assumendo

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#5] dopo  
Utente 474XXX

E la fosfatasi alcalina a 186 su un massimo di 98 a cosa potrebbe essere dovuta? Lo stesso motivo? Ed un ultima questione, inderal per un mese le sembra una terapia corretta? Spero che diminuiscano le extra e che possa quindi prenderlo alla bisogna ( così mi è stato detto). Grazie ancora!

[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
La fosfatasi alcalina è elevata e dovrai indagare il fegato magari anche c con una ecografia
Per ciò che concerne L inderal lo
Può assumere anche per sei secoli consecutivi che non crea alcun problema ad alcun
Organo

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#7] dopo  
Utente 474XXX

Quindi, ricapitolando. Continuo tranquillamente a prendere inderal, non prendo il lasix e mi faccio una eco a fegato e reni. Quando avrò il referto forse farò meglio a chiedere un consulto ad un epatologo senza disturbare lei, credo sia meglio no?
Grazie infinite e buon lavoro

[#8] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Direi di sì anche se non mi disturba

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza