Utente 312XXX
Salve , ho già scritto in passato più o meno per gli stessi motivi ma a distanza 5 anni i miei sintomi non sono migliorati. Sono una ragazza di 26 e 5 anni fa ho iniziato a soffrire di extrasistole dopo un periodo di stress fisico e psicologico , ho avuto attacchi di panico e ansia. Feci un ecc, visita cardiologica , ecografia e un holter , tutto negativo nell' holter uscirono 7 extrasistole , mi è stato detto che tutto era dovuto dall'ansia e al forte stress. A distanza di cinque anni ho avuto momenti in cui i sintomi si presentavano e altri no, ma ho sempre vissuto con disagio e ansia l extrasistole. A settembre ho rifatto una visita cardiologica e un ecg il dottore mi ha detto che devo vivere di piu la mia vita e lasciar stare queste paure. L'eztrasistole non si sono fermate e a dicembre durante la notte mi sono svegliata perché sentivo il cuore che faceva fatica a battere e i battiti erano lenti, devo dire che avevo dormito poco e affrontato un lungo viaggio. A gennaio quindi ho fatto un altra visita con eco risultata negativa il medico mi ha detto che probabilmente oltre l ansia soffro anche di reflusso e che ho un leggero soffio. Mi ha consigliato un holter ne caso i sintomi fossero continuati. A due giorni dalla visita ho avuto lo stesso episodio di dicembre ma più lungo e subito dopo tachicardia. Una settimana fa mentre camminavo ho sentito una vibrazione al petto e inseguito tachicardia e sensazione di svenimento. Ho quindi deciso di mettere l holter, i risultati li avrò martedì ma la dottoressa ha dato comunque uno sguardo e mi ha detto che ho avuto qualche evento di extrasistole ventricolare in copia e qualche evento di tachicardia e che ho i battiti molto accellerati. Mi ha quindi prescritto di nuovo una visita con eco , eco è ecocolordoppler con un aritmologo . Ha poi parlato un pò male delle mia dottoressa perche non mi ha voluto prescrivere la visita e ha detto che spesso si sottovalutano i giovani e per questo si hanno episodi di morte improvvisa, perché non si approfondisce. Ovviamente io ora sono preoccupata perché mi ha dato l impressione che potesse essere qualcosa di grave. Sopratutto perché ho letto che le extrasistole ventricolare possono essere pericolose e inoltre ho familiarità per morte improvvisa perché 10 anni fa appunto è morta una cugina di mio padre a 22 anni è da quello che mi è stato detto l autopsia ha rilevato un problema elettrico al cuore. Mi scuso per il messaggio molto lungo . Attendo vostre risposte. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non è facile per noi a distanza capire bene quanto riporta....in ogni caso faccia quanto le è stato consigliato e poi, se vuole, ne riparliamo. Senza ulteriori dati non possiamo dare risposte alla sua domanda.
Cordialmente
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2] dopo  
Utente 312XXX

Ok la ringrazio. Ma io sto vivendo con paura e ansia questa settimana prima degli accertamenti è volevo capire se questi episodi possono essere gravi anche se fino ad ora ho avuto sempre risultati negativi. E se inoltre incide la morte prematura di una cugina di mio padre su eventuali problemi cardiaci. Grazie

[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Guardi, noi non abbiamo la possibilità di leggere nella "palla magica"....siamo medici e come tutti i medici abbiamo bisogno di risultati di indagini per esprimerci.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#4] dopo  
Utente 312XXX

Buonasera dottore, le riporto i risultati:
Ritmo sensuale a fc media 78bmp cv minima 49 non alle 00:11 , fc massima 144 alle 14.23. Assenza di pause superiori a 2.5 secondi. Isolata ectopia ventricolare. Registrati 2 besv isolati e 1 coppia a ars larghi di origine verosimilmente sv1 condotta con aberranza. Non modifiche del tratto st-t rispetto al trend di base.
Esame obiettivo : toni cardiaci validi , assenza di soffi. Murmure vescicolare fisiologico su tutto l ambito. Addome trattabile.
Esame ecocardiografo : ventricolo sinistro di dimensioni normali con conservata contrattilità globale e segmentaria. Atrio sinistro di dimensioni normali. Lieve billowing del lembo anteriore mitralica con valvola normofunzionale. Pattern flussimetrico transmitralico normale. Valvola aortica tricuspide normofunzionale. Aorta ascendente ed arci di dimensioni normali. Minimo rigurgito tricuspidale e polmonare con normali pressioni polmonari derivate. Cena cava inferiore nei limiti. Assente versamento pericardio.
Esami richiesti : test ergometrico . Esame ematochimici e di portare in visione documentazione clinica familiare ( caso di morte improvvisa)

[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Le indagini che ha eseguito per la stratificazione cardiologica sono negative. Questo è tranquillizzante, ma si affidi all'aritmologo che la segue per conclusioni definitive.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#6] dopo  
Utente 312XXX

Grazie per la tempestiva risposta. L unica cosa che più mi preoccupa è la familiarità per morte improvvisa, questa ha sempre reso i sintomi poco tollerati. Il dottore mi ha detto che essendo ramo paterno è meno incidente ma in termini di probabilità medica è importante sapere la causa. Lei cosa ne pensa. Grazie

[#7] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Concordo in via generale....ma lei non si consideri matematicamente a rischio perché questo non fa altro che alimentare la sua ansia senza che ce ne sia un reale motivo. Ripeto, si affidi alle conclusioni di un bravo aritmologo.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#8] dopo  
Utente 312XXX

Salve dottore, sto ancora attendendo l'appuntamento per il test ergometrico (sono in lista da attesa ) nel frattempo ho fatto le analisi. Per quanto riguarda la morte improvvisa della cugina di mio padre il referto definisce morte naturale , dagli esami istologico deve essersi trattato di una morte a genesi cardiaca, su base aritmica. Poiché l'esame autoptico ha evidenziato i segni di uno scompenso cardiaco acuto in soggetto in giovane età e senza altri elementi patologici. In attesa dell' ulteriore visita, chiedo una sua opinione. Inoltre se anche il test ergometrico risulterà negativo quanto posso essere sicura di non avere familiarità per morte improvvisa? E se sarà invece necessario effettuare altre indagini anche invasive o periodici controlli. Capisco la difficoltà di una consulenza a distanza e la ringrazio.

[#9] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
12% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
La familiarità per morte improvvisa aritmica senza altre patologie cardiache non è quella che le appartiene...se come riporta la parente di suo padre è morta per scompenso cardiaco l'eventuale aritmia che ha portato all'exitus non è avvenuta in un cuore sano e quindi nulla ha a che vedere con le sue paure. Ora la prego di non porre ulteriori domande perché da lontano non posso esserle di alcun aiuto.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica