Utente 291XXX
Buonasera Dott.ri,
mio padre soggetto iperteso da anni 69 anni, da qualche giorno per puro caso misurando la pressione ha notato che in un momento preciso della giornata (dalle ore 19:00 alle 21:00 più o meno) ha la pressione alta con valori 170/180 su 75/80. Il tutto dura circa 2 ore per poi normalizzarsi dopo cena in modo naturale.
Lui assume da anni lobivon al mattino e sempre al mattino olmegan.

Ripeto non sappiamo se tali valori in quel determinato orario lo ha sempre oppure è comparso ultimamente perchè mai misurata in quell'orario.
Lui non avverte sintomi e si sente normale, quindi la scoperta è stata del tutto naturale.

ps. lui non assume farmaci intorno a quell'ora ma solo coaprover auribondo la mattina presto o la sera tardi se non ricordo male

Potrebbe trattarsi di qualche patologia specifica? Sarebbe preoccupante oppure basterebbe cambiare orari e modalità di farmaci?

In attesa di un vostro cortese riscontro
Porgo cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
8% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Suo padre deve fare un Holter pressorio delle 24 h in tempi brevi per verificare i valori medi diurni e notturni, durante la terapia che sta osservando. In base ai risultati si stabiliranno le eventuali modifiche terapeutiche.
Cordialmente
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica

[#2] dopo  
Utente 291XXX

La ringrazio Dott.re,
lui la sta anche misurando durante l'arco della giornata dove si attesta su una media di 130/70 su consiglio del suo medico curante.
Comunque seguirò il suo consiglio dell'holter delle 24 ore.
In ogni caso potrebbe essere grave questa situazione? Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo

48% attività
8% attualità
20% socialità
TARANTO (TA)
SAN GIORGIO DEL SANNIO (BN)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Se la PA non è ben controllata i danni che può provocare sono gli stessi di chi non assume i farmaci.
Saluti
Dr. Mariano Rillo
Specialista in Cardiologia con Perf. in Aritmologia
Clinica e Elettrofisiologia Interventistica