Utente 299XXX
Salve dottori,
sono un ragazzo di 26 anni, 167 cm per 73 kg, ho effettuato delle analisi del sangue di routine e ho scoperto di avere il colesterolo totale alto, ossia 223 mg/dL, che scaturisce da HDL 33 mg/dL e LDL 170 mg/dL. Il valore dei trigliceridi è di 100 mg/dL.
Ho fatto qualche ricerca autonomamente e ho scoperto che c'è un test che permette di calcolare la pericolosità del colesterolo alto e il mio parametro è 6.75, quando dovrebbe essere massimo 5. Vorrei che mi aiutasse a comprendere meglio la situazione che riguarda la pericolosità, perchè essendo un soggetto ansioso mi sto preoccupando e non poco. Premetto che in famiglia non ci sono mai stati al momento casi di patolgie cardiovascolari importanti, solo un mio zio ha avuto un principio di infarto, ma fumatore e poco attento alla dieta, mia madre da poco soffre di colesterolo alto all'età di circa 60 anni..Ovviamente so che il tutto sarà da sottoporre al mio medico di famiglia per eventuali cure e diete, ma mi preme sapere quanto sia alto il pericolo in un soggetto giovane con questi valori.
Vi ringrazio in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi

28% attività
8% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Il colesterolo è alto, ma non altissimo, e se non c'è familiarità non mi preoccuperei troppo
Il primo approccio che consiglio è quello igienico-dietetico. Una regolare attività fisica aerobica per 3-4 ore alla settimana, una dieta ricca di legumi, verdura e frutta, un limite alle carni grasse e ai latticini dovrebbero permetterle di migliorare il quadro nel giro di un paio di mesi.
Dr. Chiara Lestuzzi
Cardiologia, Centro di Riferimento Oncologico (CRO), IRCCS, Aviano (PN)

[#2] dopo  
Utente 299XXX

Grazie dottoressa,
ovviamente con questi valori non posso rimanere fermo a guardare e serve agire per rimettere tutto in regola.
Quindi con gli attuali valori 223 mg/dL TOTALE, HDL 33 mg/dL e LDL 170 mg/dL posso stare tranquillo per la mia salute cardiovascolare a breve termine, in attesa che tutto rientri con le azioni adeguate? Anche perchè mi ha preoccupato ulteriolmente il fatto che il colesterolo "buono" HDL sia piuttosto basso, in sfavore dell' LDL che è abbastanza alto.
La ringrazio anticipatamente.

[#3] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi

28% attività
8% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Certo, il rapporto HDL/LDL deve essere considerato seriamente.
Ma lei è abbastanza giovane, per cui a breve termine non corre grossi rischi, e può contrastare la cosa con un adeguato stile di vita.
Dr. Chiara Lestuzzi
Cardiologia, Centro di Riferimento Oncologico (CRO), IRCCS, Aviano (PN)

[#4] dopo  
Utente 299XXX

Grazie dottoressa,
Da quel che mi dice, pare che io possa stare tranquillo circa patologie cardiovascolari; questa è stata subito la mia preoccupazione, un po' perché sono ansioso e poi perché anche con la giovane età non bisogna mai dare nulla per scontato. Adesso devo assolutamente prendere contromisure dietetiche, perché penso che sia stata un'alimentazione errata la causa, associata ad una vita sedentaria. Volevo chiederle se possibile, perché è in cosa l'attività fisica ha effetti così benefici contro il colesterolo (e non solo) e in quanto tempo posso osservare miglioramenti.
La ringrazio in anticipo.