Utente 398XXX
Salve,vorrei chiedere un consulto perché sono un po' in apprensione.Sono un ragazzo di 21 anni,faccio calcio dilettantistico 2 volte a settimana e faccio una vita nel complesso sana:non fumo,e bevo ogni tanto una birra quando esco con gli amici.Fisicamente sono circa 177 cm per 61 kg.Sono un ragazzo molto ansioso e ipocondriaco.
Da ieri,nel primo pomeriggio,dopo che sono andato a vedere la partita allo stadio,ho cominciato ad avvertire le cosiddette extrasistole.Premetto che ogni tanto le avverto, ma sono una, massimo due al giorno, e non ci faccio neanche troppo caso.Quando ero più piccolo ricordo che dopo una partita di calcio avevo la stessa sensazione della giornata di oggi:extrasistole continue.Anche all'epoca ero molto spaventato. Feci una visita per vedere se era un problema di ernia iatale e risultò che c'era qualche leggero problema,ma nulla di chè.Mio padre ha il problema del Qt lungo, prende betabloccanti,ha fatto tanto sport in passato, senza avere problemi o complicazioni.Entrambi i miei genitori soffrono di reflusso gastroesofageo,curato con Gaviscon.Ritornando a ieri pomeriggio,ho cominciato ad avvertire queste extrasistole in serie,come se ci fosse un battito in più tra due battiti normali.Dopo aver pranzato mi sono messo sul divano e il problema è scomparso. Nel corso del pomeriggio sono uscito per fare un giro con amici e non ho riscontrato problemi,non avvertivo nulla.Tornato a casa per cenare ho cominciato ad avvertire nuovamente le extrasistole,che mi hanno ahimè accompagnato durante la cena.Post cena mi sono rimesso sul divano e stavo di nuovo bene.Nel frattempo mi sono preso anche un cucchiaio di Gaviscon perché ho letto che queste extrasistole possono essere causate anche da reflusso.Più tardi sono tornato ad uscire con amici e il mio problema non c'era,stavo bene.Si è ripresentato invece in nottata,durante il rientro a casa:di nuovo extrasistole ripetute e frequenti e tanta apprensione dentro di me.Sono arrivato a casa e mi sono messo a letto:tempo 10 minuti e mentre cercavo di addormentarmi pian piano cominciavo a stare meglio e queste erano sparite del tutto.Passo una nottata tranquilla, e stamattina poco dopo il risveglio,mi alzo e comincio a riavvertirle,seppur sporadicamente.Faccio colazione e mi rilasso sul letto: stando a riposo va tutto bene, non avverto niente,ma basta che mi alzi e comincio a sentirle già di più.Poi devo andare a pranzo fuori e qui parte il problema: ripartono frequentissime,praticamente ogni inspirazione che faccio le avverto,mi sento davvero impaurito e non riesco a godermi il pranzo pasquale coi parenti,mi concentro solo su di esse e ho paura che mi venga un infarto o qualche altro problema.Nel corso del pomeriggio,specialmente post pranzo,continuo ad avvertirle,sia in piedi,che seduto,poi pian piano,più ci si avvicina a sera sto meglio.Ora vi scrivo che sto bene, non le avverto né sdraiato,né da in piedi,e mi sento molto risollevato.Il timore è che queste ritornino,cosa posso fare?

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
lei ha delle banali extrasistoli che noi tutti abbiamo , ma la sua ansia gliele fa percepire come fastidiose.
non vedo motivo di preoccupazione , eventuslmente programmi un Holter delle 24ore


cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 398XXX

Salve Dott. Cecchini, la ringrazio per la risposta. Da quando ho scritto la richiesta di consulenza ad ora la situazione è pressoché la stessa, e sono un po' più fiducioso, non ho più avvertito extrasistole fastidiose, ho passato una serata normale. Ho ancora paura che domani mi si ripresentino. Oggi è stata davvero dura, ogni respiro che facevo sentivo, anche mettendo una mano sul petto, il cuore che faceva un battito in più tra due battiti a ritmo normale. Avevo gran timore che saltasse tutto il ritmo cardiaco. Ero e sono tutt'ora molto spaventato. Soffro d'ansia e ho avuto negli ultimi 2 anni altre varie somatizzazioni: sensazione di nodo alla gola per 3/4 mesi, e sensazione continua di far fatica a respirare l'estate scorsa. Il problema di noi ansiosi è il fatto che se ci concentriamo su qualcosa facciamo fatica a distogliere l'attenzione. Appena ho smesso di focalizzarmi sul nodo alla gola o sul respiro, è passato tutto. Nel caso mi si ripresentino che cosa mi consiglia di fare e soprattutto perché ieri e oggi le avvertivo in continuazione rispetto ad altri giorni? Posso stare tranquillo?
Grazie e buona Pasqua.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
come le ho detto se si ripresentassero esegua un Holter, cosi si convincera della banalita della cosa.
Penao che una terapia per l ansia sia indispensabile per lei

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 398XXX

Buonasera Dott. Cecchini, volevo sapere: ma perché secondo lei ho avuto queste due giornate con extrasistole così frequenti e forti? Oggi sono sempre stato bene, ho anche appena terminato una partita di calcio in cui ho giocato senza problemi e a buon ritmo. Non riesco a capire perché ho avuto questa problema così fastidioso è preoccupante! Grazie

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Il perche non glielo sapra dire nessuno.
A volte capitano giorni nei queli le si hanno 8n maggior numero

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 398XXX

Buonasera,torno a scrivere perché dopo quasi due mesi si sono presentate nuovamente extrasistole frequenti.Dopo aver avuto l'episodio a inizio aprile durato circa 2 giorni,sono stato bene,senza problemi,ho praticato sport come sempre.Da domenica mattina ho cominciato ad avvertirle nuovamente,ma comunque in minor presenza rispetto al caso di aprile,noto che le avverto maggiormente quando sono sdraiato,oppure quando ho la pancia abbastanza gonfia postpranzo,e annesso sento la necessità di effettuare respiri profondi.Quando invece sono seduto alla scrivania per studiare sto bene.Ieri,per esempio,ho avuto una giornata tranquilla,senza avvertire mai queste extrasistole,stamattina sono ripartite e le ho avvertite soprattutto dopo pranzo e mi sono molto preoccupato! Cerco di non pensarci, anche se quando le avverto mi metto subito in allerta.

[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Se dovessero proseguire , come le ho gia' scritto, programmi un Holter cardiaco.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#8] dopo  
Utente 398XXX

Ma mi devo preoccupare ? Quando sono sdraiato le avverto, non forti come ad aprile, e quando sono in piedi o seduto non le sento