Utente 289XXX
Buonasera dottore sono un ragazzo di 30 anni e da qualche tempo per la fine di una mia relazione e problemi vari ho subito un forte stress il quale mi ha portato a sviluppare quelli che io - pensavo - fossero degli infarti. Per farla breve, sono stato nel giro di 3 mesi a fare due ecocardio, i quali sono risultati normali ( compreso elettrocardiogramma ) - unico "problema" un soffio al cuore trovato nell'ultimo ecocardio. Tralasciando il fatto che la stessa persona che mi ha fatto l'eco 3 mesi prima non lo aveva rilevato, sono andato a prendere i vecchi referti ( sono donatore di sangue) e anche nel 2013 il cardiologo aveva diagnosticato un "trascurabile rigurgito triscuspidale nella norma". Ora, sono sportivo, non fumo, bevo ogni tanto e comunque mangio bene, peso regolare per l altezza (77kg x 1,77). Le fitte al lato sinistro del petto vanno e vengono , e anche se delle volte mi accorgo di essere più propenso all'ansia che altro (il dottore all'ultimo referto ecocardio mi ha misurato la satuazione ed ero a 98, segno secondo lui che ero in "iperventilazione") io avverto davvero dei sintomi fisici. Questa sera mi sono preoccupato perchè stavo lottando in palestra e a un certo punto ho avuto come la sensazione di non farcela più , di "ammosciarmi" senza dolori al petto, solo tachicardia e un senso di "afflosciamento". Poi l'allamento è ripreso regolarmente. Anche a correre, a parte le solite fitte, non ho avuto problemi.
Io mi sono un pò preoccupato sinceramente. Riporto qui l'esito dell'ultimo ecocardio :
"Ventricolo sinistro di normale volumetria e spessore parietali. Funzione sistolica globale conservata e normale cinetica segmentaria. Camere atriali e ventricolo destro nella norma. Radice aortica, aorta ascendente e arco aortico di normali dimensioni. Valvola aorta tricuspide con trascurabile rigurgito mitrale nella norma, continente. PAPs non derivabile. Pericardio nella norma."

REFERTO ultimo ECG:"Bradicardia sinusale FC 47 Bpm, Asse elettrico intermedio. Conduzione A-V normale"

Guardando un referto del 2015 l'unica anomalia che si notava era un onda T NEGATIVA anomala (V1-V3) come da referto, il cardiologo mi disse che non era nulla e di fare un eco, il quale risulto normale solo una frase che non capisco nel referto ovvero "Ventricolo sinistro di volumi e spessori conservati, buona cinesi segmentaria e globale e normale funzione sistolica, diastole da rallentato rilasciamento (FE 58%)"
Cosa è la diastole da rallentato rilasciamento? Il mio soffio al cuore? Il dottore dice che non è nulla di patologico e che dovrei solo controllarlo con un ecocardio una volta ogni due anni e che è normalissimo. Ora io vorrei sapere se questi esami sono necessari a escludere un problema al cuore e se sia eventualmente necessario o consigliato sottoporsi a una prova da sforzo - o se appunto l'ultimo ecocardio esclude eventuali problemi.
Buona serata e cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
I suoi sintomi non hanno niente a che vedere con il suo cuore e lei ha degli esami normali.

smetta di angosciarsi.

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 289XXX

Ritiene inutile quindi effettuare una prova da sforzo dottore ?

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Lo deve fare annualmente solo perche' fa sport.

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza