Utente 489XXX
Buongiorno,
sono un "ragazzo" di 41 anni, ho fatto dei controlli ed è risultata la pressione arteriosa leggermente alta. Ho fatto l'elettrocardiogramma a riposo con questo esito: Ritmo sinusale 88 bpm. Emiblocco anteriore sinistro. Conduzione IV nei limiti. Fase di ripolarizzazione ventricolare nella norma. Al momento del controllo la pressione era di 135/100 mmHg con sospetta IAS. Ho effettuato l'holter pressorio per 24 ore e la pressione arteriosa sistolica e diastolica media globale risulta essere 133 mmHg e 85 mmHg con una media FC di 86 bpm. In stato di veglia la media è stata 133 mmHg e 87 mmHg mentre in stato di sonno 135 mmHg e 80 mmHg. Il 38% dei valori sistolici nelle ore diurne è risultato superiore alla soglia. Il 64% dei valori sistolici e il 57% dei valori diastolici nelle ore notturne è risultato superiore alla soglia. Come conclusione mi hanno scritto che i valori tensivi sistolici e diastolici notturni e diastolici diurni sono aumentati. FC nelle misurazioni diurne e notturne nella norma. Assente il fisiologico ritmo circadiano. Ho effettuato anche le analisi del sangue ed è tutto nella norma. Il mio medico di base mi ha prescritto mezza pasticca di Bifril 30 mg per la prima settimana e poi una pasticca intera. Da un mese faccio una dietra controllata e povera di sale. Secondo voi con questi valori e quelle annotazioni del cardiologo devo iniziare a prendere la pasticca o è sufficiente maggiore attività fisica? Per qualsiasi ulteriore dato ho gli esami in formato digitale a disposizione. Saluti Alessandro

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
In base all holter pressorio lei dovrebbe :
assumere una terapia,
mangiare senza sale
camminare un ora al giorno a passo svelto
stare lintano dal fumo
bere almeno 1,5 Litri di acqua al di, meglio due.

La pterapia puo andare bene, ma le raccomando di mantenere i valori pressori al di sotto di 130;80 mmHg

arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza