Utente 282XXX
Salve, vi scrivo in merito al mio battito cardiaco ed alla mia PA. Altezza 1,84m. Kg 81,5. Non fumatore. Ogni tanto bevo qualche bicchierino senza mai esagerare.
Premetto che soffro di disturbo d'ansia generalizzata(Più sociale, dovuta alla mia balbuzie), già in cura con Xanax 0,50 RP prescrittomi dal Neurologo ed in cura presso psicoterapia.
Ho effettuato lo scorso anno test ed esami cardiologici perché sentivo e continuo a sentire il cuore sempre presente, ed a volte dopo attività fisica il cuore stenta a rientrare nei battiti a riposo.

Ecografia e Ormoni Tiroidei: Tutto nella norma.
Esami al sangue: tutto regolare, eccetto trigliceridi 175 mg/dl e GPT/ALT 51 U/I
Effettuata Ecocardiografia, con questi risultati:

EO: Toni ritmici, pause libere, PA 130/70.
ECG: RS a FC media di 90bpm, conduzione av regolare, assenza di turbe della conduzione intraventricolare e della ripolarizzazione.
ECOCARDIO: Ventricolo Sinistro di normali dimensioni, spessore e cinesi con funzione contrattile globale conservata FE 65% atrio sinistro e cavità destre di normali dimensioni, normale flussimetria, PAPs nella norma rapporto E/A>1, assenza di versamento pericardico in atto.

Effettuato Prova da sforzo:
25w x3 , durata esercizio 18:43 min
FC max 181bpm, prevista 193 bpm, FC a riposo 83
PA max 200/100, PA a riposo 140/100. max DP.33800 mmHg*bpm

PWC 130: 1.44 W/kg. PWC 150: 1.83W/kg. PWC 170: 2.12 W/kg
Carico Max 175 Watts = 8.2 METS
massima variazione ST: 0,09mV, 0,00mV/s in V5; Esercizio stadio 4. 09:29
Aritmia: A:333, EFPM: 1

riassunto: Test massimale negativo per ischemia, assenza di angor alterazioni ecografiche, non aritmie, buona tolleranza allo sforzo, normale iter cronopressorio.

Data la mia ansia, ogni volta mi appresto alle visite con una FC intorno agli 85, ma di norma a riposo sono sui 58bpm, mentre dormo anche 46.
Durante la mia giornata standard i battiti vanno dai 50 a massimo 100, ovviamente se faccio sport i battiti si alzano.
La pressione anche, di norma viaggia sui 125/75, anche 10 anni fa quando ancora non soffrivo di ansia portavo 130/80.

Veniamo al dunque, quando mi prende l'ansia/nervosismo improvviso, i battiti spingono intorno i 100bpm anche a riposo, con conseguente ansia e sudorazione, la pressione sale a 150/100. e la cosa si protrae per diverse ore fin quando non mi tranquillizzo.

Il mio medico di base (Cardiologo), mi vedrà in settimana per montare l'Holter Pressorio, dicendomi che se io ho l'ansia tutti i giorni, è giusto che questi picchi di PA 150/100 vadano evitati.
Io vorrei evitare questi picchi cardiaci che di norma non sono i miei a battiti a riposo e che mi mandano in iper sudorazione, sensazione di caldo ecc...inoltre quando ho la PA alterata mi sento come una pentola a pressione, soprattutto i vasi del collo. Inutile dirvi che il sintomo è spiacevole.
Sarebbe giusto fare un holter cardiaco mentre ho degli eventi sociali che stimolano la mia ansia? in modo da vedere come si comporta il cuore?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
lei descrive perfettamente valori pressori legati all ansia, quindi è bene che lei curi questa patologia , che non si cura certo con il solo Xanax.
si rivolga ad uno psichiatra di sua fiducia

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 282XXX

La ringrazio Dott. Cecchini per la celere risposta.
Si, allora dopo aver effettuato holter pressorio valuterò la visita psichiatrica, al momento ho fatto passi da gigante con la psicoterapia.
I miei dubbi sono legati al fatto che in famiglia ho mia madre in cura da quando aveva 32 anni per ipertensione essenziale, ed ha avuto 3 TIA per ipertensione. Le hanno detto anche di essere affetta da trombofilia.
Mio padre a 44 anni ha avuto Angina Pectoris e adesso in cura con Lopresor, Triatec, Statine e Cardirene.
Io sto effettuando queste visite anche per escludere determinate patologie(magari genetiche) e di conseguenza stare più tranquillo.

Io avevo vecchi esami del 2014 per un intervento di fimosi,
Tempo di protrombina 12,15 sec
aPTT. 29 sec
Fibrinogeno. 276 mg/dl
Attività protrombinica. 94%
In ogni caso se lei è d'accordo, le allegherò i risultati dell'holter pressorio.

Grazie, buonaserata e buon primo maggio.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
se lei ha il sospetto di essere portatore di trombofilia gli esami che ha eseguito non servono a niente
deve eseguire i test genetici adeguati

arrivederci

cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 282XXX

Glielo dico perché un amico stretto di famiglia è chirurgo toracico, il quale disse a mia madre che noi figli dovremmo effettuare il test per la trombofilia, in quanto c'è stretta familiarità.

Dimenticavo di dirle che in tutti i miei ECG è sempre uscito un disturbo di conduzione destro.
La ringrazio nuovamente, buona serata.

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
E quindi esegua i test per trombofilia
Perché non li ha già eseguito?
È un banale prelievo di sangue

Arrivederci
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#6] dopo  
Utente 282XXX

Perché onestamente non gli ho dato molta importanza vista la giovane età, e anche perché pensavo bastassero quelli dell’attività protrombinica che le ho scritto sopra.
Comunque lo farò presente al medico mercoledì, insieme ad un eventuale consulto per visita psichiatrica al fine di curare meglio la mia ansia e non solo tenerla a bada con l’ansiolitico.

Buona serata.